Utente 107XXX
Altro che melanoma, quello dietro l'occhio sx è una recidiva.
Dopo l'esame PET/TC eseguito in data 7/6/2011 è stato evidenziato quanto segue:

-formazione ovoidale iperdensa di circa 5 cm con rapporto mediastinico nei segmenti posteriori del lobo inferiore del polmone sx
- linfonodi in sede ilare polmonare sinistra e a livello della finestra aorto-polmonare
-ulteriore linfonodo centimetrico all'ilo epatico
-due formazioni nodulari localizzate nel tessuto adiposo sottocutaneo, rispettivamente in prossimità del ventre del muscolo gluteo a sx e dell'ala iliaca di destra.
Premetto che sono stata operata nel 2001 di tiroidectomia totale per carcinoma papillifero della tiroide ( a soli 11 anni) e nel 2006 per metastasi linfonodale(due linfonodi) e polmonare di carcinoma papillifero della tiroide.

L'oncololgo che adesso mi sta seguendo è il dott. giovanni schinzari del reparto di oncologia del gemelli di roma. Questi mi ha detto che una biopsia visti i miei precedenti è inutile, e che vuole sottopormi ad una terapia di un farmaco che secondo il suo parere riesce ad intervenire per via sistemica in modo mirato nei punti d'interesse. Ora vorrei sentire un ulteriore parere visto che:
1) I valori di tiroglobulina sono molto bassi e si attestano su circa 6 ng/ml facendomi pensare che tutto si tratta tranne che di cellule tumorali della tiroide
2) Prima di eseguire qualsiasi cura vorrei sapere con certezza cosa devo affrontare
3)Ricorrere ad una terapia secondaria senza prima passare per una chemioterapia utilizzando un farmaco che lui mi ha detto essere utilizzato per altre forme di tumore analoghe(vista anche la rarità dell'evento perchè arrivare a queste condizioni dopo un carcinoma papillifero della tiroide è molto difficile) ma che comunque ha nelle indicazioni terapeutiche il trattamento di questo tumore.
4)Perchè non fare una radioterapia con iodio come in passato?
Vogliate scusarmi ma non ricordo il nome del farmaco, so solo che fra le controindicazioni c'è quello di possibili perdite di sangue, mal di testa è l'impossibilità di bere o mangiare del pompelmo durante la cura. Come posso vi farò sapere il nome.
Nell'attesa vi ringrazio anticipatamente per il vostro gentile interessamento.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

io procederei con una agobiopsia preliminare per tipizzare dal punto di vista istologico e molecolare la recidiva. Le forme tumorali sono costituite da una popolazione cellulare eterogenea che viene anche selezionata dalle terapie specifiche. Pertanto riterrei opportuna una nuova tipizzazione prima di procedere ad un trattamento.

Cari saluti
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it