Utente 156XXX
Carissimi Buongiorno.

Sono un mascio di 35 anni, fumatore (purtroppo), non assumo alcool se non in quantità veramente modiche e molto saltuariamente.
Da lunedi' scorso, all'improvviso e senza alcuna avvisaglia, un linfonodo situato a Dx (sinistra per chi lo guardi) rispetto al mio pomo d'adamo si é ingrossato improvvisamente. Da subito, é divenuto evidente anche ad occhio nudo ed é grande circa 1,5 Cm. Non duole, non é mobile, si presenta al tatto come una massa compatta (come una pallina da tennis di dimensioni ovviamente ridotte).
Sono andato dal mio medico curante il quale, ad occhio nudo, si é accorto immediatamente dell'ingrossamento del collo su quel lato. In palpazione, anch'egli ha confermato che il linfonodo era molto grande. In quei giorni, le mie condizioni di salute (tranne per un vago raffreddore) erano ottime. Nessun mal di gola, nessuna traccia di febbre, nessuna alterazione di alcun tipo e peso corporeo invariato, o almeno credo.
Il medico di base mi ha fatto eseguire un'emocromo/urine del quale se gradite potete vedere le risultanze qui':

http://angmarhansek.altervista.org/esami_sangue.pdf

I risultati sembrano nella norma, ma il gonfiore persiste ed il medico mi ha prescritto una eco al collo, tiroide compresa (che eseguirò in questa settimana).


Da Domenica sera, mi sembra di notare un leggero aumento del gonfiore. E sempre da domenica sera, ho iniziato ad avere qualche linea di febbre (mai superiore sin qui' a 37,2) e dolore simile al mal di gola ma molto localizzato (esattamente all'altezza del linfonodo). Spruzzando un po' di iodosan gola ho avvertito la medesima sensazione di bruciore che si ha nel caso di un normale al di gola, anche se più accentuata e come dicevo...molto localizzata.

Quali suggerimenti potreste cortesemente darmi?
Ringraziandovi anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005

Nessun suggerimento perché quanto prescritto per un approfondimento mi sembra corretto.

Intanto legga
https://www.medicitalia.it/minforma/Oncologia-medica/63/I-linfonodi-o-li

E stacchi da internet perché

https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html

Tanti saluti

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 156XXX

La ringrazio per la risposta Dottore.
Fortunatamente, non sono il tipo di persona che cerca malattie che non hà leggendo a casaccio su internet, proprio per questo mi sono rivolto in questa sede per avere un'idea un pò più accurata della situazione :-)

Il mio medico curante, data la nuova sintomatologia (febbre, anche se bassa, e qualche dolore) mi ha prescritto un ciclo di antiobitici di 6 giorni. Sbaglio se attendo di fare l'Eco (fra due giorni) ed inizio a prenderli subito dopo? La cura potrebbe falsare il risultato dell'esame?
Il mio medico di base (non certo per sua colpa, é oberato di lavoro) é sempre molto sbrigativo e non mi dà mai molte indicazioni.


Cordialmente
M.