Utente
Saluti, egregissimi dottori,
lavorando con la legna, una socca, incastratasi nella lama rotante, mi ha seriamente danneggiato la punta del dito medio, tanto che pavento l'amputazione gella falange.
Detta falange si presentafa spappolata, la carne sombrava quasi non essere attaccata all'osso.
Al pronto soccorso hanno riscontrato la frattura della punta e in ortopedia mi hanno pazientemente ricucito e pulito, asserendo la possibilita' che se la parte interessata diciamo l'intero polpastrello si necrotizzasse, ecco l'incubo dell'amputazione.
Io vorrei giocare tutte le mie carte, da cosa mangiare o bere ( vitamine o sostanze) , o magari terapie tipo la camera iperbarica insomma qualsiasi cosa per agevolare una guarigione (vascolarizzazione, recupero necrosi.........)

Spero che il mio caso ppossa aiutare anche altri, Vi ringrazio e Vi saluto cordialmente.

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
ovviamente senza visitarla non possiamo dire niente di certo, ma in generale si può dire che la camera iperbarica può aiutare sia per ridurre la possibilità di necrosi, sia per ridurre le infezioni.
Per quanto riguarda gli integratori, non sono a conoscenza di studi seri su sostanze che possano aiutare nel caso specifico.
Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Aggiungo a quanto scritto dal collega che un trauma ad alta energia che ha danneggiato in modo così grave la falange ungueale mette in serio pericolo la sopravvivenza dei tessuti che la costituiscono. L'intervento eseguito ha lo scopo di mettere il dito nelle condizioni migliori per poter evolvere verso la guarigione. Adesso bisogna aspettare i risultati. Nell'attesa è fondamentale non fumare assolutamente, seguire con maniacale precisione le indicazioni del Suo ortopedico, non bagnare la medicazione ma nemmeno coprirla con guanti o dita di plastica, assumere i farmaci prescritti, antibiotici compresi.
Il risultato non consisterà solo nella sopravvivenza del polpastrello, ma anche nella ripresa della funzione, e se il movimento non sarà completo bisogna che almeno non sia doloroso. Il percorso non è breve e sarà articolato in passi successivi forse potrebbero richiedere un altro intervento, ma non ci sono artifici per abbreviarlo.
E' fondamentale ricordare come sia indispensabile la prevenzione quando si fanno lavori a rischio come il Suo. Lo dico per "aiutare anche altri", perché Lei lo ha già imparato, ma l'uso di guanti e di protezioni può ridurre o evitare gran parte delle lesioni alle mani, anche se spesso, per eccessiva confidenza e per praticità si tende a trascurarne l'uso.
Ci tenga aggiornati sull'evoluzione.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#3] dopo  
Utente
Grazie per la solerzia e velocita' di risposta nonche' l'interessamento.
oggi ho cambiato la medicazione e il dottore riscontra un colore rosso, non NERO, del polpastrello che fa ben sperare.
DI NON FUMARE NON LO SAPEVO, ho bevuto abbastanza vino in modo di dilatare i vasi capillari , nonche' assunto 600 + 600 di ibuprofene che mi dice il dottore ( fluidifica il sangue ) aiutando la filtrazione sanguigna.
Lavori pericolosi ( il mio domestico ) vanno lasciati a chi li fa da tempo e li sa fare. Ho prestato molta attenzione ALLA LAMA ROTANTE per non tagliarmi, ma l'inesperienza ci nasconde dinamiche e comportamenti come il legno che si blocca sulla lama e diventa un martello schiaccia-mani a buon viso della mia attenzione alla lama.
Si, con i guanti mi sarei fatto molto meno male, forse il polpastrello sarebbe " scivolato " all'interno del guanto.
I MALI CAPITANO SEMPRE AGLI ALTRI ( finche' non capitano a noi)

Sono stato molto contento della Vostra risposta, di tanto in tanto Vi comunichero' come procede ( INFEZIONI ) .
Riconoscente, un cordiale saluto......

[#4]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
In bocca al lupo, e saluti cordiali.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it