Utente
Buongiorno, vorrei esporvi il mio problema.

Due giorni fa sono scivolata due volte a distanza di mezz’ora, durante pulizie domestiche, per terra era bagnato ed entrambe le volte ho urtato principalmente il sedere durante la caduta.

La mattina seguente, ovvero ieri, avevo dolori sparsi ma comprensibili date le scivolate avute, soprattutto Interno coscia, adduttori molto tesi ma ho preso un antidolorifico ed ho evitato sforzi.

In serata invece ha iniziato a presentarsi un dolore sordo, inizialmente un fastidio all’interno delle natiche, sulla parete sinistra vicino all’ano... al quale non ho dato assolutamente peso... finché non si è intensificato terribilmente durante la notte, nella quale non ho chiuso occhio.
Il dolore è simile a un bruciore fortissimo interno, provando a massaggiare la zona il dolore si è ancor più intensificato... visivamente non si vedono traumi esterni... solo sembra leggermente gonfia la parte.
Mi hanno fatto una puntura in guardia medica e sono riuscita a riposare un po’ ma il dolore, al momento meno intenso ma rimane la sensazione di bruciore e di sentir tirare la parte, non so come meglio spiegarmi... spero in una vostra risposta...
ho 32 anni, se può servire.
Grazie di cuore

[#1]  
Dr. Luigi Leone

24% attività
8% attualità
4% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2015
Gentile Signora, la mia risposta Le giunge con un po' in ritardo rispetto ai traumi avvenuti circa 13-15 giorni fa. Tuttavia,questa mia può avere ancora una sua utilità nel caso la situazione clinica che Lei riferisce nella mail fosse rimasta pressochè invariata.Se così fosse, Le suggerisco di effettuare un controllo radiologico standard del sacro e del coccige per escludere eventuali lesioni ossee, le quali anche nel caso dovessero essere presenti non devono allarmarLa perchè abbisognevoli soltanto di un po' di pazienza e di qualche accortezza nella assunzione delle posture.
Molti cordiali saluti ed auguri di rapida guarigione
Dr. Luigi Leone
Specialista in Ortopedia e Traumatologia, in Fisiatria e in Medicina Sportiva