Utente 362XXX
Buongiorno Dottore se possibile avrei bisogno che mi chiarisse l'esito della tac di mia nonna che ha 76 anni, visto che fino all'otto maggio non riusciamo ad andare dall'oncologo che la segue.
Le riporto l'esito della tac precedente che risale al 10 dicembre 2014
TAC ADDOME COMPLETO SENZA E CON CONTRASTO
TC TORAC SENZA E CON CONTRASTO
Esame confrontato con precedente indagine del 24.08.14
non alterazioni del parenchima polmonare con aspetto di attività o con caratteristiche di localizzazione secondaria. non versamento pleurico bilaterale.
immodificata alterazione addensativa del corpo sternale già segnalata.
non macro linfoadenopatie di significato patologico del mediastino ed in sede ascellare. noto struma tiroideo.
esiti verosimilmente cicatriziali in parte calcificati in sede mammaria.
fegato pancres milza e surreni sono normali.
non macrolinfoadenopatie in sede periaortocavale e lungo gli assi iliaci.
non versamento libero in addome.

in data 14 aprile è stata effettuata una nuova tac
TAC ADDOME COMPLETO CON MDC
TAC TORACE CON MDC
follow up k mammario non operato
referto
esame eseguito prima e dopo infusione ev rapida di mdc organo iodato.
torace non lesioni polmonari di nuova comparsa sospette in senso ripetitivo.
non falde di versamento pleuro-pericardico nè adenomegalie a sede ilo mediastinica (invariati aspecifici linfonodi ovalari con asse breve minore cm) ed ascellari bilaterali
nota l'alterazione osteostrutturale del III medio e superiore del corpo sternale con erosione delle corticali ossee, in particolare sul versante di destra.
struma tiroiideo.
PaC da destra con estremo distale in AD
addome
fegato regolare per morfovolumetria e densità, esente da alterazioni a carattere focale.
non reperti patologici a vie biliare e colecisti, milza, pancreas, surreni
non liquido libero in addome.
non adenomegalie lomboartiche ed eliachie

il ciclo di chemioterapia si è concluso nel settembre scorso.
sappiamo della presenza della metastasi allo sterno e ci è sempre stato detto che finché rimane "inattiva" non ci sono problemi spero di cuore sia ancora così
La ringrazio anticipatamente e le porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile signora
la tac mostra una situazione di stazionarietà della lesione sternale non solo rispetto al controllo di dicembre ma anche di agosto. Ciò significa una buona risposta alla chemioterapia terminata a settembre. Sua nonna ha una età tale che ha determinato sicuramente la prescrizione di terapia ormonale. Continui questa impostazione ed eventualmente cerchi le indicazioni dietetiche opportune.
cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#2] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno e mille grazie per la risposta

[#3] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Dottore, Le riporto l'esito della tac di controllo di mia nonna sempre riguardante il problema che Le avevo già esposto nel maggio u.s.
TAC TORACE CON MDC
CA MAMMELLA M PIU OSSEA STERNO
REFETO
ESAME ESEGUITO PRIMA E DOPO INFUSIONE EV RAPIDA DI MDC ORGANO IODATO.
CONFRONTO CON ESAME TC ESEGUITO IN QUESTA SEDE IL 14.4.2015
NON LESIONI NODULARI POLMONARI DI NUOVA COMPARSA SOSPETTE IN SENSO RIPETITIVO
NON FALDE DI VERSAMENTO PLEURO-PERICARDICO NE ADENOMEGALIE A SEDE ILO MEDIASTINICA (INVARIATI) ASPECIFICI LINFONODI OVALARI CON ASSE BREVE INFERIORE CM ED ASCELLARE BILATERALE.
NOTA LA LESIONE SECONDARIA OSTEOLITICA DEL III MEDIO E SUPERIORE DEL CORPO STERNALE, SOSTANZIALMENTE STABILE.
NON EVIDENTI ULTERIORI ALTERAZIONI OSTEOSTRUTTURALI A CARATTERE FOCALE DEI SEGMENTI SCHELERICI IN ESAME FRANCAMENTE SOSPETTE PER LOCALIZZAZIONI SECONDARIE DI MALATTIA,

NODULAZIONI SOLIDE DISOMOGENEAMENTE VASCOLARIZZATE TENDENTI ALLA CONFLUENZA UN SEDE MAMMARIA DESTRA, IN INCREMENTO DIMENSIONALE RISPETTO A PRECENDENTE (d max 2.2 cm vs 1,2 cm)
RIMOSSO IL PaC

Sono preoccupata per la situazione della mammella destra
nell' esito viene citato un confronto con la precedente situazione dei suddetti noduli ma nella precedente tac e in nessun altro esame vengono indicati questi noduli, quindi non capisco come possano aver fatto questo confronto
cmq potebbe gentilmente spiegarmi di cosa di tratta e cosa vuol dire vascolarizzato

La ringrazio anticipatamente e Le porgo distinti saluti.

[#4] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile signora, La situazione della lesione sternale conferma la stazionarietà della lesione. Le nodulazioni solide mammarie si riferiscono agli esiti cicatriziali segnalati nel dicembre 2014 che hanno cambiato aspetto (in che data ha effettuato la terza Tac?) . Una visita oncologica o senologica del seno è utile per capire clinicamente di cosa si tratta. Quale è la terapia ormonale in atto ed eventualmente quella pregressa?. Grazie cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#5] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno e grazie per la. Risposta
La tac e stata effettuata in data 31 agosto 2015
Mia nonna nn sta seguendo nessuna cura ormonale dalla sospensione della chemioterapia
Cosa intende per "cambiato forma" delle cicatrizzazioni?potrebbero essere noduli maligni?
Se lo fossero vorrebbe dire che nn si trattava di cicatrizzazioni già dall inizio ma nn sono stati riconosciuti" ? Cosa vuol dire vascolarizzazione?
In data 15 settembre mia nonna avra una visita di controllo con l endocrinologo
Non le nascondo la mia preoccupazione
In caso di malignita Lei cosa consiglia scusi la mia ansia ma pensavamo che la situazione si fosse sistemata e nn che potessero comparire altri noduli
La ringrazio anticipatamente e Le porgo distinti saluti.

[#6] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile Signora, mi mandi il parere dell'endocrinologo, ma mi sembra molto strano che ad una paziente di 76 anni con metastasi ossee non sia mai stata associata una ormonoterapia. Forse Lei non lo sa ma sua nonna ha nel cassetto dei farmaci, uno o più, con questi nomi: Nolvadex, Femara, Aromasin o Arimidex. Questi farmaci non vengono prescritti solo in casi in cui ci siano patologie gravi vascolari. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#7] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Dottore la ringrazio per la risposta comunque ho controllato mia nonna non sta assumendo nessuno dei farmaci da Lei elencato, l unico farmaco è quello per la pressione alta.
Domani avrà il controllo con l''oncologo mi sono confusa scrivendo endocrinologo
Lei pensa sia il caso di fare presente la mancanza di cura ormonale?
La terrò aggiornata.Grazie e distinti saluti.

[#8] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Dottore, oggi mia nonna si è recata dall'oncologo per la visita di controllo
Inizialmente c'è stata un po' di confusione poichè le nodulazioni di destra riportate nella tac, durante la visita non sono state riscontrate ma confrontando gli esiti delle ultime tac e dell'ecografia bilaterale mammaria effettuata nell'aprile 2014 risultavano a sinistra, probabilmente c'è stato un errore di battitura ma il medico per sicurezza ha trattenuto il dischetto della tac per accertamenti.
Le riporto il referto della visita

Non lesioni nodulari di nuova comparsa in ambito polmonare, lesione ossea strernale stabile,
no altre lesioni ossee.
incremento dimensionale delle nodulazioni solide disomogeneamente vascolarizzate in sede mammaria desta 2.2 vs 1.2 anche se nell'anamnesrtico venivano riportare sempre a sinistra.

La conclusione è stata che i medici che hanno in cura mia nonna discuteranno il caso clinico per valutare l'eventuale opzione chirurgica.

Sarebbe così gentile da spiegarmi di che tipo di intervento si tratta e cosa comporterà?

La ringrazio anticipatamente e Le porgo distinti saluti.

[#9] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile Signora, Non le posso essere di grande aiuto. Il quadro di Sua nonna sembra abbastanza chiaro, ma evidentemente gli oncologi hanno dei dubbi per cui intendono verificare con un nuovo esame la natura dei noduli mammari. Non potendole essere di aiuto, le consiglierei di effettuare una rivalutazione del caso in un centro di riferimento oncologico nazionale a cui di solito si possono rivolgere non solo i pazienti ma anche gli stessi medici. Questa procedura di portare "le carte" e la paziente (se in grado di deambulare) è un diritto che appartiene a tutti i cittadini, La medicina non è una certezza e quando ci sono dubbi è sempre necessario acquisire pareri autorevoli. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#10] dopo  
Utente 362XXX

Buonasera la ringrazio per la veloce risposta
Seguirò il Suo consiglio
Distinti saluti

[#11] dopo  
Utente 362XXX

Buonasera Dottore mi scuso in anticipo per il disturbo
Mia nonna ha eseguito PET TOTAL BODY

Le riporto l'esito
QUESITO CLINICO
Completamento staging in k mammella sinistra con secondarismo osseo sternale.

REFERTO

Indagine eseguita con tecnica tomografica W.B.a 60 min dall'iniezione del radiofarmaco
(18F-FDG quale tracciante del metabolismo glucidico).
Ricostruzione sui tre piani ortogonale e correzione per l'attenuazione mediante TC.

l'indagine PET evidenzia almeno quattro aree focali contigue di iperfissazione del radiofarmaco
(SUV max compreso tra 8.1 e 3.7) riferibili a lesioni di natura eteroproduttiva in sede mammaria sinistra.
area di intensa iperfissazione del tracciante (SUV max 13.2) si osserva lungo il decorso del corpo
sternale riferibile a lesione di natura evolutiva.
in sede tiroidea bilateralmente si rilevano aree di iperfissazione del tracciante (SUV max 5.1) in prima ipotesi di significato flogistico/iperfumzionale, eventualmente meritevoli di approfondimento diagnostico.
nei restanti distretti corporei indagati non si osservano aree focali ipercaptanti FDG attribuibili a lesioni di natura eteroproduttiva.

Sinceramente siamo molto confusi poichè il dubbio dei medici è che queste lesioni potrebbero essere cicatrizzazioni o noduli
la prossima settimana dovrà sottoporsi a ecografia e mammografia.
Ma se non viene evidenziato con chiarezza dalla PET come è possibile che questi ulteriori esami possano chiarire la situazione?
Nel precedente consulto Lei mi disse che la situazione era piuttosto chiara, a questo punto io sono convinta che si tratti di noduli nn so di quale natura e non capisco da cosa derivino i dubbi dei medici che seguono mia nonna

Inoltre ci era stato detto che i nuovi "noduli" erano due me lo conferma ?
Cosa ne pensa?

La ringrazio anticipatamente e Le porgo distinti saluti.

[#12] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile signora. La PET indica due aree contigue ( che quasi si toccano ) nella mammella e nello sterno quasi sicuramente neoplastiche (per altro già individuate con i precedenti esami). Poi ci sono due lesioni vicine tiroidee forse flogistiche.
Le ha ragione qiando ha dubbi sulla utilità di ulteriori accertamenti, certamente l'inquadramento sarà più preciso, ma dubito che sia conclusivo.
A latere domando, la paziente è seguita da un unico medico o è visitata a rotazione all'interno di una equipe ambulatoriale?. Quale è stata la risposta della terapia ormonale? Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#13] dopo  
Utente 362XXX

Buonasera dottore grazie per la risposta
Mia nonna e stata seguita durante la chemioterapia da tre medici a rotazione ora a distanza di un anno dalla fine della terapia e seguita da più medici che non conosciamo
Dalla fine della terapia nn ha seguito nessuna cura ormonale ne nessun altra cura solamente controlli semestrali
Sinceramente nn sappiamo più cosa pensare
La ringrazio per la disponibilità e Le porgo distinti saluti

