Utente 452XXX
Gentile dottore, avrei bisogno di una delucidazione se possibile. Da gennaio sto curando gli ultimi 2 denti dell'arcata sup sx che preciso sono stati devitalizzati diversi anni fa. Accusavo forte dolore, e il dentista dopo un controllo mi ha proposto di rifare le cure canalari. Ha trovato un canale nuovo che non era stato fatto così pensavamo di aver risolto. A distanza di una settimana però il dolore è tornato forte e la sensazione è che il dente sia più basso (il dentista dice che è indice di infezione), allora ho fatto una cura antibiotica con Rovamicina x 6 gg 2 compr al giorno perché il dentista mi ha spiegato che dopo una cura canalare ci può essere un residuo di batteri. Il dolore è passato x una 15 di giorni ma purtroppo è tornato pulsante di nuovo. Non so più che fare, su consiglio del mio dottore ho fatto una MICRO CONE-BEAM dell'arcata superiore sx x valutazione endodontica degli elementi 26 E 27. L'esito è questo: aree di rarefazione periapicali a carico degli elementi 26 e 27 ( di tipo cistico con orletto calcifico). Le cure canalari raggiungono gli apici radiologici. Si segnala ipertrofia della mucosa a livello del seno mascellare di sinistra. È grave? Cosa significa? Cosa mi consiglia di fare? Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, le cure sono ottime, ma non hanno ancora dato risultato, le formazioni cistiche, probabilmente sono di origine dentale, per cui non destano preoccupazioni, tra 6 mesi al prossimo controllo radiologico verrà rivalutato il tutto. Chiaramente se lei fosse stato assiduo alla visita semestrale non sarebbe arrivato in questo stato.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Mi aggiungo al valido collega per l'ipertrofia della mucosa del seno mascellare.
Se localizzata in corrispondenza dei denti che riferisce ,può essere correlata a reazione periapicale degli elementi coinvolti, con distruzione di osso periapicale e comunicazione tra processo infettivo periapicale e seno.
Quando l’infezione si propaga all’interno del seno può essere osservata un ispessimento localizzato della mucosa antrale.
Comunque la maggior parte dei casi di mucosite sono asintomatici e ritornano alla normalità al termine del trattamento odontoiatrico.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia