Utente
Egregi,
volevo esporVi il mio dannoso problema al naso. Dopo una vita di cattiva respirazione soprattutto nel periodo primaverile (sono allergico ai pollini di ulivo e cipresso) l'ostruzione del mio naso si è aggravata negli ultimi 2 anni e l'anno scorso ho subito un primo intervento in radiofrequenza per sgonfiare i turbinati inferiori ingrossati, intervento completamente inutile, a distanza di 2 mesi ma anche prima ero esattamente nella stessa situazione di sempre. Ora a distanza di 1 anno dall'intervento sono tornato dall'otorino che mi ha visitato e mi ha fatto eseguire la citologia nasale e dal referto è venuto fuori che sono presenti alcuni eosinofili e mi è stato detto di soffrire di NARES, ora alla mia richiesta di fare qualcosa per via farmacologica o ancora meglio di operarmi in anestesia generale o laser o qualsiasi altra tecnica, il medico mi ha detto che soffrendo di NARES io non posso essere sottoposto ad alcun intervento chirurgico ma dovrò eseguire dei cicli di COrtisone per via oral e via spray, del tipo 20,30 giorni di terapia poi stop e poi riprendere la terapia.
inutile dirvi il mio sconcerto , dopo moltissimi soldi spesi "male" dai medici ora mi ritrovo a richiedere un vs parere ed aiuto per capire se un giorno riuscirò a ricominciare a riposare bene a dormire almeno 2,3 ore di fila cosa che da 2 anni a sta parte è diventata impossibile, ho sempre il naso chiuso a narici alternate ma mentre dormo si chiude ermeticamente e dopo qualche minuto che dormo a bocca aperta mi sveglio proprio in mezzo ad un sogno. Credete che la terapia cortisonica sortisca qualche effetto e mi faccia respirare? Grazie per il vs. parere. E' proprio vero che anche in seguito ad un bell'intervento in anestesia generale eseguito con i bisturi (intervento tradizionale) questi turbinati ingrossati non si sgonfiano? Grazie

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Se veramente la diagnosi è NARES, la terapia chirurgica non risolve il caso. Generalmente, si procede con una terapia farmacologica del tipo prescrittole. Magari, completerei la ricerca con una tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto. Cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Ritenete che con una terapia farmacologica si possano ottenere risultati soddisfacenti? E' il caso di integrare nel corso dell'anno a tale terapia anche dei cicli di aerosol termali? Ho eseguito una RMN alla testa 3 anni fa per via delle vertigini che mi assalivano giorno e notte poi imputate a banali otoliti e risolte da un bravo otorino con semplici manovre, lo stesso otorino vedendo che nella RMN erano state studiate anche le fosse nasali mi ha detto che si poteva soprassedere alla normale TAC di routine. Infatti nel referto della RMN c'era scritto flogosi nel seno mascellare destro, turbinati inferiori ipertrofici.
Seguo quindi la terapia cortisonica entro quanti gironi crede che possa stare meglio? Grazie

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Di solito, la terapia cortisonica viene prescritta per 10-15 giorni: i primi benefici si vedono non prima di 5-6 giorni. Utili, semmai, le cure termali e l'uso di uno spray nasale a base di zolfo, per esempio. Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Gentili medici, scusate la domanda, non è che proprio voglio farmi operare a tutti i costi , ma siete proprio sicuri che una persona con NARES non si possa operare al naso? visto che comunque sia i risultati diagnostici sono di turbinati ipertrofici? Da profano mi faccio una semplice domanda con due turbinati grossi come una banana dentro uno spazio stretto quanto una sigaretta al massimo, come potrò mai respirare senza operazione? Mi dite che con spray cortisonici si riesce a ripristinare una corretta respirazione? Considerate che non ho subito urti o rotture di naso ma i miei turbinati si sono ingigantiti credo dalla forte allergia primaverile che ho da 12 anni. Che mi dite?
Grazie

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'intervento chirurgico, come già le ho detto, non porta ad una guarigione della patologia ma, certamente, l'aiuterà a respirare meglio per un certo periodo. Una valutazione del suo caso e, quindi, una decisione in merito, deve essere presa assieme al suo Specialista di fiducia.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, scusatemi se ancora scrivo ma vorrei solo sapere se ho capito bene in quanto l'otorino che mi ha dato la precedente cura non è più rintracciabile al poliambulatorio nel quale ho fatto visita. Ricordo che mi aveva detto di eseguire 20 giorni di terapia di spray (cortisonico)1 puff per narice per 2 volte al di poi stop di 10/15 giorni e di nuovo riprendere altri 20 giorni 2 puff al giorno come precendetemente questo per 3 cicli (3 mesi) poi rivedersi da lui.

Dunque siccome dovrei iniziare il secondo ciclo, vorrei sapere solo se ho ricordato bene, non potendo rintracciare il medico, si fa così? o non si devono ripetere cicli di spray cortisonici prima di 3 mesi? Scusate l'ignoranza ma sono sicuro che mi risponderete chiarendomi le idee. Inoltre posso sapere il nome di uno spray solfureo consigliatomi da Voi negli ultimi post? Grazie

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ha capito perfettamente la posologia e la durata della terapia prescritta. Circa lo spray nasale allo zolfo, comprenda che, per motivi pubblicitari, non posso citare il nome. Comunque, per questo, si puo' rivolgere al suo Farmacista. Grazie a lei
Dr. Raffaello Brunori