Utente 129XXX
salve dottore vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione che porrà al mio quesito:
ho sottoscritto un contratto con una nota compagnia di assicurazioni sula vita nel contratto erano previsti esami ematici le elenco i risultati:
ca 15-3 12 U.I./ml
psa 0.4 ng/ml
cea 2.9 ng/ml
tpa 30.8 U/l
ca 19 3.8 U/ml
alfa1 fetoproteine 1.9 U.I./ml
nse 15,4 ng/ml
quando il dottore a letto le analisi mi a detto che il valore del'nse era un po alto e doveva valutare approfondire la cosa per il proseguio del contratto di assicurazione .
Dato che il valore massimo di normalita e di 16.5 perchè é un problema il mio valore?
se è un problema quale indagine diagnostica mi consiglierebbe?
premetto che sono un fumatore?
la ringrazio nuovamente per l'attenzione posta al mio quesito.

[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
dal punto di vista medico basterebbe ridosare nel tempo l'NSE magari associando la Cromogranina A. Non so quanto sia giusto fare degli esami in più solo perchè lo pretende l'assicuratore. Nel caso di elevazione più rilevante dei valori di NSE potrebbe essere indicato eseguire un Octreoscan.
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#2] dopo  
Utente 129XXX

grazie dottore per il sua delucidazione e mi scusi se le pongo ancora una domanda il valore riscontrato di 15,4ng/ml su 16,5 a parte le richieste dell' assicuratore e da tenere sottocontrollo qual'è il valore di normalita e in che intervallo di tempo va controllato?
Grazie ancora per il tempo che dedica a noi utenti.

[#3] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Il range dei valori di normalità (in particolare quello superiore) varia in funzione del tipo di kit che usa il laboratorio. In ogni caso, un valore che rientra nei limiti della norma per il laboratorio presso cui viene eseguito non può essere considerato anormale.
Per sua tranquillità ripeta la determinazione presso un altro laboratorio, oppure lo ripeta nel tempo, ma in questo caso presso lo stesso laboratorio.
Ai fini della ripetizione nello stesso leboratorio farei passare, almeno la prima volta 2 o 3 mesi.
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro