Utente
Salve gentili dottori,

mi rendo conto che questo consulto da me richiesto possa apparir futile in confronto ad altre richieste, tuttavia proverò comunque a sottoporVi il mio "problema".

Sono quasi tre anni che avverto un fenomeno che prima non avevo: ogni volta che estendo il ginocchio dalla posizione flessa a quella distesa, sento uno scatto sotto la rotula, come se quest'ultima compiesse un piccolo salto senza tuttavia muoversi o uscir fuori posto. In particolare sottolineo la presenza di questo scatto ogni qual volta supero i 90 gradi, forse questo dettaglio può esser utile. Su internet non ho trovato nulla in merito. Ovviamente mi sono già sottoposto a una visita medica, tuttavia il dottore ha affermato che non v'era nulla di cui preoccuparsi, per il fatto che lo scatto è indolore. (prima era solo al ginocchio destro, ora a entrambe)
Posso realmente stare tranquillo come il medico mi ha detto? Aggiungo anche di non aver mai avuto incidenti, traumi, cadute o distorsioni. Il tutto è comparso all'improvviso, da un giorno all'altro. Ammetto tuttavia di praticare yoga per molte ore da anni... che questo possa aver influito sui legamenti del ginocchio? Troppa flessibilità? Sto facendo esercizi di rinforzo, nulla di che: sollevamenti della gamba con il piede ruotato all'esterno, contrazione della rotula, ma non ho risolto nulla.
Infine voglio aggiungere che questo scatto sembra (almeno al tatto, mettendo la mano sulla rotula in movimenti di flesso estensione) verificarsi più nella zona mediale (ma sempre verso la parte alta della rotula, quindi non nella zona meniscale), al che se metto un dito dove si trova l'attaccatura del vasto m. obliquo, non c'è più lo scatto. Se ruoto la gamba verso l'interno o l'esterno poi, estendendo il ginocchio contraendo il piede "a martello", non si verifica questo scatto. (N.B.: lo scatto lo sento dentro, ma non produce rumori tipici di altri problemi quali crack, click e così via)

Cosa posso fare secondo voi? Potenziare ancora i muscoli usando leg press e simili, fingere di nulla e star tranquillo o farmi vedere da altri medici?
Grazie mille per l'attenzione, spero di ricevere delle risposte. Mi tranquillizzerebbero molto.

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere dovuto a una plica sinoviale o a una irreglarità della cartilagine femoro-rotulea, ma escludo che possa trovare la diagnosi su Internet. In presenza di un dubbio sulla propria salute è indispensabile rivolgersi a uno specialista che La visiti, chieda, se occorrono, degli accertamenti e poi alla fine faccia la diagnosi. Se è presente uno scatto bisogna chiarire qual è la causa, anche se al momento è indolore. Consulti quindi un ortopedico esperto in chirurgia del ginocchio per una valutazione diretta.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
Utente
Capisco, grazie comunque per il parere, anzitutto. Avrei solo delle ultime informazioni da riportare, prima di chiudere del tutto questo "consulto online". 1) ho appena scoperto, in preda alla preoccupazione, che mio padre ha questo stesso fenomeno. 2) quando sono riscaldato non avverto più questa sensazione di scatto...
Magari questi potrebbero esser dei punti sui quali indagare, del resto neppure il medico dal vivo potrà notarlo, sarei comunque io a doverglielo riferire.
Io da quel che ho potuto sentire toccando a freddo invece, noto che quando il ginocchio si piega, sotto la mano, le "fibre" poste all'attaccatura del vasto mediale vengono tirate. Quando estendo, la pressione viene rilasciata e c'è il famoso scatto. In definitiva, non potrebbe essere il tendine a cui si attacca tale muscolo? Sembra corrispondere proprio a quel punto.

Altro non aggiungo, capisco di pretendere troppo senza una visita "dal vivo", approffitto della Vostra disponibilità perché dovrò attendere circa un mese prima di un'ulteriore visita. Per il resto Vi ringrazio per l'enorme l'aiuto e la velocità della risposta.

[#3]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Come vede è impossibile accertare a distanza di cosa si tratta:è perfino difficile capire la sede del problema (prima sotto la rotula, ora sul vasto mediare). In ogni caso solo l'ortopedico che L'avrà visitata saprà dirle di cosa si tratta, e ovviamente dovrà essere Lei a fornirgli tutti gli elementiche ha rilevato. Del resto aspettare un mese per un problema che ha da tre anni non mi pare eccessivo.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it