[#14] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile Signora, telegraficamente: vada dal suo medico di famiglia e si faccia prescrivere il Nolvadex 10 mg due volte al giorno, salvo problemi di trombosi o altre patologie che Lui conosce. Successivamente prenda un appuntamento con un centro di riferimento oncologico nazionali o europei a sua scelta nella sua regione e chieda un consulto. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#15] dopo  
Utente 362XXX

Grazie infinite
Ora la situazione mi e' molto più chiara e quindi non riesco a capire la titubanza dei medici che seguono mia nonna
La ringrazio e Le porgo i miei migliori saluti

[#16] dopo  
Utente 362XXX

Buonasera Dottore volevo informarla che per mia nonna è stato deciso l'intervento con asportazione della mammella sinistra e linfonodi ascellari dopo di che dovrà sottoporsi a un ciclo di radioterapia per la metastasi allo sterno.
dalle ultime analisi non sono risultate ulteriori metastasi.

Speriamo vada tutto bene La ringrazio per la disponibilità e cortesia.
Cordiali saluti.

[#17] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile Signora, Ci tenga informati sull'esito dell'intervento, l'esame istologico e il trattamento radiante. Questo ciclo di cure dovrebbe essere di circa 3 mesi.Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#18] dopo  
Utente 362XXX

Buingiorno grazie mille La terrò sicuramente informata .
Cordiali saluti.

[#19] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Dottore,
tre settimane fa mia nonna è stata operata.
Le riporto l'esito al momento delle dimissioni

MASTECTOMIA SIN
El(115.25533) cariconoma duttale infiltrante della mammella G3 multifocale (nodulo ai QQll di 35 mm, nodulo periareolare di 15 mm nodulo di QQSS di 12 mm. focolai sparsi di carcinoma duttale in situ di tipo solido con necrosi centrale, di alto grado nucleare. evidenza di angioinvasione neoplastica plurifocale
G3 rp T2 (m) (35mm)
ER=o% PR=kI67=30% C-ERNn2=3 (colorazione della membrana cmmpleta ed intensa nel 60% (inferiore 10%) delle cellule di caricinova invasivo.

VALUTAZIONE COLLEGIALE GOMS
In considerazione della ripresa solo locale della neoplasia mammaria, della sua asportazione oncologicamente radicale e dei trattamenti sistemici già effettuati, si opta per non dare attualmente indicazione ad ulteriore terapia sistematica post-operatoria
si manterrà la stretta sorveglianza oncologia e si intraprenderò nuova terapia medica solo ad eventuale ripresa della malattia.

si concorda con la collega della radioterapia trattamento radiante sulla singola localizzazione ossea sternale.

si rivilatura il tutto dopo TAC torace addome com mdc ed esami ematochimici fra tre mesi

I medici che hanno in cura mia nonna ci hanno spiegato che non possono garantirci che il tumore non si riformerà nello stesso punto e in altre parti del corpo
Cosa ne pensa?

La ringrazio per l'attenzione prestata in tutto questo periodo e Le porgo cordiali saluti.

[#20] dopo  
Utente 362XXX

Buonasera Dottore torno a scriverle per mia nonna
E' stata sottoposta a un ciclo di dieci radioterapie
proprio lo stesso giorno dell'ultima terapia ha iniziato ad accusare febbre, mal di gola e tachicardia
E' stata ricoverata diagnosi: polmonite

Oggi è stata dimessa Le riporto l'esito del referto di dimissioni
sinceramente c'è una parte che non ci è chiara e che non ci è stata spiegata quindi approfitto della Sua gentilezza per una spiegazione se possibile.

rilasciamento distolico, sclerosi aortica senza stenosi, atrio sx e sezione dx normali, non pietora cavale, normale pressione polmonare (invariato rispetto al precedente del 2013)
RX torace
22.01.2016 in PS una sola proiezione a paziente seduta. non franchi addensamenti parenchimali
polmonari a focolaio in atto in quadro di diffusa accentuazione della trama broncovasale.
Questa è la frase che non capiamo e che non ci hanno spiegato ne accennato
PRESENZA DI FIBRONODULO CALCIFICO CHE SI PROIETTA AL CAMPO MEDIO DI DESTRA.
ILI accentuati su base vascolare.
DI COSA SI TRATTA?
Non segni di versamento pleurico. cuore nei limiti
24.01 indagine messa a confronto con precedente rx del 23.11.2012 non evidenti addensati parenchimali di significato flogistico in atto. non significatico a versamente pleurico. dimensioni cardiache nei limiti di norma
28.01 polmoni ben espansi e normotrasparenti non segni di versamento pleurico. immagine cardio mediastinica di dimensioni normali

decorso clinico
all'ingresso in reparto pz modicamente dispnoica a riposto febbrile T38° impostata 02 terapia in cannule nasali a 3/l min e raccolti campioni per esami colturali. intrapresa antibioticicoterapia empirica con ceftriaxone e.v. levofloxacina furosemide ed enoxaoarina prifilattica.per quadro di broncospasmo praticata terapia steroida e,v, con metilprednisolone ed aerosol terapia
in data 24.01 per peggioramento della sintomatologia dispnoica e riscontro di tachiaritmia, effettuato controllo ECG che ha evidenziato fibrillazione atriale ad elevata risposta ventricolare.intrapresa cardioversione farmacologia con amiodarone, efficace ripristino di RS in data 24.01
graduale miglioramento clinico, con risoluzione della sintomatologia febbrile, e dispnoica

successivo decorso regolare.

cio' che mi preoccupa è di fibronodulo anche se come ripeto non ci è stata data nessuna spiegazione
i prossimi controlli saranno fra un mese analisi del sangue per controllo della tiroide e del fegato
ecodopler entro tre mesi
inoltre era già in programma per giovedi della prossima settima una TAC di controllo per il precedente problema al seno.

cosa ne pensa?

La ringrazio anticipatamente e Le porgo cordiali saluti

[#21] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile Signora, nella sua domanda del novembre mi era sfuggita la valutazione collegiale in cui i medici si sono dimenticati della metastasi sternale. Ma e' stato un bene perche' non hanno prescritto cure. I radioterapisti pero' se ne sono ricordati e per non lasciare una metastasi sternale senza trattamento hanno effettuato 10 sedute. La diagnosi clinica, ma non radiologica di polmonite e' perfettamente in linea con trattamenti standard. Evidentemente le condizioni della nonna sono andate progressivamente peggiorando. A volte incide su una persona piu' lo strapazzo per recarsi in ospedale che un intervento chirurgico, figuriamoci poi se e' una mastectomia.
Il fibronodulo non ha alcuna importanza in quanto e' una vecchia cicatrice di un evento avvenuto molti anni prima. Quello che rende titubanti sulla prognosi e' il fatto che per fare la radiografia al torace la paziente non era in grado di stare in piedi. Praticamente a quel tempo era quasi allettata. Ora a febbraio si alza da letto? e quante ore? Se e' allettata o se deve essere portata con ambulanza rimandi la tac. Lo strapazzo assorbirebbe energie difficilmente recuperabili.
In queste condizione le opzioni sono ridotte. In ospedale non le hanno certamente parlato del ruolo della alimentazione nel cancro. Vada sul mio sito e troverà alcune informazioni utili.cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#22] dopo  
Utente 362XXX

Grazie Dottore per la veloce risposta, cortesia e professionalità
In effetti solo gli ultimi due giorni prima del ricovero,mia nonna aveva iniziato ad accusare mal di gola e poca febbre ma quando l'abbiamo segnalato al medico della radioterapia ci aveva rassicurato dicendo che sicuramente dipendeva da un inizio di influenza o da un effetto collaterale della radioterapia.
A tutt'oggi mia nonna sta bene si alza dal letto cammina e mangia normalmente senza bisogno di aiuto da parte nostra.
Sono felice di sapere che il fibronodulo non è niente di preoccupante.
La tac è stata programmata per il giorno 16 febbraio in day hospital nell'ospedale dove è stata ricoverata fino ad ieri, seguirò il suo consiglio di rimandarla nel caso in cui le sue condizioni non fossero perfette,
La speranza è che dalla tac non si evidenzi niente di anomalo.
La terrò sicuramente informata sugli sviluppi e nel frattempo La ringrazio sentitamente e Le porgo cordiali saluti.

[#23] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Dottore Le invio l'esito della tac di mia nonna
TC TORACE SENZA E CON CONTRASTO
Essi di trattamento radiante a livello del corpo sternale che si presenta disomogeneo con aree addensative di ricalcificazione ma non evidente osteolisi.
minima area a vetro smerigliato a livello del L.M.di verosimile significato infiammatorio
non lesioni nodulari polmonari.
mediastino normale.
La ringrazio anticipatamente per le informazioni che potrà darmi e Le porgo cordiali saluti.

[#24] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile signora. La risposta della tac conferma che la lesione ossea sternale è in fase di ricostruzione ossea con scomparsa delle osteolisi e che nel Lobo medio polmonare c'è una piccola area infiammatoria verosimilmente da effetto tossico delle radiazioni.
Tutto sommato la paziente dovrebbe essere in lento ma progressivo miglioramento. Me lo conferma?
Consideri che per recuperare in modo più consistente la vitalità della anziana signora è fondamentale che abbandoni in modo assoluto carne, latte, uova e latticini e segua le indicazioni alimentari contenute nel mio libro L'alimentazione nella prevenzione del cancro e il China study che trova agevolmente su il Giardino dei libri.
cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#25] dopo  
Utente 362XXX

Buonasera DOttore grazie infinite per la Sua come sempre gentile risposta
Mia nonna piano piano si sta riprendendo in questo momento il problema è che cammina poco dicendo di avere male alle gambe e quindi si stanca facilmente
Ho letto sul suo sito le indicazioni per una corretta alimentazione e trovo che siano decisamente interessanti
La terrò informata sulle condizioni di mia nonna e La ringrazio ancora infinitamente
Cordiali saluti

[#26] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Dottore
Avrei bisogno di un suo gentile parere
Le riporto l'esito dell'ultima tac di mia nonna
TC TORACE PIU TC ADDOME COMPLETO SENZA E CON COTRASTO

TORACE In ambito parenchimale polmonare non si riconoscono alterazioni focali sospette in senso ripeittivo
scomparse le aree di addensamento a vetro smerigliato precedentemente descritte.
invariate le strie fibrotiche bibasali e i micronoduli calcifici, così come le placche calcifiche a dx.
non linfoadenomegalie ilo-mediastiniche, ne ascellari a sinistra.

comparsa di alcune linfoadenopatie ascellari a destra, la maggiore con diametri assiali massimi a di 20x10mm circa
non versamento pleuro-pericardico
stabile struma tiroideo con nodulazione calcifica al lobo sinistro.
ADDOME Non alterazioni focali a fegato, pancreas, milza, surreni e reni,
non dilatate le vie biliari
assenza di espansi nello scavo pelvico.
non linfoadenomegalie ne falde fluide libere in addome.
SCHELETRO Al controllo odierno si osserva maggior consolidameto della risposta osteoblastica in corrispondenza del corpo sternale non immagini alterazione carattere litico.
non sono comparse altre lesioni focali ai segmenti scheletrici
compresi in esame
La ringrazio per le infomazioni che potrò darmi

mi permetto di riportarLe anche l'esito dell'ecografia bilaterale di mia mamma (52 anni) che ha fatto per controllo avendo familiarità
al quadrante superiore della mammella di sinistra a ore 11 immagine di fibroadenoma di 10 mm e la presenza di cisti diffuse, più numerose e con aspetto a grappolo alla mammella destra la più estesa di 7 millimetri.
non riconoscibili noduli di interpretazione patologica,
piccoli linfonodi a carattere reattivo - flogistico si riscontano in sede ascellare bilaterale.
controllo fra un anno.

Il medico che le ha fatto l'esame gli ha detto di non preoccuparsi per i linfonodi perchè si tratta di una situazione normale avendo dei fibroadenomi
Lei concorda?
La ringrazio anticipatamente e Le porgo i miei migliori saluti.