Utente
Buongiorno gentili Dottori,

Tre settimane fa ho subito una distorsione della caviglia, inizialmente trascurata.

Una settimana dopo, vista la persistenza del dolore, sono andato a fare l'RX al piede, che ha rilevato un piccolo distacco parcellare dell'astragalo.


L'ortopedico, vista la scarsa entità della frattura, non mi ha messo il gesso e mi ha detto che sarebbe stato sufficiente non caricare l'articolazione, dicendomi di camminare per 10gg con le stampelle e poi di riprendere progressivamente a caricare.


Purtroppo capirete bene che è molto arduo camminare con le stampelle senza che l'articolazione sia in qualche modo immobilizzata: viene in automatico camminare normalmente e alla fine le stampelle diventano solo un'enorme scomodità.
Dopo pochi giorni ho dovuto abbandonarle.


Oggi cammino tranquillamente con solo un modestissimo fastidio non invalidante, che però si accentua in caso di sforzi prolungati o di accidentali sovraccarichi.


Sono già passate tre settimane dall'evento traumatico.
Io avrei bisogno di riprendere al più presto l'attività sportiva e a questo punto mi chiedo se non valga la pena immobilizzare il piede una volta per tutte per il tempo necessario alla guarigione invece che continuare a camminarci sopra trascinandosi il problema e magari ritardando la guarigione.


Secondo voi a questo punto posso guarire completamente anche continuando come adesso?
(ossia evitando lo sport ma camminando normalmente)?


Vi ringrazio per l'attenzione

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

L'immobilizzazione di un arto va fatta al momento giusto e se necessario, non come ultima ratio per provare a sistemare le cose. Non necessariamente il dolore residuo è dovuto al piccolo distacco osseo, esistono altre situazioni concomitanti che possono rallentare la guarigione.
Credo che sia meglio farsi rivalutare da un bravo ortopedico che deciderà il percorso da seguire, anche in base ad eventuali ulteriori esami mirati, dopo una attenta visita. È infatti impossibile darle qualsiasi consiglio sensato senza una visita "dal vivo".

Saluti cordiali.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
la ringrazio per la risposta.

Ad oggi la situazione è rimasta invariata, ho provato a riprendere a correre ma purtroppo il dolore è ancora presente.
ho prenotato una visita ortopedica ma purtroppo mi è stata data verso la fine del mese prossimo... io dovrei riprendere ad allenarmi al più presto in vista di un concorso.
Proverò a rivolgermi a un ortopedico privatamente.
Spero tanto che questo problema possa risolversi alla svelta, ma oltre al riposo quali potrebbero essere le opzioni terapeutiche?

[#3]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Le strutture del piede sono tante e diverse, non mi è possibile dirle cosa fare senza una visita di uno specialista del piede che possa capire il problema e magari richiedere esami mirati. Mi spiace non essere d'aiuto.
Saluti cordiali.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme