Utente
Salve, circa 15 giorni fa ho effettuato l'esame audiometrico ed empendenzometrico per un acufene all'orecchio sinistro e mi è stato detto che avevo una lieve ipoacusia a sinistra e che dovevo effettuare l'esame dei potenziali evocati acustici. Ho fatto una terapia a base di cortisone e vasodilatatori e dopo 12 giorni Ho effettuato l'esame dei potenziali evocati acustici e sono nella norma. Il tecnico mi ha rifatto l'esame audiometrico e la impendenzometria dalla quale si è visto che i riflessi a sinistra sono assenti;quindi questa volta è cambiata la diagnosi: ipoacusia lieve trasmissiva a basse frequenze e anchilosi stapedio-ovalare...mi è stato detto che ho l'otosclerosi. Io mi chiedo come sia possibile visto che il primo esame audiometrico l'ho fatto 10 gg prima rispetto al secondo! Cosa devo fare???? Ulteriori accertamenti oppure la diagnosi è certa???? Aiutatemi!! Mi è stato detto che non c'è terapia e che devo fare un controllo ogni anno per controllare l'evoluzione. Forse dovrei fare una tac o altro??? Non so...ho paura...aiutatemi!

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Comprendo e condivido le sue perplessità. Il consiglio che posso darle è quello di rivolgersi presso la Clinica Otorinolaringoiatrica del Policlinico Universitario di Messina, Cattedra di Audiologia. In base all'esito della nuova visita ed ai referti degli esami audiometrico tonale ed impedenzometrico cui certamente verrà sottoposta, cerchero' di esserle di aiuto.Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie pe l'aiuto...volevo sapere se devo preoccuparmi se si dovesse trattare di otosclerosi. E' grave?? Peggiora sicuro nel corso degli anni??? aiutatemi..

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'otosclerosi non è una patologia che porta ad un rischio della vita; la perdita uditiva, certamente, peggiora con gli anni, specialmente con la gravidanza e l'allattamento. Una delle possibili cause è un fattore genetico ed ormonale. Comunque, cerchiamo di esere ottimisti ed attendere l'esito del Consulto.
Ma in famiglia sono presenti casi di sordità precoce? (parlo di nonni, zii, genitori)
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Anche questo volevo chiederle...mi è stato detto che l'otosclerosi è una patologia ereditaria ma nella mia famiglia non ci sono casi di sordità precoce...come è possibile??? Poi la perdita uditiva può peggiorare nel corso di molti anni o anche subito?

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Se in famiglia non ci sono casi di otosclerosi, il tutto ci fà ben sperare! La sordità è nel corso degli anni.
Cerchi di tranquillizzarsi!
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio per l'ottimismo...purtroppo io non sono di natura ansiogena ma questa volta sono molto preoccupata! Io studio Medicina e ho letto tanti libri e mi hanno demoralizzato ancora di più! mi vengono mille paure: se dovesse trattarsi davvero di otosclerosi potrò fare al mille per mille il medico?? Aiuto!
Poi ho notato che al primo esame impendenzometrico i riflessi stapediali in pratica sono invertiti...sono pochi e invertiti e il timpanogramma è perfetto(si congiunge alla linea tratteggiata), mentre nel secondo esame i riflessi sono assenti e il timpanogramma è spostato a destra rispetto alla linea tratteggiata!
come è possibile???

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo che potrà fare il Medico! Ripeto, cerchiamo di arrivare ad una diagnosi certa. Chieda un Consulto come da me consigliato e...in bocca al lupo! Mi farà piacere ricevere notizie
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
Ho effettuato un'altra visita dal primo medico che mi ha visitata e lui ha forti dubbi che possa trattarsi di otosclerosi ma non mi ha fatto rifare l'esame audiometrico!
Io mi chiedo allora come sia possibile che non corrispondano i due esami a distanza di 10 gg!! Comunque mi ha detto di rivederci tra tre mesi in modo tale che si sia stabilizzato il quadro clinico e quindi di essere più certi! Mi devo fidare???

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certamente, uno dei due esami non è veritiero! Per la diagnosi, occore un nuovo esame audio-impedenzometrico. Si rivolga al Policlinico Universitario, Audiologia.
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
In quale Policlinico Universitario???Messina?? Purtroppo in questo periodo non posso spostarmi da Cosenza...

[#11]  
Dr. Aurelio D'Ecclesia

24% attività
0% attualità
0% socialità
FOGGIA (FG)
VIESTE (FG)
SAN GIOVANNI ROTONDO (FG)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Nel caso fosse una otosclerosi in fase iniziale la diagnosi audiometrica non è sempre facile molto più importante è l'esame impedenzometrico con particolare riferimento ai riflessi stapediali che possono essre assenti od invertiti ( sempre se il timpanogramma è assoutamente nella norma con picco a o !!) ripeta l'esame tra 1 mese ed eventualmente una Tc ad alta risoluzione con finestra per l'osso e dettagli sulla finestra ovale.
Cordialità
aurelio d'ecclesia

[#12]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non è urgente sottoporsi agli esami diagnostici, per cui puo' tranquillamente farli quando ne avrà il tempo. La sua città ha una Cattedra di Audiologia presso il Policlinico. Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#13] dopo  
Utente
Io abito a Cosenza e studio a Catanzaro,quì c'è una cattedra di Audiologia presso il Policlinico ed è quì che ho fatto il secondo esame audiometrico.
Comunque l'acufene è scomparso da 2 giorni...come è possibile?Può succedere?

[#14]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certamente, è possibile. Comunque spero per lei che non si tratti di otosclerosi. Con calma, dopo le feste, ripeta l'esame audio-impedenzometrico. Attendo notizie in merito
Dr. Raffaello Brunori