Utente
Buongiorno, da alcuni giorni ho un dolore al tallone destro simile a delle fitte dovute a forti puncicate.
Il punto preciso e' la parte posteriore sinistra in basso. Non e' sotto al piede o dietro, ma sul punto di curvatura verso la pianta.
Il punto e' ben preciso e la sensazione e' quella di sentirmi colpire improvvisamente con una matita appuntita.

Riesco a camminare senza problemi, a stare seduto e a muovere il piede in tutte le direzioni, ma SOLO se la gamba (il ginocchio) e' piegata: appena tendo la gamba mettendola completamente dritta e muovo il piede verso l'altro come per metterlo a martello, perpendicolare alla gamba, avverto queste fitte che scompaiono subito piegando il piede verso il basso...

E' come se avessi un qualcosa di elastico (tendine?) che da dietro la coscia va giu' fino alla pianta del piede e se la gamba e' piegata non "tira", permettendomi quindi di fare col piede qualunque movimento, se invece la gamba e' dritta mi e' impossibile flettere il piede verso l'alto senza sentire queste forti puncicate in quel punto, come se la' questa fascia elastica fosse bloccata li' e tirasse.

Ripeto, il dolore e' circoscritto ad un punto ben preciso e molto piccolo, un centimetro quadrato, ma si avverte come molto penetrante.

Non so se il problema e' attribuibile all'ossatura o ai tendini, nel caso dell'ossatura e' consigliabile una visita dall'ortopedico penso, ma nel caso di un problema al tendine da chi si deve andare?

Inoltre e' bene che io effettui qualche esame per andare dallo specialista gia' con qualche risultato in mano? In questo caso molti mi hanno sconsigliato la semplice lastra perche' dicono che mostrerebbe solo eventuali problemi ossei che forse non ci sono. Per vedere anche i tendini mi hanno suggerito una risonanza magnetica o una tac...e' corretto?

Grazie per la vostra disponibilita' e per la cortesia di chi vorra' rispondere.
Saluti.

[#1]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utentre,
il racconto che lei ci ha fornito orienta verso una tendinite inserzionale del tendine di achille. Se la diagnosi fosse confermata da una visita clinica che e' secondo me determinante (infatti attraverso un consulto on-line non e' possibile fare diagnosi) la cura potrebbe essere.
- Ghiaccio
- Cerotti anti-infiammatori per la notte
- Onde d'urto focali
- Laserterapia ad alta potenza.
Quanto alle indagini doverose da eseguire per confermare la diagnosi esse non possono essere prescritte attraverso un consulto on-line anche se comunque in un caso come il suo spesso parto dalle comuni radiografie prima di scegliere in seconda battuta esami piu' costosi.
Cordiali saluti.
Dr. Roberto LEO

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta, quindi lo specialista da consultare per una tendinite e' comunque l'ortopedico? O un reumatologo?

E mi consiglia una "lastra al piede"?

Le cure che mi ha descritto sono indicate pure nel mio caso in cui il dolore non e' assolutamente continuo, ma avvertibile solo ed esclusivamente se tendo la gamba e il piede verso l'alto? (e devo farlo di proposito perche' non e' un movimento naturale)

[#3]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Direi che nel suo caso e' utile un consulto Ortopedico!
La lastra e' consigliabile solo dopo una visita clinica diretta e non e' prescrivibile attraverso un semplice consulto on-line.
Le cure che le ho menzionato sono indicative e vanno fatte solo dopo una adeguata diagnosi che deve scaturire da una visita clinica reale che torno a consigliarle anche se i disturbi sembrano essere solo iniziali.
Cordiali saluti.
Dr. Roberto LEO

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio, per ora il medico mi ha consigliato di prendere per un po' di giorni Ketoplus e vedere se il dolore passa, non mi ha voluto ancora prescrivere la visita dall'ortopedico.