Utente 359XXX
Gentilissimi dottori di mediciitalia,
scrivo per avere un parere circa il risultato di un esame cito/istologico che scrivo nel dettaglio.

"frammenti di carcinoma a cellule uroteliali papaillare,di alto grado( WHO/ISUP) ,con aree di differenziazione ghiandolare ,invasivo.
la neoplasia infiltra il tessuto muscolare.
le cellule neoplastiche sono positive alla CK7 e alla CK20.
tessuto muscolare risultato positivo all'actina."

il paziente,mio padre,ha 72 anni,2 anni fa ha avuto un edema polmonare.

in seguito al tumore ha sofferenza renale.

l'urologo che lo ha in cura vuole agire con una cistectomia radicale,ma non ha avuto consulti con oncologhi,ne ritiene sia necessario averne.

ora chiedo,è necessario un intervento così radicale? non si dovrebbe prima iniziare un ciclo di chemioterapia?

il dottore curante mi sta lasciando molti dubbi,sia sulla gravità,sia sulla progressione.

ringrazio anticipatamente per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Pasquale Buonandi

24% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Il fatto che la muscolatura vescicale sia coinvolta pone indicazione alla radicalita chirurgica. Concordo ma prima mi raccomando di eseguire una tac torace e addome completo per escludere metastasi ad altri organi. In tal caso decadrebbe l'indicazione chirurgica e sarebbe indicata la chemioterapia.
Cordialità
Dr. Pasquale Buonandi
Medico Chirurgo specialista in Oncologia

[#2] dopo  
Utente 359XXX

La ringrazio per la cortese risposta.
Distinti Saluti