Utente 122XXX
Salve! Scrivo per conoscere un vostro parere sull'esame istologico che mi hanno consegnato qualche giorno fa. Agli inizi di agosto mia madre è stata operata con la seguente diagnosi: "ka al colon ascendente". Qualche giorno fa ho ritirato l'esame istologico in questione, di cui riporto letteralmente quello che c'è scritto.

DESCRIZIONE MACROSCOPICA:
Resezione costituita da ultima ansa ileale di cm 18 e colon cieco ed ascendente di cm 20. A cm 2 dalla valvola ileocecale si reperta neoformazione vegetante, ulcerata di cm 4x3,7. Appendice cecale di cm 5.

DESCRIZIONE MICROSCOPICA E DIAGNOSI:
Adenoarcinoma ulcerato moderatamente differenziato. La neoplasia infiltra a tutto spessore la parete fino alla sierosa. Trombosi neoplastica, invasione di spazi perineurali. Appendice cecale sclero-atrofica, indenne. Indenni i margini di resezione. Indenni 22 linfonodi pericolici.
pT3 NO G2

Secondo voi, quali rischi ci sono? A quale stadio è il problema? E' necessaria una chiemioterapia? Faccio presente che mia madre ha 71 anni e tranne un piccolo problema di diabete controllabile con le sole pastiglie non soffre di nulla.
Saluti a tutti e grazie anticipatamente per eventuali risposte

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Credo che se la Tc preoperatoria sia negativa, meriti comunque un trattamento sistemico a scopo precauzionale data la stadiazione (pT3N0G2).
Il trattamento si decide con la paziente davanti, al fine di una corretta valutazione oltre che strumentale anche clinica!
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)