Mal di gola frequenti e catarro

gentili dottori
sono uno studente 21enne che pratica attività fisica in palestra e sono sempre stato in buona salute, nella media faccio 3/4 faringiti all'anno.
ho avuto una faringite a natale, poi dei problemi intestinali tra gennaio e febbraio, ma i veri problemi sono cominciati a marzo.
altra faringite curata con antibiotico, finita la cura dopo 2gg ho ancora la gola dolorante e arrossata, così mi reco dal medico che mi prescrive subito un altro antibiotico da prendere se la situazione peggiora e mi consiglia di fare il tampone faringeo che darà poi esito negativo. il mal di gola peggiora, aumentano anche le secrezioni di muco e catarro che mi tappano le orecchie, in particolare il sinistro. il medco mi prescrive il fluimucil e poichè ho la febbre a 39 prendo anche il 2°antibiotico. continuo la terapia di fluimucil per 12gg, e nonostante espella delle grandi quantità di catarro molto dense e gialle (della dimensione di 1/2 cm di diametro) la situazione non migliora completamente perchè a fine terapia (antibiotico e fluimucil) la gola guarisce mentre per quel che riguarda il catarro, il naso resta congestionato (respiro con una sola narice) e nonostante le 2 orecchie si sono stappate quella sinistra mi da la sensazione che sia piena di catarro perchè muovendo la mandibola o mentre cerco di addormentarmi sento dei rumorini e a ogni deglutizione l'orecchio si ovattava come quando si sale di quota. in quello stesso periodo soffro anche di insonnia e mi viene una forte cervicale che si attenuano lentamente. l'insonnia credo sia dovuta alle vie respiratorie tappate che mi davano una sensazione di claustrofobia e mi facevano sudare impedendomi appunto di dormire serenamente e la cercicale (che contribuirà all'insonnia) dovuta a un colpo di freddo per via di una finestra aperta. intorno al 25 marzo mi riprendo ( le condizioni di naso e orecchio sx rimangono come descritti sopra)anche se accuso un senso di debolezza alle gambe e un senso di sbandamento, così torno dal medico spiego la situazione e mi prescrive gli esami dell'emocromo da effettuare insieme a quelli della tiroide e delle feci prescritti un mese prima ma non eseguiti per via della malattia. gli esami daranno esito negativo e solo i leucociti e le piastrine sono poco superiori ai valori standard. il senso di sbandamento scompare da solo, ma il catarro continua a tormentarmi ad aprile, raschio la gola ogni mattina.
infine venerdì 16 aprile di nuovo forte mal di gola che decido di curare con collutorio tantum verde e benagol. lunedì sto bene e mercoledì sono nuovamente col mal di gola, naso orecchie tappate (no febbre). torno dal medico e mi prescrive antibiotico nel caso peggiori e si rifiuta di farmi effettuare una visita otorinolaringoiatra da me richiesta per indagare i miei problemi all'orecchio e alla gola. sto effettuando aerosol con ambroxolo e rinoflux che mi ha consigliato il farmacista. non so che terapia seguire e come comportarmi col mio medico
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
Dovendomi basare su quanto descrivi, sarebbe utile provvedere al cambio del Medico di Famiglia! Nel tuo caso, è sicuramente necessaria una visita specialistica otorinolaringoiatrica con esame audio-impedenzometrico. Troppi ed inutili antibiotici sono stati prescritti e credo che l'esito del tampone sia risultato negativo perchè eseguito a ridosso della terapia antibiotica. Mi farà piacere sapere se il Medico Curante si deciderà a prescrivere la visita specialistica.

