Utente 250XXX
Buongiorno,vorrei qualche chiarificazione sulla tac eseguita da mio padre 68anni.
L' anno scorso a marzo è stato operato di ipmn tramite duodenoencefalopancreasectomia .A successivamente esegutio terapia adiuvante in quanto alcuni linfonodi locoregionali risultavano interessati dalla malattia.
Gli esami del sangue(marker tumorali compresi )sono sempre andati bene cosi come pet e tac eseguite nei mesi scorsi.
Oggi pero l esito della tac è molto preoccupante :

Esame odierno  confrontato  con  precedente  ultimo del  19 gennaio 2012.
TC TORACE  CON  MDC
Rispetto al  controllo  ultimo si  rileva  la comparsa  di  alcune  sospette   micronodulazioni  polmonari  subpleuriche al  lobo
superiore  di  destra  sul  versante  postero  laterale  con  morfologia  a  grappolo  in  peribroncovasale,  comparsa di  minuta
nodulazione  al  lingula  in  paramediastinica  anteriore e di  millimetrica  consolidazione  alveolare  lobare  superiore  a  sinistra.
Comparsa  di  minuto addensamento  parenchimale di  3,5  cm  di diametro  massimo  sul  piano assiale  con  broncogramma
aereo  nel  contesto al  lobo  medio  indissociabile  medialmente  dal  mediastino e anteriormente dai foglietti  pleurici.  Comparsa
di  più  piccolo addensamento  parenchimale  con  broncogrammi aerei  nel  contesto al  segmento anteriore del  lobo  superiore
di del  di  sinistra,  Comparsa di  sospetta  micronodulia  perivasale  periferica  al  segmento apicale del  lobo  inferiore  di sinistra.
Restante quadro  invariato  per la  presenza  di  nodulazioni ed  areole  di  consolidazione  alveolare  prevalenti  ai  lobi superiori
specie a  destra.  Non  versamenti  pleurici.  Invariato  il  linfonodo  ilare destro  di  13  mm.
TC ADDOME  COMPLETO  CON  MDC
Invariata  la  grossolana formazione epatica  ipodensa al  lobo destro  come  da formazione  cistica,  minima quota di  aerobilia
delle  vie  biliare intraepatiche  al  lobo di  sinistra.  Non focalità  ulteriori  epatiche.  Esiti  di colecistectomia,  di  pancreasectomia e
di  splenectomia.  Reni  e  surreni  regolari  per morfologia  e dimensioni.  I  reni  mostrano  regolare effetto  nefrografico  con
volumetria  nella  norma.  Non  idronefrosi.  Permangono  invariate  le formazioni  cistiche corticali  bilaterali  la  maggiore  a  destra
con  sviluppo esofitico  con  diametro assiale  massimo di 4,5 cm.  Comparsa di  adenopatie del  tripode  celiaco di  13  mm e  12
mm e  in  para  aortica  di  2  cm  subito superiormente all'emergenza  della arteria  renale a  di sinistra.  Aorta  ateromasica e di normale calibro.
Non  versamento  peritoneale
L'oncologo ci ha detto di eseguire un altra pet e si partira poi con la chemioterapia.
Mi sembra di aver capito che siamo di fronte a metastasi e vorrei sapere se la chemioterapia sia l unica via o se si possa ricorrere anche a rimozione chirurgica delle metastasi.Grazie per la cortese attenzione.

[#1]  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
da quello che è possibile estrapolare da questa TC e con le poche notizie che ha dato sul resto, posso immaginare che l'oncologo che segue il caos abbia sospettato metastasi della neoplasia precedentemente asportata ed intenda ottenere maggiori informazioni con la PET (ammesso che le dimensioni dei noduli superino la soglia di sensibilità della PET), e poi procedere a chemioterapia perchè il quadro di disseminazione non permetterebbe approccio chirurgico.
Magari sarebbe utile sapere di più sull'esito istologico dell'intervento di cefalopancreasectomia.
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#2] dopo  
Utente 250XXX

Buongiorno , le mostro di seguito la pet eseguita qualche giorno fa e le chiedo come ci si dovrebbe comportare con le informazioni che ora abbiamo :
COLLO,TORACE:presenza di area focale di aumentato metabolismo a livello di una formazione polmonare localizzata nel lobo medio del diametro massimo di 38mm e SUVmax=3,7 meritevole di approfondimento diagnostico.
Ulteriori focalità di debole attività metabolica si rilevano a carico di circoscritti addensamenti polmonari situati nella regione lingulare(SUVmax=1,6),ascrivibili ad esiti flogistici:utile stretto follow up.
Non appaiono metabolicamnete attive alcune micronodulazioni polmonari specie al lll superiore bilatealmente,ai limiti del potere di risoluzione PET.
ADDOME e PELVI: non aree di anomala concentrazione di tracciante;in particolare non mostrano significativo uptake i linfonodi radiologicamente descrittti a livello del tripode e in sede paraorticasn.
APPARATO SCHELETRICO:non aree di anomala concentrazione del tracciante.
Grazie per la cortese attenzione.

[#3]  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Mi dispiace ma troppe cose sono poco chiere in quanto espone.
1. non ha riportato l'esame istologico dell'intervento
2. non è sufficiente vedere i referti TC e PET perchè in un caso del genere andrebbero viste le immagini,
3. tra TC e PET l'immagine più sospetta appare quella di 3,5 cm che tuttavia per alcune caratteristiche (broncogramma aereo nel contesto) meriterebbe un accertamento istologico (anche il referto PET si esprime in termini quali "meritevole di approfondimento diagnostico").
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro