Utente 465XXX
Buongiorno, dopo anni durante i quali ho trascurato la mia igiene dentale e soprattutto dopo essermi sottoposto negli ultimi mesi a tutte le cure necessarie dal dentista, ho finalmente deciso da adesso in poi di essere molto più accurato nella pulizia.
Utilizzo filo interdentale, scovolino e spazzolino.
Premetto che ho la dentatura molto "affollata", quindi con molti punti di contatto "angolati", l'accesso ai quali è difficoltoso; vorrei acquistare uno spazzolino elettrico, ma al di là dei messaggi pubblicitari, vi chiedo se, nel mio caso, sia meglio la tecnologia a vibrazione (tipo sonicare) o quella a rotazione/oscillazione (del leader di mercato...).
In particolare, le testine a rotazione sono piccole e tonde e mi sembrano più manovrabili rispetto a quelle lunghe (tipo spazzolino manuale) a vibrazione.
Voi cosa ne pensate? Ci sono differenze sostanziali tra le due tecniche?
Tenete presente che ho anche una pronunciata retrazione gengivale in corrispondenza di alcuni denti.
Ovviamente ogni sei mesi mi sottoporrò anche alla seduta di igiene presso il dentista.
Grazie per un vostro prezioso consiglio, buon lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Personalmente,visto che parla di retrazioni gengivali,le consiglio uno spazzolino adeguato di dimensioni consone ai suoi denti,da utilizzare manualmente,per non interferire con
le gengive.Chieda ovviamente conferma a chi l'ha in cura e conosce la sua situazione orale.
Buona Giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia