Utente 352XXX
Salve gentili dottori
a mia nonna è stata dimessa con la diagnosi di una stenosi neoplastica della vbp ha diabete mellito ipertensione arteriosa diverticolosi delcolon calcolosi renale storia di embolia polmonare bilaterale massiva.
Le è stata eseguita una ercp: il tratto discendente del duodeno e la papilla di vater sono normali il cateterismo opacizza selettivamente le vie biliari la vbo al suo estremo distale presenta una stenosi lineare di circa 25 mm le vie biliari sono ecstasiche si effettua sfinterotomia seguita dall'impianto di protesi metallica di 6 cm drenaggio biliare interno definitivo
Tc addome pelvi
Esame eseguito prima e dopo iniezione di 120 ml fi iomeron 400 a 3.5ml sec di velocità di flusso con preliminare carico idrico ed ipotonizzante viscerale in paziente con ittero ostruttivo e los pancreatica.
Il fegato è regolare per dimensioni e margini le vie biliari intra ed extra epatiche sono dilatate calibro max epatocoledoco 17mm l'ostacolo alla canalizzazione è localizzato in corrispondenza del tratto intrapancreatico del coledoco che appare marcatamente ridotto di calibro e con aspetto iperdenso per circa 30 mm fino al tratto preampollare della via biliare si osserva retrodilatazione del dotto di wirsung calibro max 5mm i reperti sono compatibili con lesione periampollare eterolga substenosante infiltrante il coledoco piccola formazione cistica al processo uncinato piccole formazioni di aspetto cistico sono evidenti in corrispondenza del III E VII segmento subglissoniano la vena porta è pervia e regolare per calibro la milza i surreni e i reni hanno regolare aspetto tdm ad eccezione di alcune piccole cisti corticali d'ambo i lati e di un minuto calcolo al gruppo caliciale inferiore di sx l' aorta addominale e gli assi iliaci hanno calibro con ateromasia calcifica di parete la vescica è distesa utero av con piccolo nodulo di mioma al fondo il sigma presenta pareti distorte e finemente inspessite pet piccole e multiple estroflessioni diverticolari estesa anche al colon discendente non sono delimitabili linfoadenopatie retroperitoneali nè intraddominali non versamento libero in addome
Hanno consigliato terapia palliativa per il breve tempo rimasto 6 mesi impossibile chemio cosa ne pensate? Nessuna possibilità di cura/maggiore sopravvivenza?
Vi ringrazio infinitamente

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Comprendo la richiesta e la volontà di non arrendersi, ma siamo di fronte ad una lesione tumorale del pancreas in fase avanzata e non ci sono altre possibilità terapeutiche se non quella palliativa già attuata, ossia di drenaggio della via biliare per consentire il flusso di bile.

Mi dispiace non poterle dire di più di quanto le abbiano già detto in ospedale.


Un cordiale saluto

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 352XXX

La ringrazio per la celerità nel rispondere dottore, stiamo già cercando una struttura hospice dove ricoverarla.
Le avevo scritto perché le condizioni di mia nonna sono buone e per fortuna ha ancora appetito e non ha alcun dolore ma è sempre meglio essere preparati ad un'evoluzione peggiorativa della situazione.
Cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi tenga a sua disposizione.


Auguroni.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it