Utente 496XXX
Buongiorno,
Ho un problema con un dente devitalizzato che ho iniziato a trattare da 9 mesi. Il dente è stato trattato già 3 volte, l'ultima due mesi fa, ma ha ricominciato a farmi male e il dolore è in aumento.
Spiego:
Il dente è stato già trattato tre diverse volte (ogni trattamento con microscopio, diga).
Il primo trattamento è stato effettuato 9 mesi fa, come normale devitalizzazione. Un controllo dopo qualche settimana da un secondo dentista ha evidenziato che uno dei canali non era stato trattato fino all'apice e quindi mi è stato consigliato di ritrattarlo. Così ho fatto affidandomi al dentista (il secondo) che mi aveva diagnosticato la situazione.
Il primo dentista, con cui ho un rapporto di fiducia, informato della situazione mi disse che era dovuta al fatto che al momento del suo trattamento il canale sanguinava molto e quindi il cemento non aveva preso.
Sfortunatamente il secondo trattamento non ha risolto il problema e ne ha causato uno nuovo: il collega che ha praticato il secondo intervento "riparatore" mi ha procurato una fenestrazione nel dente accidentalmente (questa seconda operazione l'ho svolta fuori Italia dato che mi trovavo all'estero).
Pure dopo questo secondo trattamento continuavo a accusare un netto fastidio e perciò rientrato in Italia ho fatto una nuova visita di controllo col mio dentista di fiducia (il primo), che mi ha appunto diagnosticato la arrecata fenestrazione nel secondo trattamento: ha anche aperto il dente e ha constatato che il canale problematico non era ancora a posto, infatti vi aveva trovato un ambiente umido che mi ha indicato come non regolare. Ha quindi provveduto a chiudere la fenestrazione e a un ritrattamento (il terzo) del canale problematico, assicurandosi di riempire il canale di cemento fino all'apice (anzi, mi ha detto che un dolore che ho accusato in fase di trattamento era un buon segno perché' era indice che il materiale di riempimento era giunto fino alla sommità dell'apice premendo sul tessuto esterno).
Questo terzo trattamento è avvenuto 7 settimane fa.
Da alcune settimane ho ricominciato ad accusare prima un fastidio e ora un netto dolore. Il dolore è pulsante e insostenibile alla pressione. Inoltre se tasto la gengiva al di sopra del dente avverto un dolore pure là.
Non so più che fare: trovandomi di nuovo all'estero ho chiesto un altro parere da un dentista locale e vista una radiografia mi ha detto che il problema è che il materiale di riempimento del canale fuoriesce dal canale (tipo una spina quindi).
Lo stesso dentista mi ha anche detto di fare una nuova TAC per avere un quadro più chiaro ma io sono contrario perché ne ho già fatte tre in 9 mesi (qui mi dicono che è normale, che sono TAC non di tutta l'arcata ma di soli due denti, a me però tutte queste radiazioni preoccupano)
Che faccio? magari basta una terapia a base di antibiotici? Devo riaprire il dente una quarta volta? Posso fare una quarta TAC? Mi resta solo l'apicectomia?
Grazie in anticipo per i consigli

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, anche i migliori endodontisti con diga e microscopio hanno i loro insuccessi, chiaramente questo dente sta diventando un malato terminale e forse occorre prendere in considerazione l'avulsione con riabilitazione implantare.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/