Utente 497XXX
Salve,
a seguito dell'ennesima lite e crisi di rabbia causata da mi madre, per alcuni giorni ho digrignato i denti fino a che uno si spezzato.Si tratta del dente incisivo al centro dell'arcata inferiore. La sensazione che ho avuto è come se il dente dentro fosse vuoto. Ora sono con il pezzetto che si è staccato, credo sia la faccetta anteriore, e oltre al chiedermi come risolvere queste terribili crisi di rabbia che col tempo crescono e peggiorano anziché mitigarsi, mi domando se potrò far riparare il dente facendo incollare il pezzo mancante.Faccio presente che poiché soffro anche di bruximo porto il bite ma in questi giorni non ho pensato di metterlo sempre, tra l'altro mi era stato prescritto per la notte invece la crisi l'ho avuta per tutto il giorno.Il dente mi fa male perché ora è molto più sensibile e mi ha fatto impressione per come si è sfaldato con facilità quindi immagino anche gli altri non siano in condizioni migliori e che si spezzeranno, comunque sono molto taglienti e sbriciolati alla base. E' molto triste constatare come anche questi giorni siano per me solo occasione di sofferenza e come nonostante i miei sforzi io non riesca a sottrarmi a questi terribili stati d'animo che mi procurano anche tanta sofferenza fisica e purtroppo non mi riferisco solo al dente in questione.
Saluti Maria

[#1]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, per poter rispondere ai suoi quesiti bisognerebbe poter vedere direttamente la situazione.
E' logico che la frattura causi una maggior sensibilità: può darsi che la cosa sia risolvibile coprendo il dente con una corona o che sia necessario devitalizzarlo. Inoltre può darsi che la protesizzazione sia agevole o che sia necessario considerare anche osso e gengiva circostanti, se la frattura è scesa in profondità sotto il colletto del dente: tutte opzioni che necessitano di preliminare visita diretta e probabilmente di una radiografia.
Sul problema Bruxismo veda anche questo articolo, e apra il link che trova alla fine del testo (la discussione che ne segue è invece abbastanza inutile).

https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/7140-il-ruolo-dell-occlusione-nella-patogenesi-del-bruxismo.html

Cordiali saluti
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 497XXX

Dottore grazie, stringo i denti volontariamente per la rabbia estrema che mi causa mia madre è una vita ormai: non riesco a risolvere questo problema in alcun modo non ho idea delle conseguenze a lungo termine che possono verificarsi: la mandibola scricchiola ed è dolorante spesso ho dolori anche all'orecchio adesso i denti spezzati si renda conto quanto soffro...Temo un giorno io possa rimanere con la mandibola paralizzata perché è una annosa questione che anziché diminuire va ad aumentare: la rabbia e irritazione profonda .Oltre a questo sempre per uno stato psicologico prostrante causato da questo rapporto deleterio soffro di fibromialgia e in questo caso ho il bruxismo classico che è inconsapevole, quello per il quale mi scricchiolano i denti senza che io faccia alcunché.
Non credo si possa immaginare l'effetto devastante che può avere una persona che con la quale è solo una sfortuna averci a che fare e che mi provoca crisi, dolore e un'infinità di disturbi che erano psicosomatici e che ora sono diventate delle patologie croniche.

Ma quel pezzetto non si può semplicemente rincollare?

[#3]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
No, non si può.
Ovviamente il difficile rapporto con la mamma non è di pertinenza odontoiatrica, ma il dente si, e andrebbe salvato.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 497XXX

Ok grazie Dottore, pensiamo al dente allora, e spero di salvare anche gli altri.