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
dottore la ringrazio per la risposta celere.
oggi ho mandato mia madre a sollecitare il medico per la visita specialistica e mi ha fatto l'impegnativa.
prenderò appuntamento e poi provvederò a rendervi noto l'esito della visita.
vorrei una delucidazione sulla terapia che sto seguendo:
ambroxolo e rinoflux via aerosol vanno bene per aiutare a decongestionare le vie aeree dal catarro?
e per quanto riguarda l'antibiotico io sarei restio ad usarlo. ancora non ho capito con che criterio mi venga assegnato. andrebbe preso solo quando al mal di gola con difficolta a degluitire e ai vari dolori ossei e spossatezza si associa febbre superiore ai 38°C?
perchè il mio medico me lo prescrive e mi dice di utilizzarlo quando la situazione peggiora, ma la valutazione finale resta a me, e non ho i requisiti necessari per valutare se si tratti di infezione virale o batterica e quindi ricorrere all'antibiotico.
ringrazio in anticipo per l'attenzione
distinti saluti
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
In attesa di sottoporti alla visita otorino che, nel tuo caso, la ritengo utile, puoi continuare la terapia aerosolica con i farmaci menzionati. Gli antibiotici devono essere assunti solamente se ci si trova di fronte ad una patologia batterica, altrimenti non serve a niente . Come per tutte le terapie, queste non possono essere fatte di iniziativa del Paziente ma del Medico, dopo un esame clinico e relativa diagnosi. Se il tuo Medico non puo' visitarti e si limita solamente a prescrivere farmaci, penso, ripeto, che sia utile sostituirlo!
[#4]
dopo
Utente
Utente
riporto il referto della visita otorinolaringoiatrica:

lieve deviazione del setto associata a ipertrofia dei turbinati a mucosa eperemica con ristagno di muco nelle fosse nasali
retrazione della mt

terapia consigliata:
kivinal sp nasale 1 sp mattino e sera
aircort 50 sp nasale 1 sp alla sera
terapia x 3 settimane
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
La terapia farmacologica prescriita dovrebbe agire sulle mucose nasali, decongestionandole , permettendo cosi' la scomparsa del muco ed una migliore ventilazione dell'orecchio medio. Buona serata
[#6]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio dottore per aver interpreatato il linguaggio medico chiarifacandomi ogni cosa.
[#7]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
Grazie a te. Spero tanto che, con la terapia, possa risolvere il fastidioso problema. Buon pomeriggio
[#8]
dopo
Utente
Utente
buon pomeriggio dottore
dopo aver effettuato la visita di controllo qualche giorno fa questo è il referto del medico:
- migliorato il quadro di parinusite
- persiste retrazione della mt di sinistra

si consiglia:
- kestine lio 1 cps alla sera
- kovinal + aircorcort alla sera x 2 settimane.

alla prossima visita ho chiesto di poter eseguire un esame audioimpendenziometrico per poter escludere qualcosa all'orecchio, dato che ogni tanto sento una sorta di "pressione"
[#9]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
Ok per la terapia; giusta la richiesta dell'esame audioimpedenzometrico. Buon fine settimana
[#10]
dopo
Utente
Utente
buonasera
riporto in auge questo topic perchè si sono ripresentati di nuovo questi problemi, ed è possibile analizzare il quadro clinico del passato.
l'esame audioimpendenziometrico eseguito nell'ultima visita non ha riscontrato nessuna carenza di udito.

tuttavia essendomi ammalato due volte nel giro di due mesi, ha fatto si che tornassi a "vivere lo stress" del mio problema, che sebbene non risolto alla radice, avevo messo in secondo ordine grazie a un migliore stato di salute.

ho sempre la sensazione di avere le orecchie piene e la mattina devo sempre espettorare il catarro che durante la notte finisce per ristagnare in gola. negli ultimi dieci giorni gli acufeni all'orecchio destro, che ho accusato nell'ultimo anno, sono diventati particolarmente forti.
mi sento continuamente "ostaggio" del catarro. questa sensazione aumenta quando mi ammalo. per ammalarmi intendo che mi viene un forte mal di gola, spesso localizzato a dx o sx, e mi tappo completamente, naso, orecchie, avendo difficoltà a deglutire! mai una linea di febbre.

convivendo con il problema non mi resta che assumere dei mucolitici:
-sobrepin via aerosol
-fluimucil 600mg in compresse effervescenti
(senza consulto medico)
anche questi nel tempo sembrano non sortire più l'effetto sperato.

il medico infatti si limita a prescrivermi degli antibiotici per il mal di gola, ma lui stesso non è certo se si tratta di causa virale o batterica, il che fa si che la terapia sia sempre un terno al lotto!

