Utente
Salve, nel 2006 mi è stata rilevata un esostosi questo è il risultato della risonanza + contrasto:esame eseguito con sequenze dipendenti dal T1 e dal T2 nei piani sagittale ed assiale obliquo e completato con acquisizione dopo somministrazione di mdc.Nella regione postero-mediale della metafisi tibiale è presente una formazione con segnale della strottura ossea di aspetto isofitico correrabile con esostosi.La formazione presenta nella regione periferica un piccolo cappuccio di dimensioni e con caratteristiche di segnali regolari.Nella regione periferica è presente una piccola irregolarità di segnale con aspetto ipointeso nella sequenza T1 ed iperinteso nella sequenza T2 che ne deforma lievemente il profilo.Le strutture muscolare circostanti appaiono improntate ma senza alterazioni di segnale.Regolare il segnale del nucleo epifisario tibiale.Dopo somministrazione di mdc non si rilevano significative modificazioni del segnale tranne che in corrispondenza della regione superiore segnalata dove si apprezza una lieve captazione.Appare utile correlazione clinica e eventuali controlli a distanza.

L' ultimo controllo l ho effettuato un anno fa tramite raggi,il mio dottore dice che è tutto ok,l asportazione l ha sconsigliata e mi ha consigliato di fare i raggi ogni 2 anni.Essendo uno sportivo ogni tanto mi capita di sentire un leggero dolore,e questo mi fa preoccupare visto che sò che esiste una possibile trasformazione in maligna....la mia domanda è questa:In caso degeneri in maligna, i controlli ogni 2 anni sono sufficenti a scongiurare un serio pericolo? Sarei grato di un vostro parere perchè sono veramente preoccupato,grazie saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Mattei

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente
queste lesioni in genere sono reperti occasionali che derivano dall'accertamento di dolorabilità in sedi ben precise.
Spesso si preferisce non rimuovere le lesioni e si consiglia di rimuoverle qualora creino dolore e tumefazione locale.
Il controllo in genere sarebbe preferibile farlo ogni anno anche se la probabilità di trasformazione è molto bassa.
Si può però anche decidere di asportarla in modo da eliminare ogni preoccupazione, fermo restando il fatto che per il primo anno vanno comunque effettuati controlli perchè ci può essere una recidiva locale della lesione.
L'intervento non è in genere particolarmente invasivo; dall'esame inviato però non si comprende la grandezza della lesione che potrebbe orienbtare meglio sulla decisione da prendere.
Cordiali saluti
Antonio Mattei

[#2] dopo  
Utente
salve ho effettuato la risonanza magnetica senza contrato 1 settimana fa ecco le risposte:Voluminosa salienza esostosica a livello della metafisi tibiale, dello spessore massimo di circa 3 cm, per un diametro trasverso di circa 4 cm. Scarso o assente il cappuccio cartilagineo. Non aree di alterato segnale a livello della struttura ossea della formazione descritta. Non alterazioni di segnale a carico del tessuto muscolare adiacente.
Nei limiti della norma. Gli elementi meniscali ed i legamenti. Non si rileva versamento articolare. Come detto in precedenza la mia paura è quella della degenerazione in maligna...posso star tranquillo?

[#3]  
Dr. Antonio Mattei

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Come detto purtroppo la possibilità di una trasformazione esiste.
In genere è sufficiente fare un controllo Rx annuale per stare relativamente tranquilli.
Nel suo caso vista la grandezza della lesione i prenderei in considerazione l'idea di asportarla.
Cordiali saluti
Antonio Mattei