Utente 208XXX
Buonasera!

Sono un ragazzo di 33 anni e scrivo per il seguente motivo: circa 2 anni mi è stata applicata una capsula in ceramica al dente n. 15, a sua volta precedentemente devitalizzato e ricostruito con perno al suo interno. Preciso che il dente successivo, quello n. 16 è assente e che utilizzo una protesi removibile Breflex come aiuto per la masticazione. Sono una persona molto scrupolosa che lava i denti 3 volte al giorno, usa il filo interdentale ed il colluttorio prima di andare a dormire. Tornando al dente 15, subito dopo non molto tempo che la capsula era stata applicata sono iniziati i sanguinamenti ogni qualvolta passavo il filo interdentale nello spazio tra il 14 ed il 15. In cerca di risposte sono più volte tornato dal dentista che aveva fatto il lavoro il quale ha sempre "minimizzato" il tutto dicendomi che si trattava di un semplice "ristagno di placca" e che non c'era da preoccuparsi. Però i sanguinamenti con il filo interdentale continuavano. Così sono andato a consulto da un altro medico dentista molto stimato nella mia zona il quale, dopo aver fatto RX endorale, mi ha confermato che la capsula "non chiudeva perfettamente" e che c'era un angolino piccolissimo scoperto ove cui si sarebbe potuta infiltrare placca e saliva. Allarmato da questo sono tornato dal primo dentista con la lastra in mano chiedendogli spiegazioni. Inizialmente mi aveva detto che sarebbe stato disposto a rifare il manufatto da nuovo poi ha cambiato versione e mi ha detto che si tratta di una cosa irrisoria, che non c'è motivo di preoccupazione e che devo stare tranquillo. Ma io tranquillo non sono affatto! Quella corona mi è costata diversi soldi, tutto frutto dei miei risparmi messi via con fatica ed impegno (sono disoccupato). A voi chiedo: quale potrebbe essere la causa di questo spazio che si è venuto a creare? Manufatto non costruito a regola d'arte? Retrazione gengivale dovuta allo stesso oppure dovuta al dente 16 assente?

Vi prego di aiutarmi a capire!

Grazie mille

G.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, noi a distanza non possiamo di certo conoscere le cause. Le potrei consigliare di farsi spiegare come rimuovere la placca in quella zona dal suo Odontoiatra per poi impegnarsi alla rimozione fino a far recedere il sanguinamento, con una programmazione di visita a distanza. A volte i monconi sono distrutti nella zona sottogengivale e la gengiva non può formare un attacco epiteliale con una struttura amorfa, come la corona dentale; questa a volte è causa di sanguinamento.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 208XXX

Buonasera Dottore!

Nel mio post precedente mi sono dimenticato di specificare che da circa 20 e più giorni NON noto più sanguinamento in quella zona usando il filo interdentale.

Il problema ad oggi, semmai, è che la radiografia effettuata dal secondo dentista ha evidenziato che c'è una parte di gengiva "scoperta" che non è sigillata dalla capsula (come invece dovrebbe), si tratta di una parte piccolissima però c'è. Quale potrebbe essere la causa? Manufatto non progettato a regola d'arte? Retrazione gengivale? Mancanza del dente 16 (che comunque ho sostituito in parte con una protesi removibile BreFlex)? Ho diritto a pretendere il rifacimento da nuovo di una corona in ceramica dopo solo due anni??

Grazie


G.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Lei parla di RX e gengiva, cose contrastanti perchè le RX non evidenziano tessuti molli, come le gengive. Inoltre il sanguinamento non è più presente, forse una bella chiacchierata con il suo odontoiatra, da chiarimenti e risultati migliori di una controversia legale, che le costerebbe molto di più del valore della corona.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 208XXX

Buonasera Dottore!

Oggi sono stato a consulto da un terzo dentista (anch'esso, come nel caso del secondo specialista da me interpellato, molto "quotato" e stimato nella mia zona).

Ha visionato le RX endorali del dente 15 con la corona e, incredibile ma vero, mi ha detto che:

1) non c'è nessuna infiltrazione sotto la capsula
2) la corona chiude bene i bordi (in disaccordo con il secondo dentista che vedeva una microscopica fessura tra il bordo della capsula e la gengiva)
3) ha riscontrato un'infiammazione generale a carico delle gengive (sanguinano facilmente) e mi ha consigliato una seduta d'igiene.

Bene, e adesso? Chi ha ragione sulla corona? In pratica il terzo dentista è parzialmente d'accordo con il primo (quello che ha eseguito il lavoro): la capsula chiude bene i bordi.

Eppure anche il secondo dentista è molto quotato nella mia zona.

Cosa faccio?


Grazie


G.

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Non vada a cercare il quarto odontoiatra, 2 su 3 sono concordi, poi visti i miglioramenti mi limiterei alla visita semestrale.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#6] dopo  
Utente 208XXX

Sono d'accordo con Lei, mi fermo qui.
Penso che ad ogni modo farò la seduta d'igiene a breve perché non può che farmi bene: è vero le mie gengive hanno un po' la tendenza a sanguinare quando uso il filo interdentale, in questo penso che il terzo odontoiatra abbia ragione.

Per quanto riguarda la precisione della capsula non so cosa dire ma il resta il fatto che se due odontoiatri su tre sono concordi allora il secondo cosa ha visto??!!

Questa è una bella domanda...!


G.