Utente 454XXX
Chiedo un consulto perché mia madre di 70 anni negli ultimi mesi ha sofferto di mal di schiena (mia madre essendo avendo subito la sostituzione della valvola mitralica e usando coumadin non puo esagerare con l'uso di antiinfiammatori) e facendo le radiografie è uscita che ha due ernie la nostra dottoressa della muta ci ha consigliato di mettere il corpetto sanitario. In tre giorni quasi scompare il dolore alla schiena e gli fa male nell'inguine parte sx (dice che sente il nervo tirare) che non riusciva nemmeno a camminare gli ho dovuto procurare delle stampelle per farla camminare, fa delle siringhe per sette giorni di artrosilene+(altro medicinale che non ricordo) che gli riducono di molto il dolore tanto che dopo una ventina di giorni riesce a camminare con una stampella ma anche senza, ma cmq andiamo a fare una visita da un neurochirurgo per approfondire perché questo dolore non passa mai e cosa fare. Il neurochirurgo dopo visita fisica gli consiglia di fare RM della schiena e del bacino. Siamo andati a farla e abbiamo portato i risultati a lui e ha detto che mi madre si deve fare una RM con contrasto del bacino e una TC toal body perché forse mia madre ha delle metastasi in quella zona inguinale. Poi mi madre va dalla nostra dottoressa per farsi prescrivere le RM e la TAC e la dottoressa legge e legge la RM e non vede dove si evince che mia madre ha questo tumore, e qui io e mia madre ci siamo trovati letteralmente in un limbo credetemi che mi son rivenuti i brividi. Cmq vi scirvo le RM della schiena e del bacino dove il neurochirurgo ha letto che ci sono delle metastasi.
Bacino senza MDC

Estasa area di alterato segnale(iposegnale T1,ipersegnaleSTIR) interessa l'emisacro dx, con diametro massimo intorno ai 6,5cm ede ampia estensione a ridosso del margine articolare affrontato dall'osso iliaco.

Estesa alterazione si riconosce anche a carico dell'osso pubico di sx(4,5cm), con segni di edema della spongiosa ossea ed ipersegnale esteso ai tessuti molli ed in particolare alle strutture muscolari a ridosso del focolaio. La corticale ossa mostra profilo irregolare, da possibili fenonemi di rarefazione-distruzione, reperto da meglio valutare con TC in considerazione della maggiore risoluzione spaziale sull'osso corticale.

Manifestazioni artrosico-degenerative alle coxo-femorali,maggiormente evidenti a sx.
Biocentimetrica formazione cistica corpuscolata in regione perineale-genitale esterna di sx, da possibile cisti del Bartolino, con segni di stratificazione contestuale.
Normale il restante reperto RM
Le aree descritte appaiono compatibiliin prima ipotesi con localizzazioni secondarie. Si consiglia integrazione diagnostica con esame RM del bacino con mdc ev e con TC total body senza e con mdc ev per escludere la presenza di un primitivo.

Domani forse sono pronti pure gli esami dei marker tumorali. E dimenticavo di dire che mi madre soffre di osteoporosi. E che mia madre non è nuova a dolori reumatici, solo che questa volta stanno durando molto.

[#1] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Carissimo,
Consiglio una stadiazione globale con PET/TC per identificare la sede del tumore primitivo e l'estensione a distanza con una mappatura metabolica delle sedi di malattia coinvolte.
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),

[#2] dopo  
Utente 454XXX

Grazie mille per il consulto prof. Filippo Alongi e scusate se ni permetto di scrivervi la tac con e senza contrasto eseguita da mia mamma il 28/06/2017 (mercoledi deve fare la RM bacino con contrasto e poi la porto dal neurochirurgo che la sta seguendo)
L'esame TC del cranio, del collo, del torace, dell'addome e delle pelvi, eseguito con tecnica dpirale multislice, prima e dopo iniezione di contrasto per venam, ha mostrato
In addome
Fegato di volume regolare, a densità finemente disomogenea, senza evidenza lesioni focali.
Asse spleno-portale pervio, non ectasico. Vie biliari intra-ed extraepatiche non dilatate.
Colicisti in sede multilitiasica.
Milza, pancreas e surreni nei limiti.
Reni in sede, di forma e volume regolare.
Alcune formazioni cistiche bilateralmente.
Vescice parzialmente estesa, a pareti non ispessite.
Non tumefazioni a sede utero-annessiale.
Non evidenza di significative linfoadenopatie interparaortiche, retrocrurali, mesenteriali, iliache, otturatorie ed inguinali.
Frattura della branca pubica di sinistra con minima dislocazione di frammento osseo dul versante infero-laterale di sx.
Interruzione della corticale ossea dell'emisacro di destra in più punti senza dislocazione ossea come esiti di frattura composta.
Diffusi segni artrosici del rachide in esame con evidenti segni di osteodemineralizzazione.
Fine.
Ho omesso di mettere il collo , il torace e abito cerebrale.

Adesso scusate la mia ignoranza ma io non ho letto di nessuna metastasi o almeno cosi mi sembra non essendo io un medico, ma solo di fratture a cui mia mamma alla telefonata del radiologo mentre scriveva questa relazione, mia mamma non ha saputo dare nessuna spiegazione, tranne qualche sforzo fatto spostando pesi in giardino un po troppo pesanti, ma nessuna caduta e nessun dolore immediato o forte mentre spostava questi pesi.
Grazie anticipatamente.