Utente 478XXX
Salve sono un paziente di 36 anni .nel 2002 a seguito di un incidente automobilistico ho subito la frattura esposta e scomposta della rotula ed è stata trattata con cerchiaggio poi rimosso nel 2003. nel 2005 sono stato sottoposto a artroscopia per una pulizia del ginocchio e anche nel 2015.
questo è il risultato della tac effettuata oggi. volevo sapere se da qua si può capire quanto dovrò fare nei prossimi anni oppure nei prossimi mesi.
Premetto che ho in programma una visita con la dottoressa che mi segue pero qualche altro parere tecnico e per lo più con parole spicciole mi farebbe piacere.
si prospetta una nuova pulizia o addirittura come mi è stato detto molti anni fa protesi? grazie a chi risponderà

TAC GINOCCHIO


Esame eseguito con tecnica volumetrica in condizioni basali. Sono state ottenute ricostruzioni multilanari.

Alterazione morfostrumentale della rotula in esiti traumatici con evidenza di aree di sclerosi ossea prevalenti in sede sottocorticale anteriore.
A livello della superficie articolare si osservano piccole aree di erosione dell'osso subcondrale.
Tendinopatia calcifica del quadricipitale ed in minor misura del rotuleo.
iniziali note di gonartrosi con evidenza di piccoli osteofiti in sede femorale ed in sede rotulea.
non alterazioni significative a livello delle strutture meniscali e legamentose per quanto valutabile con la metodica.
Minimo versamento articolare nei recessi superiori.
Sostanzialmente conservato il trofismo muscolare

[#1]  
Dr. Giuseppe Restuccia

24% attività
0% attualità
12% socialità
PISA (PI)
VIBO VALENTIA (VV)
ROSIGNANO MARITTIMO (LI)
SAN GIULIANO TERME (PI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Buongiorno, purtroppo i traumi con fratture che riguardano le articolazioni sono tutti a rischio di degenerazione dell’articolazione stessa. Questa degenerazione si chiama artrosi post-traumatica.
L’unica cosa che può fare sono una serie di trattamenti di tipo fisioterapico e di trattamenti con integratori cartilaginei, per rallentare questo processo. Non le consiglio, se non per motivi particolari di eseguire ulteriori artroscopie. Se in un futuro l’artrosi dovesse progredire allora andrà valutata la possibilità di impianto di una protesi.
Al momento si affidi al suo ortopedico di fiducia e segua i suoi consigli
Saluti
Dr. Giuseppe Restuccia