Utente 697XXX
buongiorno
sono una donna di 43 anni e 20 anni fa ho devitalizzato un dente superiore destro.
da un po di tempo avvertivo dolore tra un dente e l'altro e il dentista dietro una mini lastra localizzata mi ha spiegato che nella devitalizzazione su un canale non sono andati a fondo completamente e che quindi l'area era infetta.
ieri in serata il dentista mi ha riaperto il dente ed effettuato il ritrattamento della canalizzazione
dove ha avvertito e anche io personalmente cattivo odore dovuto all'infezione.
da questa notte ho dolore fortissimo, sento un continuo pulsare dentro il dente e questo dolore si irradia anche ai denti vicini e sottostanti sulla parte destra.
ho assunto questa mattina il brufen e da ieri sera sto prendendo augumentin.
volevo sapere se si tratta di pulpite o di qualcos'altro?
prima dell'intervento avvertivo un po di dolore solo quando mangiavo ziccheri oppure bevevo o mangiavo cibi gelati.
quanto puo' durare questo dolore ..è insopportabile
grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,
in caso di ritrattamento,è possibile avere una infiammazione dovuta alle manovre di sagomatura e detersione eseguite a livello apicale, nonché all’eventuale estrusione di cemento e/o guttaperca che può verificarsi durante la fase di otturazione canalare,oppure alla presenza di materiale"infetto" a livello periapicale.
La terapia sembra corretta.
Consiglio una rivalutazione clinica da parte del dentista curante.
Distinti Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
su un dente che ha già subito in passato un trattamento endodontico non vi è polpa dentaria quindi non si parla in questi casi di pulpite ma di parodontite acuta apicale, il dolore quindi deriva dalle terminazioni nervose del parodonto, ossia il legamento. Al di là di questa precisazione, a livello pratico la sintomatologia è comunque sostenuta da infezione batterica per cui la terapia prevede, oltre alla disinfezione dei canali del dente, un adeguata somministrazione di antibiotici per poter eliminare la carica batterica presente a livello parodontale.
Pertanto quando l'antibiotico farà il suo effetto la sintomatologia dolorosa andrà scemando, normalmente infatti sarebbe opportuno somministrare l'antibiotico prima di intervenire.
Nel frattempo, se il dolore è molto forte, potrebbe recarsi presso il suo dentista per un controllo e magari una riapertura del dente.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Cappello

16% attività
4% attualità
12% socialità
MODICA (RG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Buonasera, molto probabilmente la sintomatologia da lei riferita è da attribuire al cosiddetto "flare-up endodontico", ossia una complicanza che si verifica in seguito o durante la devitalizzazione di un dente e di cui lei doveva essere messo al corrente. Questa si verifica spesso per un'estrusione di materiale infetto nel periapice o ad altre cause. E' una fastidiosa e dolorosa complicanza della devitalizzazione ma tende a regredire. Importante è disinfettare bene i canali radicolari, cercare di ridurre il numero di sedute necessarie a completare la devitalizzazione, evitare di lasciare il dente aperto ed effettuare una strumentazione precisa in modo da evitare di spingere materiale infetto oltre apice. Può essere utile terapia antibiotica e togliere il dente dall'occlusione soprattutto se ha la sensazione che sembri più "lungo" degli altri. Cordiali saluti
Dr. Alessandro Cappello

[#4] dopo  
Utente 697XXX

Grazie per il vostro intervento .
Da ieri ha cominciato a gonfiarsi la guancia con dolore osseo e al nervo vicino.al naso e mandibola.
Sono due sere che prendo la molecola antibiotica rifocin da 2 per endovena me lo sta facendo mio.fratello.perche infermiere.
Il dentista per telefono mi dice di aspettare ancora stasera per la terza dose antibiotica sto.prendendo il toradol ma non mi aiuta piu di tanto.
Mi.spaventa questo dolore e gonfiore che non cessa.
Stasera andro al.ps.

[#5] dopo  
Utente 697XXX

Grazie per il vostro intervento .
Da ieri ha cominciato a gonfiarsi la guancia con dolore osseo e al nervo vicino.al naso e mandibola.
Sono due sere che prendo la molecola antibiotica rifocin da 2 per endovena me lo sta facendo mio.fratello.perche infermiere.
Il dentista per telefono mi dice di aspettare ancora stasera per la terza dose antibiotica sto.prendendo il toradol ma non mi aiuta piu di tanto.
Mi.spaventa questo dolore e gonfiore che non cessa.
Stasera andro al.ps.
Il dente mi e 'stato riaperto il giorno dopo in quanto batteva e avevo dolore molto forte

[#6] dopo  
Utente 697XXX

buongiorno
fino a ieri ho continuato antibiotico, quindi per 6 gg 2 gr di rifocil stasera e domani 1 gr sempre per endovena.
sono piu' sgonfia ma sento sempre una massa sotto lo zigomo e in piu' avendo subito una puntura all0interno del palato quando faccio i lavaggi con la garza imbevuta di malva trovo sempre del sangue e mi fa male.
è una piaga o qualcos'altro?
il dolore ancora persiste continuo anche se in misura ridotta quanto meno piu' sopportabile inoltre il dentista che mi ha fatto l'intervento e che dovrebbe finire , nonostante io l'abbia chiamato due volte mi ha sempre riferito cosa doveva dirmi tramite la segretaria e non mi èè sembrato un comportamento corretto.
con lui mi dovrei rivedere a metà luglio, ma non posso rimanere con un dente aperto che io tra l'altro chiudo con del cotone, per questo tra due gg andro' a sentire un altro dentista.
vorrei sapere se secondo voi è un comportamento corretto o meno
grazie

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Buonasera,
il Rifocin non è l'antibiotico di prima scelta negli ascessi di natura dentale.
Rileggendo la sua storia,penso che il ritrattamento canalare abbia presentato qualche complicanza,da valutare in sede specialistica.
D'altronde on line e senza esame obiettivo e radiografie,è difficile ipotizzare cosa sia veramente successo....,
Le consiglio di sentire altri pareri,come lei già giustamente ha ritenuto di fare.
Le auguro di risolvere quanto prima il problema.
Distinti Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8] dopo  
Utente 697XXX

buonasera
ho sentito un altro dentista il quale non conoscendo la situazione precedente e vedendo che ancora il dente mi fa male soprattutto alla masticazione..per ben sue volte sono saltata dalla sedia urlando appena per sbaglio ho masticato un boccone, mi ha detto che probabilmente sara' da togliere...possibile?
al che ho richiamato il dentista che mi ha trattato, dopo mille chiamate sono riuscita a parlarci, veramente poco professionale e ci andro' mercoledi prossimo,,nel frattempo fino ad ieri ho preso il rifocil ( per ben due settimane) e da domani fino amercoledi devo prendere un antibiotico per bocca.
devo capire cosa diavolo mi ha combinato,,,,mi avra' spaccato il dente o peggio?
ho ritirato la lastra fatta su mia iniziativa e questo è il referto :
esame eseguito su tecnica digitale
modesto assottigliamento delle creste alveolari
assenza di 48
cure canalari 16 - 37 - 45 - 46 e 47
circoscritti segni di sofferenza periapicale si osservano in corrispondenza delll'apice radicolare mesiale di 46
tenue opacità ovulare a contorni regolari si proietta in corrispondenza del pavimento del seno mascellare sinistro.
a giudizio clinico integrazione diagnostica mediante tac dei seni paranansali
non si ravvisano alcuni segni ascrivibili a carie o a lesioni apicali in atto rilevabili con la metodica.

cosa ne pensate
devo fare una tac?
grazie

[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
La panoramica NON SERVE A NULLA per valutare un dente devitalizzato.
La TAC (Cone Beam) spesso neppure: non sono tutte uguali.
L'esame radiologico indicato è la piccola radiografia endorale, quella che normalmente fa il dentista.

Un ritrattamento canalare di dente infetto (quello che lei ha fatto) ha probabilità molto alte di fallimento.
Diciamo, per dare un'idea, una su quattro nelle migliori mani.

Significa che non si riesce a salvare il dente una volta su quattro, senza che questo sia colpa del dentista che è intervenuto.

SI possono fare le cose al meglio possibile, con la diga di gomma, mettendoci tutta la cura e l'attenzione possibile, ma spessissimo va male lo stesso.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#10] dopo  
Utente 697XXX

La ringrazio
Infatti a saperlo prima lo tenevo cosi...ho fatto oggi il dentascan..ma il dentista che mi ha seguito già mi ha fatto capire..visto il continuo dolore che è da togliere !
Grazie

[#11] dopo  
Utente 697XXX

buonasera
questa la risposta del dentalscan, in attesa di farla leggere cosa ne pensate?

esame eseguito con acquisizione spirale multistrato completato da ricostruzioni con tecnica dentalscan
rarefazione ossea periradicolare della radice mesiale del 16 con assottigliamento del pavimento del seno mascellare senza segni di dicontinuità
non alterazioni di rilevo dei restanti elementi dentari dell'arcata dentaria superiore.

continuo a masticare da 20 giorni dalla parte opposta e ogni tanto mi fa male, c'è sempre dolore..ogni giorno e .la masticazione da quel lato è impossibile
cosa ne pensate?

[#12] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
se non ci sono segni radiografici e clinici di frattura della radice e se la struttura radicolare del dente, specie a livello della forcazione, è ben conservata, solitamente un ritrattamento ben eseguito dovrebbe portare ad una risoluzione della problematica, con scomparsa della sintomatologia dolorosa e regressione, col tempo, della lesione intraossea.
Il mio consiglio quindi è quello di rivolgersi ad un odontoiatra molto esperto in endodonzia, che sarà in grado di fare una valutazione attendibile sulla possibilità di recupero o meno dell'elemento dentario e che sarà in grado eventualmente di svolgere la terapia in maniera corretta.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#13] dopo  
Utente 697XXX

la ringrazio moltissimo, quindi in sostanza il precedente dentista ha forzato troppo la mano, provocando una lesione all'osso?

[#14] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
No, no, assolutamente no! La lesione ossea, quella che nel referto viene definita come "rarefazione ossea periradicolare della radice mesiale del 16" è dovuta all'infezione che si è sviluppata all'interno del sistema canalare del dente e per il quale motivo è necessario ritrattare endodonticamente il dente. Quindi una volta debellata l'infezione all'interno dei canali con un ritrattamento endodontico (nuova cura canalare), la lesione regredirà spontaneamente. Ma ripeto, i ritrattamenti canalari sono procedure indaginose e non alla portata di tutti, che possono presentare molte difficoltà di esecuzione. Per questo è bene che lei si affidi ad un odontoiatra molto competente in questa branca, l'endodonzia.
Può ad esempio consultare il sito della SIE (Società Italiana di Endodonzia) per trovare un professionista nella sua zona.
Il link è questo:
http://www.endodonzia.it
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#15] dopo  
Utente 697XXX

Buongiorno dottore
Tre giorni fa ho tolto il dente e il dentista ha avuto un po di difficolta nel togliermi l ultima radice..me lo ha tolto in diversi pezzi..non ne potevo piu!
Mi ha spiegato che ha riscontrato una piccola frattura sulla base del dente e che quando mi è stata fatta la ricanalizzazione la cura anziche fare effetto sul canale e confluita nella microfrattura...il dente non era possibile tenerlo.
Sto prendendo augumentin da 3 giorni con probiotici perche il mio intestino fa fatica a riprendersi dopo 2 settimane di rocefin da 2
Le volevo chiedere se andava bene prendere antibiotico solo per 5 giorni e se è normale che la parte operata dove ho i punti a distanza di 3 giorni mi fa male...se tocco il dente vicino mi batte, come se ci fossero delle pulsazioni..
Grazie sono sfinita!