Utente 424XXX
Buongiorno dottore, mia sorella 79 anni ha fatto radiografie :Rachide completo, Bacino, Pelvi e anca sx. Il motivo era per il dolore all’inguine che ha cominciato a sentire all’inizio dell’anno. Era già a conoscenza del problema della stenosi del canale di cui soffre da parecchi anni ma voleva evitare l’intervento neurochirurgo per problemi cardiaci. Ha fatto da poco un ciclo di infiltrazioni di terapia del dolore. Ora il risultato dei rx sono: Rachide cervicale= ridotta la lardosi.Metameri in asse.Alterazioni uncoartrosiche con appuntamento dei profili somatici posteriori e riduzione d’ampiezza degli spazi discali,da C4 a C7, alterazioni degenerative delle interpofisarie. Rachide dorsale= scoliosi sinistro -convessa al passaggio dorso -lombare con fulcro a D12. Rachide lombare= ridotta la lordosi. Disallineamento dei muri posteriori a L2-L3 ed L3-L4 su verosimile base degenerativa in quadro di estese alterazioni degenerative delle interapofisare. Discopatie lombari plurime da L1 a L4.Bacino e anca sin. = Appuntimento acetabularie. A sinistra netta riduzuione d’ampiezza dello spazio articolare coxofemorale con iniziale sclerosi delle limitanti affrontate. Conservato il profilo della testa femorale. Marcata sclerosi della sinfisi pubica, modesta delle sincondrosi sacro-iliache .Ci chiediamo se ci sia una soluzione diversa dall’ intervento chirurgico all’anca. Grazie

[#1]  
Dr. Hassan Zmerly

32% attività
16% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
FAENZA (RA)
IMOLA (BO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Salve, dal referto dell'esame radiografico l'anca non sembra avere una artrosi grave da richiedere subito una operazione.
L'artrosi va prima curata con farmaci e fisioterapia; tuttavia la decisione di un eventuale intervento chirurgico o di ulteriori accertamenti (RMN) va presa in base alla visita medica che dovrebbe chiarire l'origine del suo dolore.
h zmerly