Utente 361XXX
salve!espongo brevemente il mio problema: vivo da 5 anni in una casa in affitto a roma insieme ad altre ragazze, sul nostro terrazzo c'è una casetta con tettoia in eternit, Ovviamente ci siamo rese conto da poco che si trattasse di eternit, abbiamo già chiamato l'asl e dovrebbero venire a fare un sopralluogo. Ciò che mi spaventa però non è il futuro quanto il passato! Io, così come le mie amiche, ho passato moltissimo tempo sul terrazzo in questi anni, Per giunta le condizioni della tettoia non sembrano delle migliori, non posso dire che sia fatiscente ma sicuramente una lastra e spaccata ed altre sembrano rovinato superficialmente. Vorrei sapere se questa esposizioni ci rende dei soggetti particolarmente a rischio ed eventualmente, pur sapendo che una stima è difficile, quante sono le probabilità di contrarre il mesotelioma. Ringrazio anticipatamente

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Occorrono ben altre esposizioni per giustificare preoccupazioni .

Se comunque il rivestimento di amianto non è integro è consigliabile chiedere accertamenti alle autorità competenti.

Legga un consulto analogo.

https://www.medicitalia.it/consulti/pneumologia/21186-se-ci-penso-non-dormo.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 361XXX

Grazie dottore per la risposta. Non vorrei abusare della sua pazienza ma ho un'altra preoccupazione e magari lei è in grado di rassicurarmi anche questa volta.
Le spiego: da circa sei mesi ho notato di avere un linfonodo ingrossato. Più precisamene l'ingrossamento non si nota alla vista ma è percepibile solo al tatto, io me ne sono accorta in modo casuale. Si trova sul lato sinistro del collo e al tatto le dimensioni non sembrano molto grandi. Nel corso di questi mesi non ho riscontrato altre anomalie, non ho avuto febbre, nè mal di gola, niente insomma. Tuttavia ho letto che spesso il linfonodo ingrossato è sintomo di leucemia. Lei mi consiglia di fare degli esami? se si quali?

[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Nessun esame. La visita può essere sufficiente per tranquillizzarla del tutto.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 361XXX

Il problema è che in questo momento non posso fare la visita dato che sono studentessa fuori sede e non rientrerò a casa prima di un mese. Lei può aiutare ad escludere patologie di una certa gravità o dalle informazioni a disposizione non è possibile escludere nulla? Miei amici mi hanno detto che in realtà non si tratta di linfonodo ma di tonsilla. é plausibile? come posso fare per localizzare in maniera precisa i linfonodi? Le chiedo scusa per la mia insistenza ma il fatto di non poter rivolgermi al mio medico curante non mi fa sentire sicura. grazie

[#5]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Faccia con tutta tranquillità la visita fra un mese.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 361XXX

Grazie per la sua disponibilità dottore! Mi potrebbe aiutare anche nella localizzazione dei linfonodi sul collo?la mia pallina, che sento solo al tatto peraltro facendo una lieve pressione si trova in corrispondenza del dente del giudizio, si tratta di un linfonodo?grazie infinite per la gentilezza e la tempestività delle risposte. Questo servizio è davvero utilissimo in particolar modo per chi non può rivolgersi personalmente al medico!

[#7] dopo  
Utente 361XXX

dottore le chiedo scusa per la mia insistenza, però volevo informarla del fatto che da ieri pomeriggio avverto dei dolori dietro la schiena non sono forti ma comunque persistenti....non so se la cosa può incidere sui precedenti pareri. la ringrazio per la disponibilità e le chiedo ancora scusa ma sono molto agitata

[#8]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ravvedo alcuna correlazione..
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#9] dopo  
Utente 361XXX

La ringrazio. Non ha nulla da dirmi per quanto riguarda la localizzazione dei linfonodi sul collo, voglio dire la pallina che io avverto deve essere necessariamente un linfonodo ingrossato o potrebbe trattarsi di altro? in quali parti del collo si trovano i linfonodi? ho visto molte immagini su internet e mi sembra che i linfonodo si trovino in corrispondenza dell'orecchio però non sono riuscita a capire bene, lei potrebbe essere così gentile e prezioso da aiutarmi anche in questo???

[#10]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Come si fa ad aiutarla senza una visita ?

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-i-linfonodi-o-linfoghiandole-le-adenopatie-ed-il-sistema-linfatico.html

Mediamente abbiamo circa 150 linfonodi tra testa e collo. Poi ci sono cisti, lipomi ecc.

Solo con la visita potrà avere risposte, anzi è raccomandabile che stacchi definitivamente con il suo PC dalla ricerca di informazioni sulla rete per un tema così ansiogeno.

