Utente
Sono un ragazzo di 29 anni, un mese fà noto un gonfiore sotto l'orecchio dx,dopo una cura di antibiottico per circa 10 giorni data dal medico di base per via di un probabile "colpo di vento" il gonfiore non tende a diminuire anzi aumenta di dimensioni e mi affretto a eseguire un'ecografia.Dall'ecografia il medico mi riscontra una "TUMEFAZIONE REGIONE PAROTIDEA DESTRA" con questa relazione: Tiroide in sede di dimensioni ai limiti della norma con ecostruttura modicamente disomogenea. senza evidenza di reperti di tipo nodulare ecograficamente apprezzabili. A carico della parotide dx evidenza in corrispondenza della tumefazione rilevata all'esame obiettivo area ovalare intraghinadolare superficiale ipo-anecogena di tipo fluido denso di 26x14mm mista con profilo ic che allo studio color-power-doppler presenta strutture vascolari peri lesionali con associato ispessimento iper ecogeno sottocutaneo di tipo flogistico e meritevole iter diagnostico supplementare. Da cui mi rivolgo ad un otorinolaringoiatra che mi consiglia subito un ricoveo ospedaliero per evitare conseguenze piu' gravi tipo paresi facciale e dopo 6 gg di ricovero il gonfiore e passato ma io toccandomi sento ancora il gonfiore. come terapia all'ospèedale ho preso: TAZIDIF 1g, TAVANIC 500, FLEBOCORTID 1g. Alla fine il medico dell'ospedale nel dimettermi mi ha detto che era neccessario intervenire chirurgicamente per eliminare una formazione rotondeggiante di circa 6mm di diametro con contorni netti e contenuto liquido riferibile a cisti.Cosa mi consiglia di fare adesso in questo momento? Esiste la possibilita' di fare una terapia che escluda l'intervento?GRAZIE.-

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sicuramente, prima di pensare ad un intervento chirurgico di asportazione della ghiandola salivare, occorre necessariamente che si sottoponga ad altri accertamenti, quali: Scialo-tc con mezzo di contrasto della ghiandola parotide destra; agoaspirato ecoguidato della formazione nodulare intraparotidea. Una volta in possesso dei risultati, vedremo cosa e dove fare per la risoluzione della patologia. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
GRAZIE MILLE DOTTORE, e stato gentilissimo provvedero' subito e le faro' sapere!!! GRAZIE di vero cuore.-

[#3] dopo  
Utente
Carissimo Dottore mi scuso per il ritardo nel scriverle ma ho avuto diverse difficolta' di natura privata!! Nel parlare del problema subito,come sopra meglio specifacato, dopo il periodo festivo del mese di Dicembre mi sono affrettato a fare una ulteriore ecografia alla parotide dx e mi e' stata fatta questa relazioene: " Parotide di destra nei limiti della norma con presenza in sede medio e superficiale di raccolta fluido-anecogena intraghiandolare pleomorfa di spessore 3-4 mm circa compatibilmente ad esito di scioloadenite e conpresenza nella stessa a area di minuscola stria iperecogena verosibilmente microlitiasica. In sede posteriore ed inferiore piccola area ipo-ecogena ovalare di diametro 7mm circa di tipo verosimilmente linfoadenopatica. Non evidenza di significative dilatazione delle vie salivari intra-ed extraghiandolari." A questo punto dopo una mia ricerca su internet scopro che c'e' un centro a Milano presso l'ospedale "SACCO" per i calcoli alle ghiandole salivari e cosi' pieno di speranza parto e mi rivolgo presso questo centro e dopo una visita con il primario mi viene consigliato di fare un RMN alle GHIANDOLE SALIVARI, e la relazione su questo esame e quella che le vado a scrivere " E' stato eseguito studio delle ghiandole parotidee mirato allo studio dotti escretori con acquisizioni SE T2 pesate e SE T2 pesate per ricostruzioni 3D dopo stimolazione alla salivazione. Le ghiandole parotidee appaiono di dimensioni e morfologia regolari. La ricostruzione dei dotti escretori intraparenchimali e dei dotti di Stenone non evidenza tratti ectasici ne' stenotici. Non si osservono immagini riferibili a calcoli.
Esame effettuato in data 0922010".-
Dopo questo esame il primario dello stesso ospedale specializzato mi ha consigliato solamente di riprendere la vita di sempre ma imparando a bere molta acqua e molta frutta!!!! Lei che consigli mi da?? Secondo lei mi devo fare qualche altro esame?? Posso stare veramente tranquillo?? E poi se non sbaglio nell'ultima ecografia prima di partire per Milano, il dottore del mio paese scriveva che c'era la presenza di un calcolo o mi sbaglio?? Mi sono fatto questa domanda quando ho letto dall'ultimo esame che ho fatto che non c'e' alcun calcolo , ma a chi devo credere?? La prego di darmi una risposta GRAZIE mille.-

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Quindi, la ghiandola non è patologica. meglio cosi!
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente
Dottore quindi cosa devo fare adesso??? Devo continuare a fare qualche altro esame?? Che consiglo si sente di darmi?? GRAZIE.-

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non mi sembra il caso che si sottoponga ad altri accertamenti. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori