Utente 484XXX
salve,
quest'estate in seguito ad una frattura scomposta del radio destro, mi e` stata impiantata nel braccio una protesi, se e` questo il nome appropriato, per unire l'osso rotto e favorire la guarigione. e` una "barra"in titanio di circa 6 cm, fissata al radio tramite 6 viti...ora, sono stato dichiarato guarito e non sento fastidi di alcun tipo. ho ricominciato a giocare a basket, ma vorrei avere alcune delucidazioni riguardo la struttura in se` del titanio.
mi e' stato detto che grazie alla formazione del callo osseo, paradossalmente il punto in cui ho avuto la frattura e` maggiormente resistente rispetto allo stesso punto ma del braccio sinistro, per via della conformazione non spugnosa del callo osseo. e` vero?
potrei avere qualche esempio riguardante la resistenza del titanio nelle applicazioni mediche?
Diciamo che la paura che piu` mi assilla e` quella che magari a causa di un urto o di un forte sforzo si possa rompere o la protesi o l'osso stesso.
L'incidente e`accaduto a fine giugno quindi sono ormai passati quattro mesi dalla frattura e conseguente operazione.

[#1]  
Dr. Michele Milano

44% attività
0% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
MONCALIERI (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Vediamo di fare un po' di chiarezza.
Lei è stato sottoposto ad intervento di osteosintesi con PLACCA (e non protesi) e viti.
E' vero: paradossalmente la formazione di callo osso rende l'osso stesso più resistente, ma meno elastico.
Il titanio viene usato soprattutto nella traumatologia in quanto è ben tollerato dall'osso e soprattutto non interferisce nella risonanza magnetica.
Avere paura di una rifrattura dopo un evento traumatico è pressocchè normale. Le paure tuttavia vanno vinte, soprattutto a 19 anni.
E' probabile che in futuro... anche tra un anno... lei debba essere sottoposto ad un intervento di rimozione dei mezzi di sintesi (deciderà chi l'ha operata)
Tanti auguri
Dr. M. Milano
drmilano@libero.it - www.lamanoedintorni.altervista.org
NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente 484XXX

grazie dottore per la veloce risposta...bè, effettivamente la mia non è una paura assillante, piuttosto una curiosità inconscia; nonostante ciò ho ricominciato la vita di tutti i giorni praticamente da subito, ovviamente moderando gli sforzi, ma tentando di non farmi condizionare più di tanto dall'accaduto.
il dottore che mi ha operato non mi ha parlato di un'eventuale intervento per la rimozione della placca. mi è stato solo detto che se non ci sarà alcun fastidio-dolore, non ci sarà nessuna necessità di toglierla.
infine, ma il titanio viene rilevato dai metal-detector?in banca non ho mai avuto nessun problema(sono spenti), ma in luoghi come gli aereoporti?in periodo estivo sono solito fare una piccola vacanza, quindi vorrei sapere se necessito di documentazione o altro...
grazie ancora

[#3]  
Dr. Michele Milano

44% attività
0% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
MONCALIERI (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
In genere no... ma porti comunque una documentazione con se.
Dr. M. Milano
drmilano@libero.it - www.lamanoedintorni.altervista.org
NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Utente 484XXX

per documentazione cosa intende? cordiali saluti