Problema spalla sinistra

Buongiorno,chiedo cortesamente un consulto riguardante un problema per mio marito.Da circa una settimana accusa dolori alla spalla sinistra.In tenera età facendo arti mariziali gli si è lussata la spalla (la cosidetta spalla che "salta"),ma in quanto ancora in età di svilupppo i medici non gli consigliarono alcun intervento.Questo problema non si è più riscontrato in quanto mio marito ha sempre fatto attenzione a non compiere movimenti bruschi col braccio.Sporadicamente in passato ha accusa to dolori che poi andavano via da soli.Questa volta il dolore era più acuto sopratutto la notte.Su suggeriemento del medico di famiglia ha effettuato oggi una rx e una ecografia,riporto di seguito i referti:
referto rx:
non si osservano evidenti lesioni osteoarticolari.
Referto ecografia:
L'esame ecografico della spalla sinistra ha evidenziato iniziali modesti segni di degenerazione tendinosica della cuffia dei rotatori senza segni di discontinuità fibrillare .Non alterazioni a carico del tendine CLBO.Regolare il tendine del sovraspinato in fase dinamica di scorrimento.MInima distenzione liquida della borsa SAD che mostra anche lieve ispessimento delle sue pareti come per verosimile iniziale sindrome da conflitto subacromiale.Regolare l'articolazione acromion-claveare.

Il medico che ha eseguito l'ecografia ha detto a mio marito che lesioni al tendine sono frequenti in chi ha subìto come lui traumi alla spalla,che non è necessaria alcuna operazione e che basta solamente l'antidolorifco e che, in poche parole, dovrà convivere con questi dolori.In attesa di andare da un ortopedico per sentire un altro parere ci piacerebbe sentirne uno Vostro.
Grazie per l'attenzione che ci concederete
cordiali saluti
[#1]
Dr. Roberto Leo Ortopedico 3,8k 176
Gentile utente,
pur se con la limitazone non indifferente di non poter visitare la spall di suo marito ritengo che in prima istanza sia indicato un percorso finalizzato alla cura della infiammazione (ghiaccio, cerotti anti infiammatori, laseterapia tecarterapia) e successivamente finalizzato al recupero funzionale della articolazione.
Cio' detto si affidi ad un centro di rieducazione adeguato.
cordiali saluti,

Dr. Roberto LEO

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test