a questo punto però, ritengo che la causa sia solo il catarro, sento infatti dei movimenti quasi di compensazione nell'orecchio sx, e dei "cric cric" durante la masticazione nell'orecchio dx.
vorrei pertanto indagare la causa di questo catarro e chiederVi quali sono le visite da poter eseguire prima di chiedere un nuovo consulto specialistico presso un altro otorinolaringoiatra in modo che il medico possa avere già un quadro clinico della mia situazione.

chiedo: è possibile ad esempio verificare la presenza del catarro con una lastra?

oltretutto vorrei effettuare una pulizia dell'orecchio. mi consigliate un trattamento "fai da te" oppure eseguirla direttamente presso l'otorinolaringoiatra?

il mio intento è quello di andare alla visita specialistica con una certezza della presenza/assenza di catarro, perchè nelle precedenti visite (4 eseguite presso lo stesso specialista) si è tutto ridotto a una semplice deviazione del seto nasale e all'utilizzo di spray dal quale non ho tratto nessun beneficio.

vi ringrazio per la cortese attenzione
[#11]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
Purtroppo, non si puo' fare altro che consultare un altro Specialista. Questi ti dovrà sottoporre ad una fibroscopia nasale e, probabilmente, ti prescriverà una tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto. Utile anche un esame citologico del secreto nasale, oltre che un tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni.
Buona serata
[#12]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore.
Domani andrò a eseguire un tampone faringeo che mi era stato prescritto a gennaio nella precedente occasione in cui sono stato male, ma che non eseguii perché rientravo da una terapia antibiotica.
L'ho gia eseguito in passato, ma quella volta avevo terminato da poco l'antibiotico e lavai i denti la mattina. Va eseguito a stomaco vuoto e senza il lavaggio dei denti? Va bene eseguire dei gargarismi con acqua e mangiare una mentina?

A breve prenderò appuntamento per una visita specialistica privata.
Volevo sapere se la tac ai seni paranasali dovrà valutarla lo specialista in sede di visita, o potrò chiedere al mio medico curante così da ridurre le tempistiche e affrontare la nuova visita specialistica con le diagnosi delle precedenti visite otorinolaringoiatra e il referto della tac, così da avere una documentaZione che possa aiutare da subito l'otorinolaringoiatra nella diagnosi.

Le porgo i miei saluti e ringraziamenti.
[#13]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
Per il tampone, non è richiesto il digiuno e puoi lavarti i denti. E' bene non fare gargarismi. Circa la tac, personalmente la farei subito, in modo da farla visionare allo Specialista. Attendo l'esito dell'esame e del tampone. Buona serata
[#14]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore
Il tampone faringeo è risultato negativo alle streptococco beta emolitico gruppo A.
Intanto due settimane fa mi sono recato dal mio medico per esporgli il mio problema e quando gli ho chiesto la possibilità di poter eseguire una tac ai seni paranasali si è rifiutato di prescrivermela rimostrando una certa ostilità verso qualsiasi altro parere che non fosse il suo o quello dello specialista.

Quindi ho prenotato la visita otorinolaringoiatra che eseguirò il 30 marzo.
Intanto mi sono ammalato nuovamente, si, a due settimane di distanza dalla volta precedente.
Un po' di gola chiusa la sera e la mattina mi sono svegliato con naso e gola chiusa, orecchio sx con forte senso di occlusione e leggero dolore. Leggeri dolori articolari e tanto catarro.

Vorrei sapere se potrei aggiungere alla terapia che si solito seguo (aerosol con sobrepin una volta al gg oppure fluimucil in compresse effervescenti) il clenil a. (sobrepin + clenil a CIA aerosol)
Il mio medico da poco peso a questa sintomatologia, io però non posso continuare ad ammalarmi una volta al mese.
Spero che nella prossima visita si riesca ad identificare la causa di queste mie continue malattie, non credo che sia solo riconducibile all'ipertrofia dei turbinati.

La ringrazio
Cordiali saluti
[#15]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
Sono perfettamente d'accordo con te e sulla scelta di sottoporti ad una visita specialistica e sulla necessita di una diagnosi e relativa terapia. Per il momento, puoi assumere il mucolitico a base di acetilcisteina, 1 compressa al giorno, ed utilizzare uno spray nasale magari a base di flunisoilide. Mi farà piacere conoscere il parere dello Specialista. Buona serata

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test