Utente
buona giornata
in data 26 luglio 2013 sono stato operato in Corsica per la rottura del tendine d'Achille con la tecnica Tenolig.
dopo 56 gg in ortopedia in Padova hanno rimosso la gessatura per poi rimuovere anche i due fili di Dacron con ancorotti che hanno tenuto fermo il piede in posizione equina. Nella circostanza è stato tolto solo un filo, l'altro è rimasto all'interno unitamente all'ancorotto stesso. Nella circostanza mi hanno riferito, sebbene non riuscendo nell'intento, non comportava alcuna alterazione fisica e/o fisiologica.
Domanda: durante l'intervento è stato inserito la strumentazione tecnica Tenolig. Dopo 45 gg la strumentazione deve essere tolta.
Presso quale struttura devo rivolgermi per praticare in modo definitivo la rimozione totale del materiale usato dalla tecnica in esame?
Sarebbe utile effettuare una lastra e/o ecografia per verificare lo stato in essere?
Rimanendo in attesa di risposta Le porgo distinti saluti.

[#1]  
Dr. Luigi Grosso

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
RAPALLO (GE)
BUSTO ARSIZIO (VA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Oggi, per la cura della rottura del tendine di Achille, la tecnica migliore è proprio quella del "TENOLIG".
In commercio vi sono tanti altri sistemi - tutti più o meno uguali - con nomi diversi.
Si è visto che tale tecnica è quella con migliori risultati e minori effetti collaterali.
Uno di questi effetti collaterali è proprio la permanenza del filo nei tessuti.
Per toglierlo definitivamente, può rivolgersi a qualsiasi centro di ortopedia.
Auguri
Dr. Luigi Grosso - Chirurgia e Artroscopia Spalla e Gomito
Busto Arsizio (VA) - Rapallo (GE) - Napoli
www.luigigrosso.net - www.saluteinspalla.net

[#2] dopo  
Utente
ciao dr. Luigi Grosso
risposta esauriente e per questo la ringrazio.
E' pur vero che in commercio ci sono nomi diversi e/o per il praticarsi.
Infatti, due giorni fa mi son sentito con l'ortopedico (con sede in Corsica Francia) che mi ebbe a praticare tale tecnica "TENOLIG" il quale mi riferiva che comunque i fili di Dacron devono essere rimossi comunque. Infatti sabato mattina in un centro di Padova - privatamente - ho appuntamento per la rimozione.
E' stato gentilissimo, risposta esauriente.
p.s.: la prenda come aforisma; possibile che in Padova, venerdì scorso dopo avermi tolto la gessatura l'ortopedico è stato solo capace di estrarmi solo uno dei due fili di Tenolig ( su mia indicazionesenza a.l.), . e l'altro di avermelo lasciato a suo posto assicurandomi che non ci sarebbero state conseguenze e/o complicanze fisiologiche?
Allore è pur vero che il miglior medico è essere prorpio se stessi!!!
gentilissimo di avermi sopportato. La terrò informato.
Grazie Luigi dr. Grosso

[#3]  
Dr. Luigi Grosso

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
RAPALLO (GE)
BUSTO ARSIZIO (VA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Simpaticissimo....grazie.
Dr. Luigi Grosso - Chirurgia e Artroscopia Spalla e Gomito
Busto Arsizio (VA) - Rapallo (GE) - Napoli
www.luigigrosso.net - www.saluteinspalla.net

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo dr. Luigi Grosso
stamane 28 settembre, come le avevo accennato mi sono recato presso uno studio ortopedico "del piede" per togliere l'altro filo di Dacron. Nulla di fatto. Poiché anche il suddetto specialista ha ritenuto opportuno non rimuovere il filo compreso l'ancorotto, adducendo che il filo stesso era importante tenerlo. A sto punto sono disorientato e non so più a chi rivolgermi. Non vedo la necessità di recarmi in Corsica per una cosa del genere.
La rimozione la può praticare un chirurgo qualsiasi o deve essere un ortopedico?
Caro dottore mi sopporti ancora finché non vengo a capo di questa situazione.

[#5]  
Dr. Luigi Grosso

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
RAPALLO (GE)
BUSTO ARSIZIO (VA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Se il collega ritiene di non rimuovere il filo di Dacron, avrà certamente avuto delle motivazioni che avrà condiviso con lei, per caso si ricorda cose le ha detto in merito?
Potrebbe essere che non è ancora prudente rimuoverlo?

Il filo deve essere tolto da un chirurgo ortopedico o, in alternativa, anche dal chirurgo generale (In alcuni casi).
Auguri
Dr. Luigi Grosso - Chirurgia e Artroscopia Spalla e Gomito
Busto Arsizio (VA) - Rapallo (GE) - Napoli
www.luigigrosso.net - www.saluteinspalla.net

[#6] dopo  
Utente
gentilissimo e velocissimo dr. Luigi Grosso nel darmi la risposta circa la mia vicenda.
in ottemoeranza la visita ortopedica eseguita in data 28 settembre 2013 Le comunico i seguenti dati:
"Esiti rottura sottocutanea tendine di Achille destro del 25 luglio 2013 operato con Tenolig.
Tolti i pull-out. Va molto bene, tendine continuo.
Consiglio:
- togliere lo stivale;
- talloniere in silicone bilaterale:
- iniziare rieducazione con chinesiterapia e massaggio, successiva cyclette e nuoto;
- da rivedere fra due mesi con ecografia per valutazione definitiva.
p.s.: in analisi della visita stessa l'ortopedico mi riferiva di avere prudenza almeno per sei mesi per scongiurare una recidiva rottura, ritornare poi alle normali attività.
La terrò informata
distinti saluti ed un grazie di Cuore.