Utente 138XXX
Buonasera,

Ho estratto il dente del giudizio dx inferiore parzialmente occluso il giorno 18/7, nel reparto di chiururgia estrattiva.

L'intervento non è stato particolarmente difficile ma è stato necessario fare un po' di forza su dente per farlo uscire. Il dolore è durato solo nel giorno dell'estrazione. Ho seguito terapia antibiotica per 6 g, cortisone (1mg x 2 volte) per 3 g e brufen da 600 per i primi due giorni. Il giorno successivo all'estrazione, la guancia era molto gonfia e il gonfiore è poi diminuito nel corso dei giorni.

Ho effettuato una visita di controllo il 25/7 per togliere i punti e ho fatto presente di avere un problema.
Metà lingua sembra non essersi risvegliata. Non ho sensibilità e la sensazione che ho è come se avessi subito una ustione. Mi è stato detto che è una complicanza che potrebbe risolversi in breve o in mesi o addirittura mai. Mi è stato dato Nicetile da 500 per 10gg x 2 volte/giorno. Al momento non noto grandi miglioramenti ma mi sono assuefatta alla sensazione (insopportabile) per cui potrei non essere in grado di distinguere miglioramenti.
La mia domanda è: come stabilire se è un cosa irrisolvibile?

Il mio secondo problema è l'apertura della bocca. Già durante la visita di controllo era stata notata una apertura ridotta (sono a due dita circa), ma non mi è stato detto nulla. La cosa non è cambiata nei giorni e mi sta preoccupando. Non ho dolore, ma se sforzo sento tirare la guancia opposta all'estrazione e la lingua. Cosa posso fare a riguardo? È una situazione che richiede ancora tempo per essere giudicata?

Ho una seconda visita di controllo il 6/8 e non so se è possibile anticipare in quanto la struttura è chiusa per il periodo estivo. È il caso di insistere per anticipare o recarmi da un altro dentista?

Sono quindi molto in ansia per la situazione.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
I problemi sono duplici,il primo riguarda la lesione del n.linguale,non sappiamo se legata alla anestesia tronculare o alle manovre chirurgiche.Se la lesione è parziale (neuroaprassia)il recupero avviene in settimane,se é stata lesionata la guaina mielinica ma non è stato tranciato il nervo(assonotmesi)il recupero richiede mesi.Se la lesione è completa non vi è recupero(neurotmesi)
Nel secondo caso è ipotizzabile un trisma del massetere per contrattura spastica legata al tempo intercorso per l'avulsione.
Antinfiammatori, impacchi caldo umidi e manovre di strechting,risolveranno il problema.
Per il n.linguale sentirei il parere di un Neurologo esperto di Neurofisiopatologia.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 138XXX

Gentile dr. De Socio,

La ringrazio per la veloce risposta.
La situazione del nervo linguale mi è chiara e spero di non trovarmi nel caso di lesione completa. Chiederò un consulto quanto prima.
Ho una domanda sull'ipotesi di trisma invece. Non ho alcun dolore, se non qualche piccola fitta o fastidio, specialmente dopo mangiato. Crede sia il caso di anticipare la visita del 6 per valutare la corretta terapia antiinfiammatoria? Mi fa arrabbiare che i medici che mi hanno visitata mercoledì non mi abbiano segnalato il problema, nonostante sia visibile.

La ringrazio anticipatamente della disponibilità e le mando cordiali saluti.