Legga perché

https://www.medicitalia.it/consulti/oncologia-medica/273602-per-il-dott-catania.html

Saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#11] dopo  
Utente 361XXX

Non so come ringraziarla per la disponibilità e tempestività. Soltanto che proprio ora leggendo i link che lei mi ha inviato mi sono toccata il collo ed applicando una leggere pressione mi sono accorta che anche sul lato destro ho un pallina sembrerebbe proprio in posizione simmetrica rispetto all'altra. è forse il caso di anticipare la visita? o la cosa rimane comunque non cosi grave da costringermi alla ripartenza???Le chiedo ancora scusa per l'insistenza ma la situazione è per me insopportabile

[#12] dopo  
Utente 361XXX

Dottore sono perfettamente consapevole che la mia le sembrerà una persecuzione il problema è che negli ultimi tempi inizio a sentire tutti quei sintomi che nel primo messaggio le avevo detto di non avere. Ad esempio ho misurato la febbre e la temperatura è pari a 37, avverto anche un leggero senso di nausea da ieri mattina. Tutto questo mi fa pensare che il quadro clinico che io le avevo inizialmente descritto sia mutato e che dunque anche il suo parere potrebbe mutare. Attendo con ansia una sua risposta

[#13] dopo  
Utente 361XXX

Buongiorno dottore. Le scrivo per comunicarle che sono andata dal medico per fargli controllare la pallina e lui ha liquidato la cosa con una certa sufficienza dicendo che si tratta, cito testualmente: di un linfonodino da infezone. Ciò nonostante mi avesse controllato la gola dicendo che non c'era alcun rossore. Ora io le chiedo se la cosa le sembra plausibile o se lei mi consiglia di rivolgermi ad altro medico? in ogni caso nei prossimi giorni eseguirò le analisi del sangue e delle urine.

[#14]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive mi sembra plausibile e pertanto segua i suoi consigli dopo gli esami.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#15] dopo  
Utente 361XXX

Dunque se le analisi dovessero risultare buone o comunque non evidenziare nulla di particolare secondo lei non dovrei eseguire ugualmente un'ecografia?

[#16] dopo  
Utente 361XXX

Dottore le chiedo scusa se le scrivo ancora, volevo solo informarla del fatto che ho ritirato le analisi del sangue e non risulta nulla di anomalo, ho tutti i valori in regola. Volevo sapere a questo punto cosa devo fare, è necessario eseguire altri esami o no? Il mio medico non mi ha prescritto nessun esame. Grazie

[#17]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Concordo con il curante
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#18] dopo  
Utente 361XXX

La ringrazio infinitamente per la sua disponibilità e per l'enorme pazienza dimostrata. A questo punto imparerò a convivere con la mia pallina! Saluti

[#19] dopo  
Utente 361XXX

Dottore mi rendo conto che forse sto esagerando e mi dispiace continuare ad arrecarle disturbo però leggendo su questo sito consulti analoghi ho notato che molto spesso viene consigliato di eseguire ecografia ed addirittura agoaspirato e la cosa mi ha fatto sorgere dubbi. Voglio dire cosa porta ad escludere nel mio caso simili precauzioni?so che forse la situazione mi sta sfuggendo di mano ma non riesco a tranquillizzarmi definitivamente perchè il linfonodo è sempre lì e certe volte mi sembra che si stia anche ingrossando ulteriormente forse perchè io continuo a toccarlo? non so ma vorrei sapere se gli esami del sangue con esito buono possono aiutare ad escludere patologie di una certà gravità

[#20] dopo  
Utente 361XXX

Dottore le chiedo scusa per la mia petulanza ma vorrei aggiornarla anche sul problema che inizialmente mi aveva spinto a scrivere. Come le avevo detto avevamo contattato l'asl per cercare di risolvere la cosa. La tettoia in amianto verrà rimossa e questo mi tranquillizza però nel frattempo ho scoperto un'altra cosa a mio parere davvero allarmante. I tubi del nostro bagno sono coperti di amianto, il problema è che quest'estate sono stati eseguiti dei lavori proprio in bagno, in pratica si cercava un tubo rotto e per farlo hanno dovuto rompere diverse mattonelle con la conseguenza che noi siamo state per circa 3 mesi con in questo stato. NOn so se sono stata chiara, in pratica i tubi erano a cielo aperto perchè le mattonelle erano state tolte, l'unica protezione applicata è stata una plastica, aggiunta però solo dopo un mese. Inoltre eravamo presenti in casa durante i lavori. Vorrei sapere quali rischi corriamo.
La ringrazio attendo fiduciosa una risposta anche alla mia domanda di ieri dopodiche prometto di non scocciarla più

[#21] dopo  
Utente 361XXX

Dottore le chiedo scusa se la disturbo nuovamente ma vorrei porle una domanda si un tema diverso. Ho già chiesto un consulto rispetto alla presenza di ripetitori telefonici ed ho ricevuto tempestiva risposta ciononostante volevo avere un suo parere riguardo la pericolosità degli stessi, ho scoperto di averne uno a 35mt da casa, o meglio ho scoperto di essere circondata da ripetitori telefonici. Vista la situazione di rischio in cui mi trovo ma credo sia cosa abbastanza comune in una città come Roma le chiedo come posso agire sul piano della prevenzione? Ci sono attività ddi screening che mi consiglia? La ringrazio

[#22]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le attività di screening sono meno importanti perché appartengono ai provvedimenti di Prevenzione SECONDARIA

C'è altro di più importante per ridurre i rischi

PREVENZIONE PRIMARIA (= stile di vita)
(Alimentazione + attività fisica)
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/2253-fermi-tutti-la-dieta-anticancro-si-rimangia-le-regole.html
http://www.senosalvo.com/terapia_metronomica.htm
http://www.senosalvo.com/tutti_abbiamo_un_tumore.htm
http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/90-l-attivita-fisica-riduce-il-rischio-di-morire-prematuramente-soprattutto-per-tumore-e-infarto.html

Saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com