Utente
Sono in gravidanza alla 28^ settimana e da qualche settimana avverto una sensazione di corpo estraneo in fondo alla tonsilla destra (tra tonsilla ed orecchio). Non ho dolore, ne' bruciore, ne' febbre, ne' apparentemente altri fastidi.
Il mio medico di base mi ha diagnosticato una placca di pus e mi ha prescritto amoxicillina/acido clavulinico, 1 pastiglia ogni 12 ore, per 6 giorni.
La situazione dopo 6 giorni e' invariata e il medico di base mi ha confermato la terapia antibiotica (dicendomi che e' l'unica consentita in gravidanza) per altri 6 giorni.
Alla mia richiesta dell'opportunita' di sottopormi a tampone faringeo mi ha detto che sarebbe inutile, dato che la terapia e' comunque vincolata dal mio stato di gravidanza, e che anzi toccare la placca in questo momento sarebbe pericoloso perche' si rischia di far circolare l'infezione altrove.
Ho prenotato una visita specialistica da un otorinolaringoiatra per la prossima settimana, ma nel frattempo che attendo la visita volevo chiedere un ulteriore parere.
In particolare, di cosa potrebbe trattarsi? potrebbe provocare danni al feto? posso fare gargarismi con limone/aceto senza rischiare di mandare in circolo l'infezione ma per avere almeno un po' di sollievo da questa fastidiosa sensazione di corpo estraneo in gola?
Faccio presente che, per problematiche legate alla gravidanza e per un precedente aborto interno a 19 settimane, sono anche in terapia con eutirox, eparina e cardioaspirina.

La ringrazio anticipatamente

Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Personalmente, attenderei a riprendere l'antibiotico in attesa della visita da parte dello Specialista. Puo' fare dei gargarismi con the, coca-cola, etc. Giusto sottoporsi ad un tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni.
Se l'antibiotico non ha sortito i suoi effetti, vuol dire che la patologia non è di origine batterica o che la molecola non è sensibile per l'eradicazione di quello specifico batterio. Non è detto che cio' che appare come una placca sia, invece, un residuo di cibo incastrato in una cripta tonsillare. Per questo è importante, a questo punto, una visita da parte di uno Specialista.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori