Utente 509XXX
Buon pomeriggio sono una ragazza di 18 anni e ho portato l'apparecchio per tre anni circa. Andava tutto bene non ho mai avuto problemi facendone uso, però circa un anno fa il mio dentista non si è accorto di non aver tagliato il filo dell'apparecchio e neanche io perché non sentivo fastidio. Dopo qualche settimana però iniziavo a sentire fastidio all' interno della guancia destra in direzione del molare perché il filo toccava e si infilava all'interno della guancia. Spaventata vado dal dentista e tagliandino il filo nota un'infezione ma nulla di grave. Dopo qualche giorno dopo aver tagliato il filo noto un "buco" doloroso e vado dinuovo dal dentista che mi rimuove completamente l'apparecchio per non peggiorare la situazione. Per una settimana prendo un antibiotico e uso il colluttorio ma non ci sono segni di miglioramento. Il dentista mi dice che è una lesione provocata dal filo e che essendo una parte sempre bagnata non passerà facilmente. In effetti il "buco" si stringeva poco alla volta.Dopo otto mesi ha iniziato a chiudersi quasi del tutto. All'inizio dicevo spesso al dentista di fare un esame perché ero preoccupata ma disse che non è importante perché doveva passare da solo. Poi insistendo ho prenotato una visita all'ospedale Miulli di Acquaviva. Il dottore che mi ha visitata ha detto che non c'era bisogno di fare una biopsia perché ormai il "buco" si era cicatrizzato. Ad oggi vedo un taglio con cicatrice e non mi provoca dolore,solo alcune volte e tutti mi hanno detto che è normale e che probabilmente il dolore mi verrà spesso per sempre. Non sono soddisfatta di una semplice visita perché volevo approfondire il caso. Cercando su internet ho letto che se una lesione non passa entro un tot. di settimane e non si rimargina subito probabilmente è un tumore e con questo tumore hai 4-5 anni di vita per questo sono molto preoccupata e non sono contenta di una semplice visita,ma vorrei approfondire ma mi dicono che essendo una cicatrice non si può fare un biopsia. Sono sicura che è successo tutto quando il filo non era tagliato o può essere altro? Ho paura che sia o si trasformi in un tumore anche se si è cicatrizzato e mi sono fatta visitare,non ne sono sicura al 100% perché è strano che ci ha messo così tanto tempo per cicatrizzarsi...e ho paura che si possa riaprire o più in là provocare malattie... Ci penso spesso e non vivo bene...pensate che mi porterò a vita questo problema o che tra anni sparirà la cicatrice? Ed è normale che ad ogni colpo d'aria mi fa male quel punto? Grazie in anticipo. Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Le lesioni che non guariscono spontaneamente o dopo terapia in un paio di settimane meritano un approfondimento diagnostico. Questo non vuol dire che si tratti necessariamenre di tumori ne' tanto meno che si muoia dopo 4-5 anni.
Se l'han vista piu' medici senza ravvisare elementi di allarme dubito che abbiano tutti presi una "cantonata" .
Ad ogni modo la visita di un odontoiatra esperto in patologia orale credo le possa restituire un po' di serenita'.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 509XXX

Grazie per la risposta Dr.Enzo di Iorio,ormai il "buco" è chiuso e c'è una piccola cicatrice però la cosa che mi preoccupa è che tanti mesi per cicatrizzarsi è normale? O nel frattempo che si chiudeva può essere che c'è già una malattia? Mi hanno controlla due medici e hanno detto che non bisogna fare biopsia perché non è niente di che e ormai si è cicatrizzato,se non si cicatrizzava mai allora si. Anche se preferivo fare un esame approfondito perché leggendo alcune cose mi spaventa molto. Pensa che mi porterò a vita questa cicatrice con dolori avvolte?
Cordiali saluti