Utente 138XXX
salve.vi scrivo per parlarvi di mia madre....ha 52 anni ed è stata operata 15 giorni fa per un tumore al seno destro.vi riporto il referto dell esame istologico: carcinoma duttale infiltrante g3 del diametro max di cm 2,5.i margini sono esenti di neoplasia.linfonodi esenti di neoplasia 14 linf.isolati pT2N0,G3
recettori ormonali:er:50% pr:50% ki-67:10% cerb+++
Per quanto riguarda la stadiazione sono stati fatti:rx torace:neg. ; etg epatica:presenza a livello del 2 seg epatico di formazione rotondeggiante ipercogena di circa 23x18mm di ndd;al terzo inferio del rene dx area ipoecogena di 14x9mm di ndd ;scintigrafia ossea:assenza di aree di accumulo del radiofarmaco di sicuro significato neoplastico.rilievi articolari ed a carico della colonna da riferire in prima istanxa a patologia flogistico degenerativa.CEA 7,67 (vn<4,8).ca 15,3 50,6 (vn<42,9)
oggi ha fatto il primo colloquio con l oncologa e le è stata proposto:trattamento chemioterapico adiuvante antra-taxani contenente + trattamento con trastuzumab per 1 anno + ormonoterapia + radioterapia.
inoltre prima di iniziare la chemio hanno prescritto i seguenti esami:rx colonna dorsale lombare;ecocardiogramma con valutazione della frazione di eiezione;tc addome completo con mdc
ci è stato accennato che farà tre cicli di chemio "rossa" e poi altri cicli,ma nn hanno specificato ne quanti ne che tipo di chemio!
prima di tutto vorrei chiedervi se è il risultato dell etg epatica è preoccupante, e poi vorrei qualke informazione su questa chemio "rossa" che a quanto ho capito è abbastanza forte e se secondo voi è inevitabile fare proprio questo tipo di chemio!poi vorrei sapere, anche se sò che è molto difficile esprimersi da parte vostra,un parere sulla possibile guarigione totale di mia madre....
nonostante sia la prima volta che vi scrivo ho letto molte delle vostre risposte,in precedenza,e perciò vi ringrazio anticipatamente per la vostra consueta celerità e competenza!
grazie mille

[#1] dopo  
259

Cancellato nel 2011
Gentile utente, concordo con lo schema di trattamento proposto dall'oncologo.

Trattasi di un tumore con rischio intermedio di ricaduta secondo le linee guida di St. Gallen del 2007.
Personalmente eseguirei 3 cicli di FEC 100 seguiti da 3 cicli di Taxotere 100 mg/mq se la frazione di eiezione cardiaca è superiore al 55%.
E' anche corretto studiare meglio con una TC la sospetta area epatica.
E' chiaro che le schedule di chemioterapia da impiegare sono molto personali, anche perchè nelle ultime libee guida
non esiste un gold standard. Chiaramente le antracicline, quelle che lei chiama "chemio rosse" seguite dai taxani, sono le combinazioni che danno le migliore risposte in termini di sopravvivenza.
Stando cosi' le cose, sua madre ha delle ottime possibilità di giarigione.

Cordiuali saluti
Dr. Alfredo Colombo
Onco - ematologo

[#2] dopo  
Utente 138XXX

grazie mille per la risposta Dr. Colombo.volevo sapere un' altra cosa,è vero che le antracicline hanno degli effetti collaterali piuttosto pesanti come vomito nausea e una cadita INEVITABILE dei capelli?per quanto riguarda i taxani essi hanno degli effetti collaterali minori o comunque + sopportabili (in genere) ?
la terrò aggiornata sulla situazione,per ora ancora tante grazie!

[#3] dopo  
Utente 138XXX

salve....oggi è iniziato il primo ciclo di chemioterapia!sembra andare tutto bene finora...a parte una leggera nausea!una cosa mi lascia perplesso:oggi si è fatta un pò di chiarezza sul percorso di cura che dovrà effettuare mia madre e le è stato detto che dovrà fare 3 cicli di fec e 3 cicli di taxani,a fine marzo è già prenotata la radioterapia!io pensavo che le cure finissero qui,almeno per quanto riguarda quelle da effettuare in ospedale,e invece oggi abbiamo saputo che dovrà fare dopo la radio altre flebo per altri 7 8 mesi...!ecco,visto che io non ho parlato con l oncologa,non sò dirvi di più,faccio affidamento sulle parole di mia madre che era alquanto preoccupata stamane e quindi non ha recepito nient altro oltre a quello appena citato!pensate che queste flebo siano altri cicli di chemio????

[#4] dopo  
259

Cancellato nel 2011
Si è vero . Le antracicline fanno cadere i capelli. Dopo la radio dovrà eseguire 1 anno di immunoterapia con Herceptin
(Trastuzumab) visto la positivita' per lHER2 (cerb+++)
Dr. Alfredo Colombo
Onco - ematologo

[#5] dopo  
Utente 138XXX

vi ringrazio per la vostra risposta!ora è passata quasi una settimana dall inizio della terapia ed è andato tutto bene,nessun vomito solo 1 pò di nausea.ma ieri si è verificato in forte abbassamento di pressione (la minima è scesa a 55!)e dopo aver passato 1 notte tranquilla oggi al mattino si è risentita male accusando un altro calo di pressione..ora la pressione è risalita ma lei dice di stare ancora male e di essere molto stanca!noi e il medico che abbiamo sentito pensiamo che tutto derivi dall assunzione di una pastiglia per abbassare la pressione datagli dal cardiologo che l ha visitata recentemente.lei non ha mai avuto la pressione bassa,l ha avuta solo il giorno in cui è stata visitata dal cardiologo stesso.pensate che l uso di questa pastiglia più la chemio,che di per sè dovrebbe già provocare un abbassamento di pressione,sia la causa di questi abbassamenti di pressione!