Utente 119XXX
mio padre 74 anni ha fatto sei cicli di chemio terapia con capecitabina e oxlplatino con scarsi risultati nel senso che la massa al retto e' aumentata e le metastasi cutanee si sono ridotte. sottoposto a interventu chirurgico con miles definitiva ora PARE ci sia diffusione in altre sedi , da verificare (ossee, polmone, epatiche, nervi della gamba ?? .. ancora nn ce lo' hanno chiarito))
mi domando, possiamo intervenire con i famaci biologici e monoclonali e molecolari di nuova generazione ? tali terapie possono essere in contrasto tra loro ? l'ultima chemio tradizionale in data 21.0 .2009. flebo ox e poi capecitabina pastiglie fino al 06 agosto 2009.

siamo veramente sconcertati da tutta questa incertezza...
e non parlo della ns disperazione.
grazie

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

per poter fornire un consulto adeguato è necessario avere tutte le informazioni circa la diffusione di malattia e probabilmente tipizzarla nuovamente dal punto di vista molecolare bioptizzando una delle lesioni tumorali più facilmente accessibili. Questo allo scopo di comprendere bene con che tipo di patologia abbiamo a che fare e quale è la terapia più idonea.

Cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it