Utente
Salve, il mio nome è Roberta, ho 34 anni e abbondantemente sovrappeso ( altezza 1,65 per 95 kg) e madre di una bimba di 2 anni, da ottobre 2012 ho iniziato a lavorare nelle mense scolastiche , il lavoro è veramente stancante , i primi giorni tornavo a casa distrutta e il mio acido lattico per anni a riposo è tornato a farsi sentire riducendo il resto delle mie giornate praticamente sul letto, questo per le prime 2 settimane, dopo di chè i dolori muscolari passati ma una fitta alla gamba destra che parte dal fondo schiena fino ad arrivare al ginocchio, mi devasta, ho provato all'inizio con metodi fai da te, punture di voltaren, poi sono passata al contramal e muscoril, alla fine ho deciso di fare una lastra perchè dopo 10 giorni di punture il dolore non ha fatto altro che peggiorare , il risultato della lastra è stato questo:
-PERDITA DELLA FISIOLOGICA LORDOSI DEL TRATTO DEL RACHIDE.
- RIDOTTO LO SPAZIO DISCALE L5-S1 ED L4-L5 PER VERTEBRA A CARATTERE DI TRANSIZIONE.
- SPONDILOSI OSTEOFITARIA DI GRADO MODERATO
-NON LESIONI OSTEO STRUTTURALI FOCALI
Purtroppo ho preso un appuntamento tramite l'asl per una visita ortopedica ma me l'hanno fissata per marzo, il dolore continua ho smesso di fare punture perchè il mio medico curante mi ha detto che rischio un ulcera, può almeno dirmi cosa significa il risultato della lastra?.
La ringrazio anticipatamente per il tempo che mi dedicherà.
Un saluto ,Roberta

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gentile signora Roberta, anzitutto cerchi di diminuire di peso se può. Poi stia tranquilla e cerchi di curarsi con della fisiochinesiterapia idonea e completa affidandosi anche ad un Fisiatra.
Dal referto delle radiografie si evince una discopatia L5 -S1 ed una L4-L5 , ossia gli spazi tra due vertebre contigue sono ristretti ed il disco intervertebrale dei relativi spazi ne risente provocando una lombalgia che può anche diventare una lombo- sciatalgia destra o sinistra. Lei ha una lombosciatalgia destra e deve ben curarla sia farmacologicamente che con adeguata fisiochinesiterapia, ginnastica medica ed attività motoria.
L'ortopedico ed il fisiatra sono i suoi specialisti di riferimento, per cui si curi e vedrà che avrà ottimi risultati.
Certo attendere marzo è un po troppo, veda di andare in un centro di fisiochinesiterapia e affidarsi ad un fisiatra nel frattempo.
Cordiali saluti


Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottor Caruso, per aver dedicato un pò del suo tempo al mio caso, credo proprio che dovrò fare qualcosa prima di marzo, oggi sono tornata a lavoro dopo 15 giorni di riposo e il dolore è tornato ad essere più acuto di prima, la ringrazio ancora, un saluto, Roberta

[#3]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Signora Roberta, segua quanto le ho suggerito;
Vedrà che curandosi bene sopratutto facendo adeguata e completa fisiochinesiterapia , ma anche terapia farmacologica per breve periodo ma ben concretamente sopratutto nella fase di acuzie sintomatologica, troverà notevoli benefici.
Inoltre esegua ginnastica medica e cerchi si dominuire, se possibile di peso.

Cordiali saluti
alessandrocaruso.me@katamail.com
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -