Utente
Gent.
mi Dottori, da tre anni a questa parte sono soggetto sporadicamente a un forte mal di schiena che di solito mi blocca (non riesco letteralmente a camminare).
Ho fatto una RMN che ha evidenziato una semplice deidratazione del disco (ho 48 anni).
Due sabati fa ho forse fatto uno sforzo portando una stampante dal negozio a casa, dall'indomani ho ricominciato ad avere dolori forti al polpaccio sx, alla coscia interna sx a alla schiena bassa sx.
Adesso dopo otto giorni continuo a zoppicare vistosamente e alcune volte non sono neanche in grado di andare da una stanza all'altra.
Sono stato tre volte da un'osteopata ma non ha migliorato nulla.
Il muscolo del polpaccio e' dolorante (anche il dx ma con molto minore intensita'), lo stesso per l'anca e la schiena (meno questa volta rispetto al passato).

L'osteopata mi ha detto che c'e' stato anche un "pull" al bicipite sinistro.
Ma questi sintomi che sono presenti in maniera acuta adesso sono sempre comunque regolarmente presenti, in maniera cronica (lo noto quando faccio stretching).
Potreste consigliarmi cosa fare?
Per esempio, fra usare impacchi caldi e freddi.
E sopratutto potreste dirmi se e' normale avere questi disturbi di forte rigidita' muscolare invalidante cosi' spesso?
E come ultima domanda, e' consigliabile andare a lavoro (ufficio e uso il bus) o dovrei stare totalmente a riposo?


Molte Grazie

Distinti Saluti

[#1]  
Dr. Giuseppe Coli'

32% attività
16% attualità
16% socialità
LEQUILE (LE)
PAVIA (PV)
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente, il suo osteopata è un medico? Dovrebbe confrontarsi con uno specialista per valutare anche l'evenienza di un origine diversa dei suoi disturbi. Per quanto riguarda la possibilità di tornare a lavoro dipende dal tipo di attività che svolge e da tanti altri fattori anamnestici e obiettivi che solo in sede di visita è possibile raccogliere. Il mio consiglio pertanto è di sottoporsi a visita ortopedica, impossibile online. Ci tenga informati
Dr. Giuseppe Colì
Specialista Ortopedico
Malattie metaboliche dell'osso
Ex responsabile centro Osteoporosi

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Coli',

la ringrazio vivamente. Il mio osteopata non credo sia un medico. Ho avuto una visita specialistica e una RMN a settembre. L'esito e' stato una deidratazione dei dischi e il consiglio e' stato di effettuare un iniezione per iniettare una sorta di antidolorifico. Ho rifiutato perche' mi e' sembrata una pratica eccessiva e quasi di "routine" aziendale. Ormai sono tre/quattro anni che queste contratture muscolari, a volte severissime, mi bloccano. Ieri, per darvi un indizio, sono stato seduto su una sedia rigida per un'ora circa e mi e' stato quasi impossibile rialzarmi a causa di un dolore laterale su tutto la gamba sx, dal poplaccio al bacino. Sto chiedendo alla mia assicurazione di avere un secondo consulto ortopedico. Un paio di domande veloci, se posso: dato che piu' o meno questi fastidi vengono da tre/quattro anni periodicamente, posso scongiurare cause gravi? Dopo tre anni qualunque grave causa sarebbe stata scoperta.anche per altri sintomi (tendenzialmente questo e' l'unico problema di salute che ho), giusto? C'e' qualche approfondimento strumentale particolare che dovrei chiedere?

Cordialmente,

[#3]  
Dr. Giuseppe Coli'

32% attività
16% attualità
16% socialità
LEQUILE (LE)
PAVIA (PV)
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Buongiorno. Stia sereno, se fosse qualcosa di grave sarebbe aumentato nel tempo in frequenza ed intensità Un approfondimento che potrebbe fare fare sarebbe una elettromiografia degli arti inferiori. Ne parli con il suo medico di famiglia.
Dr. Giuseppe Colì
Specialista Ortopedico
Malattie metaboliche dell'osso
Ex responsabile centro Osteoporosi

[#4] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Caoli.

Ho effettuato la visita medica e la risonanza. Dopo aver visto i risultati, il medico ha ordinato una iniezione al nerov S1. La diagnosi e' una protrusione all'S1 che striscia sul nervo. Ho avuto l'iniezione venerdi' e oggi, domenica sera mentre scrivo, la gamba mi fa ancora male. L'iniezione e' stata super dolorosa e il radiologo mi ha detto che probabilmente perche' ha centrato appieno il nervo. Mi aspettavo dopo sue giorni di stare meglio e invece il dolore e' peggiorato. Il radiologo mi ha detto che forse avrei avuto bisogno di un'altra infiltrazione. La mia domanda e': quanto dovrei aspettare prima di capire se l'iniezione ha funzionato o no?

Molte Grazie

[#5]  
Dr. Giuseppe Coli'

32% attività
16% attualità
16% socialità
LEQUILE (LE)
PAVIA (PV)
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Generalmente dopo 2-3 giorni.
Buona serata
Dr. Giuseppe Colì
Specialista Ortopedico
Malattie metaboliche dell'osso
Ex responsabile centro Osteoporosi

[#6] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Coli,

Mi perdoni se la importuno con i miei aggiornamenti. Proprio oggi e' passata una settimana e cammino meglio e il dolore si e' quasi dimezzato. Pero' sono sempre costretto a prendere il Naxopren. Nei primi tre giorni della settimana sono andato in ufficio e lo stare seduto, piu' lo stress fisico degli spostamenti, mi ha peggiorato la sensazione. Oltretutto, in una o due casi, ho sentito come una spina nel piede sx. Adesso sento un intorpimento freddo nella parte esterna del piede sx e come sempre un dolore, come uno stiramento, dietro al ginocchio. Zoppico meno. Io non ho ben capito se questa iniezione che mi hanno fatto avrebbe dovuto fare scomparire del tutto il dolore o solo allievarlo e farlo scomparire nel tempo. Puo', gentilmente, dirmi quale e' il decorso di un'iniezione di stereoidi al nervo?

Molte Grazie

[#7]  
Dr. Giuseppe Coli'

32% attività
16% attualità
16% socialità
LEQUILE (LE)
PAVIA (PV)
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
E' normale che la ripresa sia graduale, deve avere pazienza. Magari, per accelerare il recupero, può assumere per bocca degli integratori neurotrofici. Ne parli con il suo medico di famiglia. Cordialità
Dr. Giuseppe Colì
Specialista Ortopedico
Malattie metaboliche dell'osso
Ex responsabile centro Osteoporosi