Utente 447XXX
Buonasera, circa 6 mesi fa mi è stato estratto il dente del giudizio superiore destro (incluso), che causava severo dolore e difficoltà da mesi.
Dopo l'estrazione, per molto tempo ho avvertito solo fastidi passeggeri e dolore controllabile nell'area del secondo molare, quello attiguo al dente estratto. Da circa un mese il dolore è diventato insopportabile, pari a quello che sentivo prima dell'estrazione. Sono tornata dal dentista che ha notato solo che il molare risulta scollettato e quindi più sensibile, consigliandomi un dentifricio specifico da applicare localmente per ridurre la sensibilità. L'RX non evidenzia nulla, il dente sembrerebbe sano. Il dolore tuttavia è davvero insostenibile e talvolta mi impedisce di dormire: non si tratta infatti di sensibilità accentuata ma di un dolore sordo e profondo, che a volte si estende verso l'alto sino alla tempia e verso il basso impedendomi di muovere normalmente il collo. Cosa mi consigliate? Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Se a causa dell'estrazione dell'ottavo ha subito una retrazione gengivale e/o una scopertura delle radici,è verosimile cha la sensibilità eccessiva sia legata alla pregressa avulsione.
Persistendo la sintomatologia propenderei per una devitalizzazione del dente in questione.
Ne parli col dentista curante.
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 447XXX

Buonasera Dottore, grazie per la risposta. In effetti il dentista mi ha prospettato la possibilità della devitalizzazione qualora il dolore persista. Cordialmente, Valentina.