Utente
Buonasera avrei bisogno di un consulto, ieri mi sono recato presso lo studio del mio dentista (sempre molto pulito) prima di iniziare con la mia seduta (una cura di una carie) ho notato quella che sembrava una ditata di sangue sulla pistola ad aria (secco e non mio).

Col senno di poi avrei potuto parlare al momento ma conoscendo la cura dell'igiene del mio dentista ho vacillato e mi son detto "sarà altro".

Adesso la domanda che voglio farvi è questa, faccio bene a preoccuparmi per quanto riguarda una possibile infezione (epatite o hiv)?
E sopratutto volevo chiedervi se un soggetto affetto da queste patologie debba dichiararlo al suo dentista.

E in fine se fosse sangue di una persona non infetta rischio qualcosa?
Scusate per il disturbo e grazie a chi mi risponderà, buona serata.

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentissimo utente, abbiamo paste di quel colore che sono difficili da rimuovere, poi tenendo conto che quella parte non entra nel cavo orale in diretto contatto, i rischi si avvicinano allo zero. Tutti i pazienti durante l'anamnesi dichiarano tutte le eventuali patologie infettive e non, in modo da riuscire a somministrare i corretti farmaci.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore, delle volte sarebbe meglio parlare subito, mi servirà di lezione. Buona serata

[#3]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Certo è capitato anche a me che il paziente abbia trovato un bicchierino appena tolto dalla confezioni con dentro un pelo, la paziente l'ha riferito e ho provveduto immediatamente alla sostituzione. Nel suo caso il rischio è lo stesso similare, se il fatto fosse successo in qualunque ristorante con una posata.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/