Utente 363XXX
Mi ritrovo con una carie al dente del giudizio inferiore (dente 38) che ha distrutto all'incirca 1/4 della superficie occlusale, ed essendo molti anni(da quando ero bambino, cioè circa 20 anni, forse anche più) che non metto piede in uno studio dentistico, e visto che ormai nella città in cui abito ci sono più dentisti che pizzerie(ovviamente esagero...ma neanche tanto!), mi chiedevo in base a quali criteri sceglierlo?
Come giudicare la bravura e la professionalità di un dentista? quali attrezzature possono fare davvero la differenza in una otturazione? un dentista che utilizza il microscopio operatorio è da preferire rispetto a chi non lo usa?quali sono i materiali migliori per l'otturazione?
Quello che mi interessa è soprattutto la durata, preferirei spendere il doppio e non dover più vedere un dentista per altri 20-30 anni, che risparmiare ora per poi dover rimetterci le mani tra qualche anno.
Però ovviamente non mi piace nemmeno buttare i soldi, se ad esempio il microscopio(o altre strumentazioni molto pubblicizzate, come il laser, la radiovideografia dentale, videocamera endorale ecc..) per un'otturazione(presumo che un dentista munito di determinate tecnologie abbia un tariffario nettamente più elevato) non fosse garanzia di risultati mediamente migliori, non andrei a cercare uno studio dentistico che abbia questi strumenti!

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, un buon rapporto qualità prezzo lo può trovare dove non c'è pubblicità e visite con radiografie gratuite, perché involontariamente si troverà da pagare nella sua parcella tutte le prestazioni gratuite di tutti quei pazienti che ne usufruiscono e che poi non accettano il preventivo. La fiducia nel medico sarà fondamentale, la strumentazione non è da trascurare, ma non è garanzia di un ottima prestazione. L'uso di sistemi di isolamento diga sono un bel biglietto da visita e in certi casi fa la differenza, il passaparola non ha costi ed è sincero rispetto alle pubblicità, quindi è da preferire. Basilare è un unico operatore, un unico responsabile; non la posso esentare dalla visita semestrale, perché se le riscontreranno un tumore del cavo orale precocemente, mi ringrazierà.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 363XXX

Grazie per la risposta.
Sono d'accordo che la fiducia nel dentista sia fondamentale e più importante della strumentazione, ma quella non ci può essere a priori, per questo chiedevo dei criteri per orientarmi tra i tanti studi dentistici della mia zona.
Quindi ricapitolando direi che i criteri basilari nella scelta di un dentista per una normale otturazione/ricostruzione siano il rispetto impeccabile delle norme igieniche(purtroppo difficile da verificare personalmente), l'uso della diga di gomma, e l'esclusione di studi dentistici che adottano strategie pubblicitarie degne di un venditore più che di un medico(tipo prima visita gratuite, igiene professionale o radiografia fortemente scontata, ecc..)

Per quanto riguarda il microscopio, fermo restando che mi rendo conto non basti lo strumento a fare un bravo dentista, non ho capito se può essere d'aiuto nel migliorare la qualità delle otturazioni(migliorare la qualità in senso relativo, rispetto allo stesso identico dentista senza microscopio, non in senso assoluto), oppure se il suo uso in questo ambito è indifferente.
Per concludere non ho avuto risposte sui materiali per le otturazioni.
C'è differenza tra l'uso di un materiale piuttosto che un altro? ha senso chiedere al dentista che materiali utilizza? oppure (tra i materiali leciti e certificati) uno vale l'altro, e la differenza la fanno soprattutto le mani(e gli occhi) del dentista?

[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Chieda ai suoi colleghi e amici se il loro dentista utilizza quando effettua le cure utilizza la diga di gomma. Se la risposta e' affermativa vada con fiducia.
E'indice che quel dentista prova a far le cose al meglio.
Ed un dentista che utilizza la diga ( negli USA e'stata introdotta nei primi del '900, in Italia fino a qualche anno fa era utilizzata dal 5% dei dentisti. Il suo utilizzo e' raccomandato da tutte le societa' scientifiche odontoiatriche) difficilmente trascura altri dettagli.
Gli altri aspetti che ha citato (microscopio, laser, videocamere ecc ecc) son assolutamente secondari rispetto a questo, anche la scelta del materiale che non potra' certo far lei ma dovra' necessariamente delegare al professionista al quale si affida.

Cordialita'
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#4] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Difficilmente possiamo trovare materiali per otturazione non a norma o privi di certificazione, persino l'amalgama, oggi in libera vendita possiede le certificazioni. Tutti gli odontoiatri iscritti all'Ordine dei Medici conoscono e applicano le norme igieniche. Qualunque odontoiatra è in grado di gestire un intervento di otturazione dentale, anche senza grande esperienza data la presenza di protocolli. Il capello bianco e l'occhio clinico è utile per la valutazione globale del cavo orale, che spesso trova quello che il paziente nemmeno sospetta.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#5] dopo  
Utente 363XXX

Grazie a entrambi per le risposte, ora ho le idee molto più chiare!
Credo che seguirò i consiglio del Dr Di Iorio.
Saluti