Utente
Mia nipote, una ragazza di quattordici anni, da alcuni mesi soffre di dolori alla schiena, soprattutto durante le ore notturne (durante il sonno).
Una decina di giorni fa, per diagnosticare la causa di tali dolori e ipotizzando una scoliosi, è stata sottoposta ad un esame radiografico alla colonna vertebrale (terza? vertebra ...).
Dopo il primo esame della lastra, l'ortopedico, che sospettava l'esistenza di un fenomeno tumorale, chiedeva al reparto "radiologia" di approfondire gli esami con una risonanza magnetica urgente. Tale richiesta d'urgenza non venne accolta dal personale medico di quest'ultimo reparto che, invece, ci rassicurava diagnosticando un'ernia di schmorl.
Solo in seguito, in un altro centro ospedaliero, mia nipote è stata sottoposta ad una risonanza magnetica con la quale è stata confermata l'ernia di schmorl.
Per ulteriore conferma abbiamo consultato un medico, che ha visitato la ragazza, e che, viste le lastre radiologiche e quelle della risonanza magnetica, ha invece diagnosticato un tumore benigno denominato "osteoma osteoide".
Vorrei sapere, viste le diverse diagnosi, se l'ernia di schmorl e l'osteoma osteoide possono essere confuse, e, soprattutto, quali ulteriori esami possono essere effettuati per una definitiva diagnosi.
Ringrazio anticipatamente, e chiederei anche, se fosse possibile senza incappare nella censura dei messaggi pubblicitari, in quali centri specialistici del centro Italia (abitiamo nelle Marche) è possibile effettuare tali ulteriori esami.

[#1]  
Dr. Simone Cigni

28% attività
0% attualità
12% socialità
VOGHERA (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Eseguirei anche una TC ed eventualmente una scintigrafia. Le due diagnosi richiedono trattamenti diversi, per cui è necessaria una diagnosi definitiva e di certezza.
Penso che presso l'Ospedale di Ancona possiate trovare quanto vi occorre.
Cordialità
Dr Simone Cigni

[#2]  
Dr. Andrea Casullo

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
convengo con i consigli forniti dal Collega ma, in ogni caso, va considerata la sintomatologia clinica.
L'osteoma osteoide determina una sintomatologia dolorosa, talvolta importante, con esacerbazione notturna e che recede assolutamente con l'assunzione dell'acido acetilsalicilico.
L'ernia di schmorl può rimanere asintomatica.

[#3]  
Dr. Andrea Casullo

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
In considerazione della sintomatologia della ragazza sembrerebbe trattarsi, più probabilmente, di osteoma.