Utente 184XXX
mio suocero:forte dolore da circa 1 mese in fossa iliaca destra, il suo dolore era descritto come un qualcosa che si ingrossava e bruciava, non riusciva ne a stare in piedi ne seduto. 1 ingresso in ps: ecoaddome- rx addome- vis chirurgica-dimesso poi con clistere da esegure al dolmicilio+ tac rachide-tac addome -scintigrafia- ecotendineo arti inferiore-ecotransrettale-colon ed gastroscopia- uroflusssometria. al 2 ingresso in ps con circa 20gg di differenza viene rivalutato(al domicilio aveva fatto tutti gli esami sopraindicati tutti negativi), esegue esami del sangue, 2 fl di toradol, visita urologiaca(dall'ecotrans foprmazioni noduliformi ipoacogene sulla prostata, la dottoressa dice "se volete potete fare una biospia per me è indifferente"(io le ho fatto capire che la decisione era sua, io non sono medico, ma non l'ha presa la decisone), poi vis nch dove demarcava ernia l5-s1, poi lo dstavano dimettendo per la seconda volta senza diagnosi, li è scattata la mia rabbia, dopodichè viene ricoverato in medicina interna. viene visitato dal chirurgo che fa diagnosi di ernia crurale sull'ultimo anello, poi viene rivisto da un'altro chirurgo che se lo porta in ecografia, e scopre un qulcosa indecifrabile tra ernia e linfonodo. si decide all'intervento con asportazione di 5/6 linfono sul quale è incorso istologico. Dopo qualche giorno il dolore pungente si trasferisce in fossa iliaca sinistra, e non solo dall'intervento ad oggi succedono cose strane di difficile collegamnto tra di loro.
in poche parole un giorno si ed uno no; improvvisamnte gli compaiono vescicole con liquido giallastro sotto la pianta del piede destro e contemporanemente, sembra tipo un fimosi del pene con lieve edema, e puntini rossi, soluzione mio suocero si gratta le vescicole che spariscono nel giro di 3/4ore, si fa un igiene del pene con clorexidina, e dopo poco sparisce tutto, questa cosa è alternata un giorno si ed uno no, macio che è strano che un attimo prima non ha niente, poi improvvisamnte compaiono vescicole con liquido + reazione al pene. cosa potrà essere?????

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
NON CREDO SIA POSSIBILE FARE UNA VALUTAZIONE SENZA VEDERE PAZIENTE, TC, ESAMI EMATOCHIMICI...
ATTENDA ANCHE L'ISTOLOGICO DEI LINFONODI, DA Lì DOREBBE ARRIVARE QUALCHE DATO IN PIù.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)