Utente 458XXX
salve buonasera a tutti volevo esporvi il mio problema..20 giorni fa ho estratto un dente molare inferiore sinistro quello a fianco del dente del giudizio..é stato un estrazione abbastanza difficoltosa durata circa un ora e mezza il dente si è rotto e il dentista a dovuto usare la fresa sull osso per aiutarsi nell estrazione..sono stati applicati i punti che però sono saltati dopo circa 3 giorni e qui arriva il mio problema dopo circa 6 giorni ho notato che è comparsa nella parte interna della gengiva una parte di cresta ossea grande all incirca come un unghia che dopo venti giorni dall intervento è ancora lì..nel frattempo il dentista mi ha rimesso i punti che ho ancora e fatto prendere l antibiotico per una settimana..oggi l ho rivisto e mi ha detto di aspettare una settimana e vedere se ciccatrizza ma l osso è sempre li della stessa grandezza..è stato molto bravo ma dopo tutti questi giorni cominciò a preoccuparmi per il fatto che mi ha detto che non aveva mai visto una cosa del genere ed essendo un bravo dentista e con tanta esperienza mi sono preoccupato..cosa potrei fare in questo caso..grazie
anticipatamente per l attenzione..

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve,è possibile che in seguito ad un'avulsione possano residuare delle spicole ossee.
In effetti andavano rimodellate all'atto dell'intervento: se non provocano dolore, potrebbe attendere il fisiologico riassorbimento che comunque richiederà del tempo, altrimenti sarà necessario reintervenire con un'alveolo-plastica.

Ne parli col dentista curante.
Buona Serata.
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 458XXX

per fortuna non provoca dolore infatti il dentista mi ha detto che ci vediamo fra dieci giorni per vedere come evolve altrimenti dovrei limare l osso (chiedo scusa per i termini usati non medici)..allora non mi resta che aspettare e vedere come va..peccato soltanto non poterre mettere foto nei consulti sarebbe piu' semplice riuscire a spiegarsi..la ringrazio per la gentile risposta..buona serata..

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentile utente, un ora e mezza d'intervento ambulatoriale a livello orale, supera i limiti per cui concordo che sia un caso particolare. Chiaramente occorre stabilire una diagnosi della esposizione ossea, rivedendo anche l'anamnesi. Attenda i tempi prescritti e ci tenga informati.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 458XXX

Salve la ringrazio per la risposta..lunedì scorso ho tolto i punti e d'accordo con il dentista ci vedremo giovedì per vedere come sta andando la situazione..guardando non ho visto nessun miglioramento l osso rimane li ha vista e anche il buco fatica a chiudersi ma finalmente giovedì ho l appuntamento e decidiamo che fare perché ormai è passato un mese dalla estrazione..l unica cosa che ho notato è che da un paio di giorni mi è venuto mal di gola con la tonsilla gonfia proprio dal lato sinistro dove cera il dente..spero non sia correlato..

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Mi conferma che non si è sottoposto a chemio o cure con bifosfonati? Speriamo in bene.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#6] dopo  
Utente 458XXX

No nessuna cura o chemio l unica medicina che ho preso ultimamente è stato l antibiotico e qualche oki dopo l intervento..comunque visto che è molto gentile dice che devo preoccuparmi magari rivolgendomi ad un altro dentista o posso stare tranquillo..cosa potrebbe essere..la ringrazio..

[#7] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
In alcuni casi, vengono inettati anestetici con vasocostrittore ad alta pressione con siringhe tipo pistola e questo può necrotizzante il periostio con difficoltà di guarigione. Chiaramente giovedì il suo odontoiatra farà una revisione alveolare con la corretta diagnosi.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/