Utente 220XXX
Vorrei chiedere un consiglio.
In corrispondenza di un molare estratto molti anni fa (nell'arcata inferiore) sul margine laterale esterno della lingua si è formata una specie di protuberanza a pianta triangolare. La punta di questa escrescenza di tanto in tanto si infiamma manifestando una specie di piccola bolla bianca, che mi provoca anche una sensazione di fastidio e dolore.
Mi capita tutte le volte che parlo un po' più a lungo del solito e che, quindi l'escrescenza sulla lingua sfrega ripetutamente nello spazio lasciato vuoto dal molare estratto.
So che potrei rimettere il dente ma c'è un problema (che spero di riuscire a spiegare): essendo trascorsi molti anni dall'estrazione ed essendosi oramai la lingua sagomata con questa protuberanza che non va più via, ho la sensazione che se rimettessi il dente, lo spazio di movimento della lingua si ridurrebbe e l'escrescenza si infiammerebbe ancora più spesso, facendo comparire ancora più spesso la bollicina bianca dolente.
Posso chiedere i vostri pareri e consigli?
Vi ringrazio fin d'ora!

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, questa lesione non deve essere trascurata, dev'essere messa in diagnosi differenziale con altre patologie, per cui le consiglio una visita presso un odontoiatra che si occupa di patologia orale.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 220XXX

Grazie, Dott. Ruffoni. In effetti mi sono rivolto a due patologi orali tempo fa, ma entrambi mi hanno tranquillizzato e non mi hanno consigliato nessun tipo di soluzione, forse perché, quando sono andato a farmi visitare, l'escrescenza a stampo della lingua non si presentava infiammata (nel senso che non compariva la bollicina bianca alla punta dell'escrescenza).

Uno dei due mi consigliò (se proprio volevo, mi disse) di farmi fare un byte, nonostante gli avessi detto che il problema si manifesta ogni volta che sono costretto a parlare molto a lungo (sono un insegnante) e che quindi escludevo cause notturne perché non soffro di bruxismo.

Sono molto sfiduciato perché anche da solo, da profano, ho capito che il problema non è da sottovalutare. Per questo ho pensato di chiedere qualche consiglio qui, su Medicitalia.

Posso chiederle se, a suo parere (con i limiti dati dal fatto di non potermi visitare), rimettere il dente potrebbe essere una soluzione o un peggioramento, come io sospetto? (in relazione a questa domanda, mi sono spiegato meglio nella parte finale della mia prima mail).

La ringrazio ancora tanto per l'aiuto che vorrà darmi.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Alla fine di tutto occorre una diagnosi certa, se fosse un mio paziente in primis biopsia, diagnosi e poi valuto la riabilitazione. Spero di esserle stato d'aiuto.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 220XXX

Dott. Ruffoni, posso solo chiederle ancora quali sono le alternative di riabilitazione?
Sono un po' preoccupato

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Dipende dal caso,impianto, ponte, mantenitore di spazio, in caso di un mio paziente, forse simile al suo, abbiamo eseguito escissione della lesione con diagnosi istologica di fibroma traumatico, poi un mantenitore di spazio con flange linguali lisce per rispettare la guarigione completa del bordo linguale e dopo un anno, ponte fisso su richiesta del paziente che non voleva accedere alla chirurgia implantare.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#6] dopo  
Utente 220XXX

Grazie davvero per la sua gentilezza, Dott. Ruffoni. Prenoterò al più presto una visita e magari, se me lo consente, le chiederò qualche altro chiarimento. Gliene sarei veramente molto grato.
E' stato molto chiaro ed esauriente