Utente 411XXX
Buongiorno,
avrei bisogno di chiedere un chiarimento per un'estrazione che dovrei fare di un 15.Attualmente questo dente è sotto un ponte che è stato fatto parecchi anni fa e cementato in maniera definitiva.Il ponte copre il 15 appunto e tre impianti inseriti al posto del 16 17 e 18.Il 15 è stato devitalizzato ma ora si è visto chiaramente con una radiografia che si è cariato e a parere del dentista va estratto.Presenta inoltre un granuloma all'apice. Dalla radiografia non si vede se il dente è stato completamente piallato e quindi sono rimaste solo le radici o se sia presente anche una parte di dente.La proposta del dentista è di estrarlo da sotto il ponte senza rimuovere la corona.Oltretutto il dente precedente è mancante ma non so se si userebbe questo spazio per entrare di lato.Ora è la prima volta che sento una cosa di questo tipo e non so se sia prassi normale.Infatti mi chiedo se questo sistema mi garantisca che verrà rimosso tutto, compresa la parte di dente se ancora fosse presente e soprattutto che venga ripulita tutta l'infezione che mi hanno spiegata essersi creata col tempo. In sostanza vorrei sapere se sia la stessa cosa che non rimuovere il ponte e fare un'estrazione nel modo "classico" e se sia più dolorosa rispetto ad un'estrazione normale.


Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Non si comprende il perche di un ponte che collega impianti con elementi naturali,la regola è impianti con impianti e denti con denti.Se il ponte é cementato definitivamente,cosa che non consiglio mai su impianti optando per la cementazione provvisoria che permette di intervenire per qualsiasi problema,la soluzione potrebbe essere quella di fresare con estrema accortezza la giunzione del ponte tra 15-16,senza ovviamente "danneggiare" la protesi su impianti,in modo tale da estrarre il 15 con la sua corona.Se poi sussistono le condizioni e le indicazioni potrebbe essere inserito un impianto post-estrattivo........ed un impianto sul 14 che riferisce essere mancante.Altre soluzioni non le vedo,a meno di "fresare tutto il ponte" per rimuoverlo,con il rischio di fare danni e comunque di doverlo rifare ex novo.Si consulti con un esperto di implantoprotesi.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 411XXX

La ringrazio per la celere risposta.
In merito alla scelta di fare un ponte che includesse anche un dente devitalizzato sono rimasta anch'io sconcertata, soprattutto perchè non ne ero stata informata a suo tempo.
Avrei bisogno di chiederle un chiarimento in merito a quanto mi ha suggerito.Fresare la parte di ponte che contiene il 15 non vorrebbe dire lasciare poi la parte posteriore di corona "aperta" e quindi non protetta da infiltrazioni di cibo o quant'altro? O l'eventuale successivo inserimento di impianto con corona fungerebbe da tappo diciamo?
Le chiedo anche se quindi, per lei, la soluzione proposta dal suo collega di estrarre senza togliere la corona, risulti applicabile o meno e se possa essere risolutiva o no.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Se il ponte come penso è in metallo-ceramica,quando si separa il 15 dal resto,resta "scoperta"solo la giunzione metallica tra gli elementi(cioe' la saldatura),invero molto piccola,e quasi impercettibile presente sulla zona mesiale del 16,e che in seguito verrà "celata" dalla nuova corona su impianto del 15 e lascia "intatta"la porzione adiacente della corona sul 16(ma occorre "mano esperta e delicata...")Personalmente é la soluzione che consente di salvare il resto del ponte e di poter estrarre il 15 come se si trattasse di un dente singolo,ripulire l' alveolo da eventuali infezioni ed inserire subito un impianto.
Se ha dubbi consulti chi si occupa di routine di implantoprotesi .Non condivido quello che le hanno proposto.
Buona Giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 411XXX

La ringrazio per le chiare indicazioni su come procedere e per la sua opinione in merito all'intervento propostomi .E' sicuramente una buona soluzione che non mi era stata proposta ma penso consentirebbe di salvare al meglio la situazione impianti e ponte senza interventi aggiuntivi.

Una buona giornata anche a lei