Utente 444XXX
Salve,ho notato che nel giro di 2 anni il mio mento e sembrerebbe anche la parte inferiore del viso(mandibola) si siano rimpiccioliti.
Ho provato a cercare online se fosse veramente possibile questa cosa e mi pare di capire che sia dovuto alla perdita di denti.
Recentemente un dentista mi ha detto che ho un molare che non è stato correttamente devitalizzato,a come ho capito il dentista non ha completamente chiuso un canale.A fianco ad esso ho un dente da latte che non ha la radice(agenesia).Nell'arcata superiore mi è stato tolto un dente dicendomi che tanto era da latte,ma non è più ricresciuto nulla,probabilmente era anch'esso senza radice.
Può essere questa la causa?
E' possibile invertire questo processo di rimpicciolimento o sono costretto a rimanere con questa fisionomia?
Ho trovato questa immagine che mostra il problma:
texas-dental-implants.com/wp-content/uploads/2014/10/bone-loss.jpg
Mi sto avvicinando alla seconda fase dell'immagine.
Purtroppo in questi 2 anni ho avuto una folta barba e mi sono accorto solo dopo averla tagliata.
La devitalizzazione al dente cosi' come l'estrazione dell'altro è stata fatta circa 9-10 anni fa.
E' possibile invertire il processo?Un comune dentista saprebbe aiutarmi?
Penso di soffrire anche di bruxismo.
Ho 24 anni.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
non esiste una condizione fisiologica che comporti un rimpicciolimento della mandibola, in realtà quello che avviene nella perdita degli elementi dentari è un riassorbimento (per mancata funzione) di quello che è l'osso alveolare ossia l'osso che funge da supporto ai denti. L'osso basale invece, quello da la struttura scheletrica, rimane abbastanza invariato nel tempo, in particolare il mento per come è strutturato non può rimpicciolirsi. Nel suo caso poi non vi sono situazioni particolari e fuori dal comune a livello dentale.
Presumo che probabilmente si tratti di una sua impressione dovuta magari al fatto che ha tagliato la barba o al massimo ad un aumento dei tessuti molli circostanti, guance ecc., che le danno questa visione relativa.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#2] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentile utente superata la fase di crescita difficilmente si possono modificare le basi ossee se non chirurgicamente.
Qualunque odontoiatra può prendersi cura di lei per i suoi denti, per modifiche ai tessuti molli c'è la chirurgia estetica che può compensare i suoi difetti.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
In aggiunta ai colleghi tre suggerimenti: una consulenza implantologica per la sostituzione dei denti agenesici,sempre previa valutazione dell'esistenza di "spazio " in arcata.
Una consulenza da un collega Gnatologo per il Bruxismo che non è affatto da sottovalutare per i possibili disturbi Temporo-Mandibolari ai quali può esporre ,nonché a problemi parodontali e di consunzione degli elementi dentari.
Un terzo consulto per il problema "estetico" se effettivamente
dovuto ad una micromandibulia,lo può richiedere al Collega Maxillo-Facciale.
Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia