Utente 214XXX
Gentile dottore, a mio padre di 64 anni è stato diagnosticato un tumore dell'intestino di 10 cm . Ci hanno detto che ha metastasi epatiche diffuse e non c'è più niente da fare perchè a causa delle metastasi ha una cancrocirrosi del fegato , poi ha anche la milza ingrandita. All'ecografia si parla di cancrocirrosi, ma lui non era cirroticodi sarebbero le metastasi . Non ha fatto la TAC perchè hanno individuato un picco monoclonale e una proteinuria di bence jones. Lui sta benino perè è a letto perchè è gonfio dalla pancia in giù, specie alle gambe. Come esami alterati ha anche: aumento dei globuli bianchi (18000), beta 2 microglobulina : 4.2, bilirubina: 3, ast : 70; alt 70, ggt: 220, colinesterasi: 1500. GICA: 2000
Anche secondo lei non c'è possibilità di nessuna chemioterapia?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

si tratta di una condizione clinica assai compromessa. Si potrebbe tentare un approccio integrato con una chemioterapia a basso dosaggio abbinata ad ipertermia (vedi sito www.ipertermiaitalia.it). Il tutto allo scopo di migliorare le condizioni generali e prolungare la sopravvivenza il più ed il meglio possibile.

Cari saluti
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it