Utente 338XXX
Dottori salve. Mi ritrovo dopo diverso tempo a dover chiedervi un parere. Sono in forte ansia e forse ulteriori pareri vostri possono aiutare, indipendentemente preferisco avere una idea concreta della situazione.
Tutto iniziò circa un mese fa, anni addietro mi è stato tolto il dente del giudizio nella arcata bassa lato sx, ho avuto poco interesse nella igiene orale in questi anni e sono fumatore oramai da quasi 17. Il dente del giudizio parallelo a quello asportato (a detta del dentista) ha cercato la “battuta” scendendo, questo un mese fa circa ha creato (detto nella prima visita visto dolorante e bianco) una lesione ipercheratosica.
Dopodiché il dentista mi ha fatto andare in ospedale per ulteriore visita e di eventuale biopsia, il giorno di questa visita (circa 4/5 giorni dopo) il medico di quel momento mi disse che non era il caso di fare subito una biopsia ma di attendere 10 giorni, andai il giorno stesso dal mio dentista con questa notizia, lui nel mentre mi visitó e noto che la lesione man mano regrediva. Dopodiché eravamo in accordo di vederci per una pulizia (la prima ma ne dovrò fare un altra) il giorno di quest’ultima mi limó il dente del giudizio che mi provocava offesa e notò ulteriormente che la lesione continuava a regredire, quindi mi rassicurò dicendomi che probabilmente non mi avrebbero manco fatto la biopsia il giorno programmato per la visita.
Il giorno di questa visita per eventuale biopsia (lunedì 13-10-18) c’era un altro medico, appena vista ha preferito farmi la biopsia (senza colorante).
Essendo io realmente ipocondriaco (ormai sono 4/5 anni che prendo xanax da 1mg 3 volte al giorno) ho fatto parlare mia moglie con il medico, il quale ha detto che certamente non c’è da preoccuparsi e che se proprio dovesse essere il peggio si parlerebbe di displasia e non di neoplasia.
Quello che continuano a dirmi in 3 dottori tra l’altro, ma quello che mi lascia perplesso è principalmente che prima la definivano lesione ipercheratosica, mentre l’altro giorno l’ha definita leucoplasia.
Ora vorrei capire, perché davvero di giorno in giorno continua a migliorare e a diventare tutto più rosa. Ma sono in attesa della risposta istologica e continuo a temere un carcinoma e che tutti mi vogliano tranquillizzare solo per evitare di farmi agitare.
Spero di aver dato una spiegazione abbastanza dettagliata e che possiate darmi la vostra opinione in massima franchezza. Come vedrete dal profilo 29 anni, maschio, fumatore (circa 30 sigarette al di nell’ultimo anno, prima meno)

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, in questo momento i sospetti possono essere diversi e nessuno è certo, di certo sappiamo che è una lesione bianca che tende a regredire e questo è favorevole verso una benignità. La certezza c'è la darà l'esito dell'esame istologico, per cui stia tranquillo attenda dormendo tranquillamente, che se anche fosse la peggior ipotesi, lei verrà curato. Quello che veramente mi fa paura nel suo caso, che lei non abbia abbandonato definitivamente il fumo e le consiglio di farlo immediatamente, perché qui con molta probabilità non ha fatto crescere nulla, ma non posso escludere che lo possa far nascere in altri distretti.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 338XXX

Buongiorno, la ringrazio per la risposta. Per via dello spazio disponibile il capitolo “fumo” l’ho un po’ trascurato. La riduzione è stata notevole, mi sono anche informato e dicono che la puntura dietro l’orecchio è un ottima soluzione. Negli obiettivi a breve termine c’è sicuramente l’abbandono del fumo, principalmente per la questione SALUTE e anche perché conti alla mano sono soldi davvero buttati e per farmi del male (circa 2764€annui).
Purtroppo alterno per questo problema momenti nei quali accetto qualunque sia il risultato nella “sicurezza” della medicina e dei passi da gigante fatti negli ultimi anni, a momenti in cui mi do letteralmente per “spacciato” penso a una neoplasia e del tipo incurabile (magari metastasi).
In questi anni non ho avuto vita facile, inizialmente problemi intestinali, poi varie gastriti (fatto sia colonscopia che gastroscopia), poi avuto fistola perianale (se ne sono accorti grazie ad un primario che ha tratto all’istante la conclusione) per 2 anni ogni 2 mesi mi dovevano incidere per far drenare il pus un ascesso che veniva proprio sulla cavità rettale dando colpa ai peli (non scherzo davvero per 2 anni mi hanno fatto fare sta vita). Il 12 febbraio di questo anno mio fratello maggiore ha tentato il suicidio cercando di tagliarsi i polsi nella vasca da bagno (per fortuna non ce l’ha fatta). Ora questa cosa, che con la mia reale ipocondria mi fa pensare al peggio, sto davvero esplodendo. Scusi lo sfogo ma davvero ogni tanto per questo il ultimo problema ho delle crisi di panico nelle quali inizio ad agitarmi, sono giovane e non voglio andarmene via così, ci sono tante cose che vorrei ancora fare.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Tutti chi più e chi meno, hanno i loro dispiaceri e piaceri e si vorrebbe vita eterna, purtroppo è impossibile stabilire il momento della nostra morte e quando arriva la sapremo accettare. Non esiste un sistema sicuro per smettere di fumare, occorre motivazione e volontà, diminuire senza troncare, non serve a nulla, parola di ex fumatore.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 338XXX

Disturbo ancora per chiedere una cosa. Sia il mio dentista odontoiatra che gli altri due visti in ospedale mi hanno detto che sicuramente non è una neoplasia perché la regressione non è possibile, confermate?
E nel caso... la stessa regola vale per la displasia o nel grado lieve è possibile un miglioramento costante e continuo della zona?
Indipendente sarà mia volontà rimuovere l’intera porzione di carne interessata piuttosto che tenerla sotto osservazione.

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
La certezza la da solo l'istologico, poi le cure le stabilirà l'odontoiatria che ha richiesto l'istologico. Lei verrà correttamente informato e sarà sua facoltà dare il consenso all'intervento, qualunque sia la risposta dell'istologico.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#6] dopo  
Utente 338XXX

Rieccomi a scocciare. Un mio carissimo amico che sta studiando medicina (oncologia per la precisione) mi ha detto chiaramente che se su tre medici, NESSUNO ha menzionato la parola sospetto (verso la neoplasia) ma dicendo tutti che al massimo si parla di displasia in teoria il peggio del peggio lo dovrei escludere a priori in quanto sarebbero stati tenuti a dovermelo dire. Me lo potete confermare? (È un grande amico e mi fido di lui ma per la parte burocratica un ulteriore parere non mi dispiacerebbe). La lesione intanto continua a regredire, siamo passati da avere tutta la superficie dove c’era il dente del giudizio cheratinizzata, più la parte tra la gengiva e la guancia (quindi una superficie abbastanza importante) ad avere una piccola “strisciolina” sempre tra la gengiva e l’interno guancia, superficie che di giorno in giorno regredisce tornando allo stato roseo e dal bianco forte a un bianco traslucido. Ringrazio in anticipo per la pazienza, mi rendo anche conto che preso dall’ansia muovo molto la bocca anche stando a riposo e la lingua, probabilmente sto irritando da solo, per la questione fumo lo psichiatra mi ha consigliato di non smettere di botto ora che sono in forte stress, quindi ho considerevolmente ridotto, appena avrò i risultati sicuramente cederò la sigaretta verso bastoncini di liquirizia o altro perché al momento davvero non mi aggrada la sigaretta se non le 2/3 dopo i caffè

[#7] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
In teoria ci può stare, in certezza si ottiene con l'istologico, non a caso hanno deciso di eseguirlo. Attenda, quello che sarà non lo può di certo cambiare.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#8] dopo  
Utente 338XXX

Buongiorno dottori, ci tengo ad informare che con la riduzione e cambio di marca sigarette (sono passato dalle 30/40 al giorno alle 10/15 riducendo sempre più grazie alla sigaretta elettronica) in effetti la lesione e di è ridotta drasticamente, siamo passati da una lesione da trauma ipercheratosico di circa 3/4 cm a ormai una superficie biancastra che non supera i 3/4 mm. Di conseguenza tutti mi continuano a dire aspettando il referto (purtroppo arriverà entro fine mese) che davvero devo abbandonare l’idea “cancro in bocca” e al massimo se proprio voglio preoccuparmi di avere al massimo una displasia (ma escludono pure quella visto i miglioramenti evidenti dalla riduzione del fumo). Pareri esterni non mi dispiacciono e so che la certezza assoluta l’avro Solo con il risultato della biopsia, ma è verosimile quello che mi si dice? Se può essere utile i linfonodi non sono minimamente ingrossati in nessun distretto superiore (dalla vita al capo). L’ospedale è il Santa corona di pietra ligure (Sv) se avete altri suggerimenti di strutture oppure altri pareri che possono legare con i loro sono ben accetti, vivere di ansia non aiuta ma davvero fatico ad evitare, ormai sono a 4mg di xanax al di per stare tranquillo. Ancora ieri il dentista (in vacanza) viste le foto mi ha detto di stare più che tranquillo. Altra nozione è che mi è stata presa una porzione di tessuto di circa 1,5 mm di diametro.
Ringrazio per la pazienza e vi chiedo di aiutarmi, ogni giorno la mia psiche mi porta a pensare “hai un tumore, stanno sottostimando e morirai entro un anno” sembra stupido, ma solo chi soffre di ipocondria reale e forte può capire queste dinamiche.

[#9] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
“hai un tumore, stanno sottostimando e morirai entro un anno” questo va bene per un qualunque neo o cellula celebrale o qualunque cellula dei nostri tessuti ed è applicabile a qualunque persona. Non possiamo modificare il nostro destino, si tranquillizzi che qualunque cosa sarà avrà le migliori cure.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/