Utente 467XXX
Gentili Dottori,
Ho notato che in Internet ci sono informazioni contrastanti sul rischio di contrarre l’HIV dal dentista supponendo che gli utensili usati riportino tracce del sangue della persona precedente.. (ovviamente non dovrebbe succedere ma ci sono casi in cui accade purtroppo e non capisco come possa essere rischioso visto che è stato più volte detto che il virus all’aria perde la sua capacità di infettare).

Sono a rischio anche gli strumenti che se eventualmente contaminati vengono a contatto con le mucose? Per esempio l’abbassalingua o qualsiasi cosa venga inserita in bocca per spostare la labbra e controllare le gengive perché posta a contatto con possibili microlesioni della mucosa orale?

Non capisco dove stia la verità visto che ci sono informazioni opposte sui siti che si occupano di AIDS.

Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
....."Ho notato che in Internet ci sono informazioni contrastanti sul rischio di contrarre l’HIV dal dentista supponendo che gli utensili usati riportino tracce del sangue della persona precedente..."


Non legga Internet e non supponga niente,i dentisti abilitati utilizzano strumenti monouso e quelli non monouso
vengono autoclavati a 140 gradi (anche i trapani e le frese)'
Ogni kit paziente e' regolarmente imbustato e sigillato sia che sia monouso che non( mi riferisco a strumentario riutilizzabile).Dopo ogni seduta viene regolarmente posto nel locale adibito a sterilizzazione lo strumentario in precedenza utilizzato in attesa di essere autoclavato ed adoperato uno strumentario conpletamente nuovo,regolarmente imbustato e sigillato come gia' accennato.
Non pensera' mica che abbiamo solo uno specchietto ed uno specillo,spero.
Lo "sbustamento" avviene alla presenza del paziente,per cui non deve avere alcun dubbio sulla sterilita' ed eventuali contaminazioni.
Idem per bicchieri ed aspirasaliva che vengono presi nuovi davanti al paziente,cosi come i guanti,aghi per anestesia e gli altri presidi monouso.Il rischio contaminazione da virus,batteri,miceti e' praticamente zero.
Questo presso gli esercenti regolarmente la professione odontoiatrica,fra i dentisti
"abusivi" poi tutto e' possibile.
Si rivolga sempre presso Colleghi Abilitati.
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 467XXX

Buonasera Dottore,
Grazie prima di tutto per la risposta.
Io intendevo in linea teorica, se dovesse succedere una cosa del genere, sarebbe a rischio per Hiv?
Intendo dire se i contatti indiretti non sono a rischio, una situazione del genere potrebbe esserlo?
(Esistono anche dei ciarlatani al mondo, ovviamente cerchiamo sempre di evitarli) ma la domanda riguarda la sopravvivenza del virus..
La ringrazio
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
In linea teorica il rischio esiste anche se
il virus HIV, per nostra fortuna, e' poco resistente agli agenti atmosferici ed infatti non resiste all'essiccamento, ai raggi ultravioletti del sole, all'alcool e alla candeggina e, se esposto all'aria, rapidamente si disintegra.Maggiore e' il rischio per il virus dell'epatite.Le consiglio
di rivolgere il quesito specifico in Area Malattie Infettive.
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Mi permetto di intervenire, perchè chiamato in causa.
Il Dott. De Socio le ha dato una risposta impeccabile.
Uno studio odontroiatrico SERIO non comporta alcun rischio per la trasmissione di malattie virali trasmesse con il sangue.
Ovviamente questo ha dei costi: se un dentista vuole mandare avanti il suo studio con due manipoli, due frese e due specilli.... lei pagherà di meno ma correrà realmente il rischio di incorrere in una infezione virale (HCV - HBV - HIV).
Se si rivolgerà ad una struttura che rispetti le norme di sterilizzazione che le ha elencate il collega il rischio è nullo, ma pagherà di più.
Quindi, quando si scelgono dentisti a "buon prezzo" attenzione: occhi aperti e nel dubbio nessuna vergogna nel far notare ciò che appare sospetto.
Credo di non dover aggiungere altro alla risposta molto esaustiva del Collega.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.